Si può fare, l’ultima puntata del 18 maggio: vince Biagio Izzo


Il programma condotto da Carlo Conti minuto per minuto


Ripercorriamo dunque le esibizioni e tutto quanto avvenuto in questo ultimo appuntamento.

L'esibizione di Sergio Friscia

Dopo aver presentato tutti i concorrenti del cast e la guria, Conti passa subito alla prima sfida: Sergio Friscia contro Juliana Moreira in un numero di magia comica. Chechi premia l’abilità manuale della Moreira; ma lo scopo era soprattutto far ridere, osserva la Lear, perciò il suo punto va a Friscia. Idem per Baudo. Sergio Friscia vince per 2 a 1.

L'esibizione di Matilde Brandi

 Ci spostiamo fuori per il waterboard: Costanza Caracciolo e Matilde Brandi. Tra le due sirene, viene preferita Matilde Brandi: 3 a 0.

L'esibizione di Amaurys Perez e Tommaso Rinaldi

Il momento ormonale arriva alla terza sfida: lo spogliarello di Amaurys Perez e Tommaso Rinaldi. La Lear ha da ridire sulle “mutandone” di Rinaldi, e trova più sexy Perez. Il pallanuotista si aggiudica 3 punti.

L'esibizione di Fiona May

Si prosegue con Fiona May e Simon Grechi. Per loro un numero di giocoleria con i piedi: l’antipodista. La May sbaglia, ma si ferma e riprende da dove aveva interrotto: la determinazione le vale il punto decisivo di Amanda Lear, che le consente di superare la prova per 2 a 1.

Quinta sfida: sound karate. I protagonisti sono ora Biagio Izzo e Mario Cipollini. La Lear ha apprrezzato finalmente un Biagio Izzo dal volto serio, perciò vota Cipollini; la seguono anche gli altri due.

Mario Cipollini

Sesta performance, il charleston di Pamela Prati e Mariana Rodriguez. Diviene decisivo il voto di Pippo Baudo, che assegna la sua preferenza a Pamela Prati: l’ex prima donna del Bagaglino si aggiudica la prova per 2 a 1.

Mariana Rodriguez

Terminate le esibizioni, i giurati scelgono chi eliminare tra i sei vincitori: la scelta ricade su Sergio Friscia, Mario Cipollini e Fiona May. Terza si classifica Pamela Prati, seconda Matilde Brandi e primo Perez, che guadagna così 3 punti nella classifica generale.

La classifica generale

Dopo il break pubblicitario arriva dunque il momento di scoprire la classifica: ultima è Juliana Moreira con 7 punti, mentre al primo posto Biagio Izzo con 18. A questo punto, dopo un breve filmato con il proprio percorso di gara, ciascun concorrente proporrà il suo cavallo di battaglia: la prima è Costanza Caracciolo al trapezio aereo. Mario Cipollini sceglie anche lui una performance di alto valore atletico: i tessuti aerei.

L'adagio acrobatico di Amaurys Perez

Amaurys Perez ripropone l’adagio acrobatico, Biagio Izzo un numero di magia chiamato “Potter magia” perché vestito come il famoso maghetto. Tommaso Rinaldi si fa ammirare nella ruota di Rhon, Pamela Prati va di burlesque e Mariana Rodriguez di pattinaggio su pedana. Fiona May sceglie l’altalena aerea; Matilde Brandi invece, come Perez, l’adagio acrobatico. Sergio Friscia, sostituto di Roberto Ciufoli si esibisce nel tip tap; Juliana Moreira opta per il globo aereo e Simon Grechi per le cinghie aeree.

La giuria

 Come accade a Tale e Quale Show, anche i concorrenti devono votare: la Caracciolo e la Moreira si votano a vicenda, Perez e Fiona May votano Tommaso Rinaldi. Anche Simon Grechi assegna un altro punto al tuffatore, Pamela Prati vota la Brandi, Izzo Rinaldi, Mario Cipollini scegli Simon Grechi. Mariana Rodriguez premia l’impegno di Matilde Brandi che, a sua volta, vota Ciufoli per interposta persona. Tommaso Rinaldi ricambia il voto di Perez, e Friscia dà il punto a Matilde Brandi. 

Biagio Izzo

Tocca poi ai giudici, il cui voto vale tre punti: Yuri Chechi li assegna a Fiona May, Aamanda Lear a Sergio Friscia e Pippo Baudo a Biagio Izzo. La classifica definitiva è pronta: l’ultimo posto va a Mario Cipollini, al terzo posto in ex aequo Fiona May e Tommaso Rinaldi e al secondo Matilde Brandi.

Vince la seconda edizione del programma Biagio Izzo.



0 Replies to “Si può fare, l’ultima puntata del 18 maggio: vince Biagio Izzo”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*