Connect with us

News

La strada dei miracoli, la sesta puntata

Fede e religione al centro del nuovo programma di approfondimento di Rete 4
Francesco La Rosa

Pubblicato

il

Fede e religione al centro del nuovo programma di approfondimento di Rete 4
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 Questi i temi della puntata: la testimonianza di Fratel Cosimo, monaco calabrese a cui verrebbero attribuite misteriose guarizioni, la “Lourdes Italiana” in Umbria, a Collevalenza. Di nuovo si affronterà l’argomento del terzo segreto di Fatima. Ci si chiederà se ne esiste addirittura un altro. Sarà intervistata Annalisa Minetti.

Il viaggio di questa sera inizia dall’Umbria: a 30 km da Assisi si trova Collevalenza, un piccolo paese dove c’è un santuario dedicato a Gesù Misericordioso. Lì ha vissuto Madre Speranza, una suora spagnola  beatificata nel 2014 e che ha vissuto in Italia gran parte della sua vita. Sarebbe stato il Signore, in una visione nel 1949, a dirgli di creare questo edificio religioso e a guidarla in tutta la sua esistenza. In quella zona, secondo le parole di Cristo c’era una sorgente che in futuro avrebbe portato ai pellegrini, soprattutto ai malati, benefici analoghi a quelli offerti dall’acqua santa di Lourdes. Nella sua stanza all’interno del convento, la religiosa ha avuto delle visioni della Vergine, ma anche duri scontri con il demonio. Madre Speranza è morta nel 1983. 

 Oggi il Santuario di Collevalenza è meta di tanti pellegrini, proprio come Gesù preannunciò a Madre Speranza all’avvicinarsi della sua dipartita. La suora viveva in povertà, in una stanza semplice e riceveva circa 200 persone al giorno che invocavano la sua intercessione presso Dio. A Collevalenza sono state costruite delle piscine dove i pellegrini si immergono per avere la benedizione divina. Qui Giovanni Paolo II fece il suo primo viaggio fuori dal Vaticano dopo l’attentato subìto nel maggio del 1981. Per Cecchi Paone, che con sincerità ammette di non conoscere la storia della suora spagnola, comunque non c’è nessun prodigio nel fatto che sia stata trovata dell’acqua a 100 m di profondità. 

Nel 1998 nasce Francesco Maria, che nasce con una grave malattia: è allergico ad ogni tipo di cibo. Per i medici non c’erano speranza. La madre del bambino, Elena Cinquemani, sente parlare alla televisione dell’acqua di Collevalenza. Riesce ad averne una bottiglietta e il bambino comincia a berla. La donna racconta di aver incontrato al parco un uomo misterioso, dagli occhi azzurrissimi, che gli predisse con certezza la guarigione del bambino.  La Chiesa ha analizzato questo caso e lo ha riconosciuto come un miracolo, un prodigio che ha permesso a Madre Speranza di essere beatificata un anno fa. 

L’attenzione si focalizza sull’acqua della sorgente di Collevalenza. Cosa c’è esattamente all’interno? L’inviata Alessandra Borgia ne ha raccolto un campione e lo ha fatto analizzare. I risultati dicono che è un acqua potabile. Chi si è occupato delle analisi però dice che non è possibile sapere se effettivamente possa dare dei benefici a chi la beve o a chi entra in contatto con essa. 

 Dall’Umbria alla Calabria, a Santa Domenica di Placanica, in provincia di Reggio Calabria. Lì vive Fratel Cosimo. Secondo alcune testimonianze, anche video, l’uomo riuscirebbe a guarire le persone dalle malattie. A 18 anni, nel 1968, ebbe una visione che cambiò la sua vita. Abbagliato da una grande luce, vide una giovane donna, che gli avrebbe rivelato di essere la Vergine. La Madonna gli avrebbe chiesto di erigere una cappella in suo onore. Chi lo conosce lo ammira molto, colpito dal suo carisma e allo stesso tempo dalla sua semplicità.

Inevitabile l’interrogativo: è effettivamente un prescelto da Dio oppure è un impostore? La Chiesa finora non si è espressa sulla sua figura. Fratel Cosimo incontra 10 mila persone all’anno in colloquio privato, alle quali dà dei consigli spirituali. Atteso il commento di Cecchi Paone: “Ci sono dei casi eccessivi e ridicoli. Alcuni vanno da lui anche per curare l’artrosi cervicale. Per quello basta il fisioterapista. Non è giusto trasformare un luogo di fede in un ambulatorio!

Un’altra testimonianza è quella di una donna, Rita Tassone. Afflitta da una rara forma tumorale alle ossa, che non sembrava darle scampo, è guarita. La donna racconta che il marito è entrato in contatto con Fratel Cosimo. L’incontro decisivo avvenne il 13 agosto 1988. Nonostante la donna fosse allo stremo delle forze, volle comunque andare al Santuario della Madonna dello Scoglio. Incontrò Fratel Cosimo che le preannunciò la sua guarigione

Ed ecco il momento dell’intervista. Questa sera Safiria Leccese parlerà con Annalisa Minetti, la cantante non vedente vincitrice di Sanremo 1998. Una donna coraggiosa e che non si è mai abbattuta nonostante i gravi problemi alla vista che l’hanno accompagnata da sempre. “La disabilità mi ha reso diversamente abile“, dice. Vengono affrontate le tappe più note della sua carriera: Miss Italia, il Festival, vissute anche “con un po’ di incoscienza“. Nel 2012 il bronzo alle Paralimpiadi nei 1500 metri, un altro grande traguardo centrato con orgoglio e determinazione. “Non ho mai chiesto a Dio di tornare a vedere, credo di essere più utile a lui in questa situazione. Sono innamorata della vita e dirlo a occhi chiusi è ancora più bello. Anche se non riesco a vedere, vorrei essere una luce per chi mi guarderà“, afferma con convinzione. 

L’ultimo blocco della trasmissionne verte su Fatima, argomento già affrontato la scorsa settimana. Il quesito è se esiste o meno un quarto segreto, sulla cui presunta esistenza c’è sempre stato un alone di mistero. Don Davide Banzato non crede molto alla presenza di un quarto segreto. L’unica sua perplessità è legata al fatto che il testo, che svelava l’attacco ad un uomo vestito di bianco e che fu rivelato nel 2000, fosse stato rivelato con ritardo rispetto all’unico evento collegabile, cioè l’attentato a Giovanni Paolo II nel 1981.

Safiria Leccese mostra una cartina, collegando i vari punti dell’Europa in cui è apparsa la Madonna. Unendo i punti, appare una “M” che rappresenterebbe, simbolicamente, la firma della Vergine sull’Europa.  Un’immagine affascinante, ma che si scontra con lo scetticismo dei due ospiti in studio. Per Don Davide Banzato la fede non si misura soltanto con un’immagine simbolica. 

Tornando al quarto segreto, la tesi di Don Davide Banzato è che il vero messaggio del segreto di Fatima che la Madonna ha voluto comunicare è di avvicinarsi sempre di più a Dio per salvarsi. Vengono messi a confronto i punti di vista di esperti, religiosi e non. C’è chi pensa che se esiste un ulteriore testo del segreto, non ha nulla a che vedere con quanto scritto da Suor Lucia. Si tratterebbe di qualcosa di apocrifo. L’altro parere è che invece una quarta parte del segreto effettivamente esista e potrebbe anche aprire a scenari catastrofici. 

In studio arriva il giornalista Carlo Di Pietro, esperto sull’argomento. Il giornalista affronta la questione da un’ulteriore angolazione. Suor Lucia potrebbe essere stata addirittura sostituita da una sosia. Di Pietro dice di non condividere in pieno quest’ipotesi, nonostante, a suo dire, molti autorevoli studiosi sostengano il contrario e l’abbiano indotto ad approfondire questa pista investigtativa. Il cronista rivela che alcuni studiosi hanno rivelato delle discrepanze nella grafia di Suor Lucia, motivi che l’hanno spinti a credere che quella scrittura non appartenesse alla religiosa di Fatima. Addirittura altri che ritengono che suor Lucia sia stata sostituita giustificano la loro ipotesi mostrando che ci sono delle differenze nel fisico (labbra, viso, mento) tra le immagini di Lucia giovane e anziana messi a confronto. Don Davide Banzato e Cecchi Paone sono d’accordo: queste ipotesi sono fondate sull’assurdo. 

Si conclude qui il sesto appuntamento con “La strada dei miracoli”. La settima puntata andrà in onda martedì 26 maggio, sempre su Rete 4, alle 21.10. Alla puntata prenderà parte come ospite anche Ali Agca. 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nasco a Napoli nel 1989, ma la mia città è San Giorgio a Cremano, la stessa di uno dei miei miti: Massimo Troisi. Gli studi mi hanno portato a Roma, dove mi sono laureato in Editoria multimediale e nuove professioni dell’informazione alla Sapienza. Sono giornalista pubblicista. Il varietà è il mio genere preferito, sia in tv che in radio. A ruota seguono serie tv e quiz. La mia passione è il Festival di Sanremo: da piccolo fantasticavo di cantare sul palco dell'Ariston, ora mi limito a sognare di condurlo!

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Concerto Primo Maggio: la risposta della Rai in merito all’intervento di Fedez

Sul caso Fedez, avvenuto durante il concerto del Primo Maggio, è intervenuto anche l'Amministratore delegato Rai Fabrizio Salini. Ecco le sue dichiarazioni.
Irene Verrocchio

Pubblicato

il

Intervento Fedez Concerto risposta Rai 3
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

In seguito a ciò che accaduto per l‘intervento di Fedez al Concerto del Primo Maggio, è arrivata la risposta da parte della Rai.

Ieri sera il rapper, prima dell’esibizione, ha cercato di puntare i riflettori sul Ddl Zan. E’ il disegno di legge contro le discriminazioni di genere. Sostiene che i ritardi della sua entrata in vigore dipendano da alcuni esponenti politici, in particolare della Lega. Ma sul palco del Primo Maggio non ha reso noti i nomi ai quali si riferiva nel discorso.

Una volta però rientrato in albergo sui suoi profili social ha pubblicato un video che in pochi minuti è diventato virale. Ha proposto la registrazione della sua telefonata con la vice direttrice di Rai 3, Ilaria Capuani.

Fedez ha tentato di denunciare il fatto che il Servizio Pubblico abbia tentato di censurare il suo monologo. Ed ha aggiunto che prima di potersi esibire con il monologo ha dovuto inoltrare alla Rai il testo per ottenere l’approvazione.

La Rai però si è subito difesa rendendo pubbliche le dichiarazioni della stessa Capuani. Sulla questione però è intervenuto anche l’Amministratore delegato Rai, Fabrizio Salini.

Intervento Fedez Concerto risposta Rai fabrizio salini

Intervento Fedez Concerto, la risposta dell’ Ad Rai Fabrizio Salini

In merito all’intervento di Fedez ecco le dichiarazioni dell’Amministratore Delegato della Rai su quanto accaduto ieri sera:

“In merito all’intervento di Fedez al Concerto del Primo Maggio, Rai3 ha spiegato di non aver mai censurato Fedez né altri artisti né di aver chiesto testi per una censura di qualsiasi tipo. Questo deve essere chiaro, senza equivoci e non accettiamo strumentalizzazioni che possano ledere la dignità aziendale e dei suoi dipendenti.

In questi tre anni ho sempre cercato in tutti i modi di garantire che in Rai fosse assicurata pluralità di voci e di opinioni perché ritengo sia il principale obiettivo della mission di Servizio pubblico. Lo testimonia la nostra programmazione tutti i giorni su tutti i canali televisivi, in radio e su RaiPlay.

Di certo in Rai non esiste e non deve esistere nessun “sistema” e se qualcuno, parlando in modo appropriato per conto e a nome della Rai, ha usato questa parola mi scuso. Su questo assicuro che sarà fatta luce con gli organizzatori del Concerto, che la Rai acquista e manda in onda fin dalla sua prima edizione, per capire come sia stato possibile soltanto ipotizzare un’aberrazione del genere e se esistano delle responsabilità aziendali.

Ringrazio profondamente tutti gli artisti che ieri si sono esibiti con performance straordinarie studiate appositamente per la Festa del lavoro, che danno lustro al Servizio Pubblico e ci hanno mostrato in modo evidente quanto l’arte sia fondamentale per la rinascita del Paese.”


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Milva è morta, scompare una delle più grandi artiste italiane

E' scomparsa una delle più grandi artiste italiane, da tempo malata. Il ricordo della Pantera di Goro nel mondo della musica e della tv.
Redazione

Pubblicato

il

Milva morta
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

E’ morta a Milano Milva. Lo conferma la figlia, Martina Corgnati, spiegando che la madre era malata da tempo. La grande cantante e attrice, Ilvia Maria Biolcati, aveva 81 anni e viveva a Milano con la segretaria Edith e la figlia Martina, critica d’arte.

E’ morta Milva

Soprannominata “La Rossa” per il colore della sua chioma, Milva ha calcato i palcoscenici di tutto il mondo realizzando più di sessanta album. Nata a Goro, in Emilia Romagna, il 17 luglio 1939, nel corso della sua carriera ha partecipato 15 volte al Festival di Sanremo, un record di presenze che detiene insieme a Peppino Di Capri, Toto Cutugno e Al Bano.

Nel 2010 aveva pubblicato il terzo album scritto e prodotto per lei da Franco Battiato, intitolato ‘Non conosco nessun Patrizio’ e balzato immediatamente nella top 20 dei dischi più venduti in Italia.

Subito dopo aveva annunciato il suo addio alle scene, dopo mezzo secolo di palcoscenico. Nel 2018 era stata premiata al Festival di Sanremo: premio alla carriera ritirato dalla figlia.

Per molti è stata la «Pantera di Goro». Si è spenta ieri nella sua casa milanese dove viveva con Edith, la sua fidata segretaria, e la figlia Martina Corgnati, critica d’arte avuta con il produttore discografico Maurizio Corgnati.

La famiglia in questo momento sta organizzando l’ultimo saluto.

La carriera

Nella sua lunga carriera Milva è passata dalla canzone popolare al teatro di Giorgio Strelher. Ma anche per la musica di Franco Battiato, di Ennio Morricone, di Astor Piazzolla. Ha interpretato anche le canzoni dei grandi compositori greci, francesi, tedeschi ed è approdata sui palcoscenici di tutto il mondo.

La sua statura artistica è stata ufficialmente riconosciuta dalle Repubbliche Italiana, Francese e Tedesca, che le hanno conferito alte onorificenze.

Il 26 marzo scorso Milva, aveva anche ricevuto il vaccino contro il Coronavirus. “Io mi vaccino perché tengo alla mia vita a e alla vita altrui”, aveva scritto sulla sua pagina Facebook, “Fatelo anche voi. Abbiamo bisogno di tornare alla vita di prima, e di abbracciare i nostri cari. Tutti quanti insieme possiamo farcela a sconfiggere questo virus”.

Il ricordo di Franceschini

Così il Ministro della Cultura, Dario Franceschini, ricorda Milva nel giorno della sua scomparsa:

Milva è stata una delle interpreti più intense della canzone italiana. La sua voce ha suscitato profonde emozioni in intere generazioni. Una grande italiana, un’artista che, partita dalla sua amata terra, ha calcato i palcoscenici internazionali, rendendo globale il suo successo e portando alto il nome del suo Paese. Addio alla pantera di Goro”. 

 

FONTE: ANSA


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Notte degli Oscar 2021 su Sky Cinema Oscar, Sky Uno e Tv8

Tutte le notizie sull'appuntamento più prestigioso che è visibile oltre che su Sky anche in chiaro su Tv8. Le novità
Joele Germani

Pubblicato

il

Notte degli Oscar 2021
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La Notte degli Oscar 2021, l’appuntamento più atteso dal mondo del cinema, va in onda nella notte tra il 25 e il 26 aprile su Sky in diretta. Si parte dalle 00:15 su Sky Cinema Oscar® (canale 303 di Sky) con tutte le premiazioni. La diretta della 93ª edizione degli Oscar® sarà trasmessa in contemporanea anche su Sky Uno e in chiaro su TV8.

Notte degli Oscar 2021 su Sky Cinema Oscar, Sky Uno e Tv8

Dagli studi Sky Francesco Castelnuovo accompagna gli spettatori per l’intera serata. Commenta i momenti salienti insieme al “Cinemaniaco” Gianni Canova e alla giornalista di Sky TG24 Denise Negri. Ospiti l’attrice Anna Foglietta, la regista e attrice Michela Andreozzi, l’attore Lillo e il giornalista esperto di moda Ildo Damiano.

Ricordiamo che Laura Pausini è candidata agli Oscar® per la miglior canzone Io sì (Seen) per la colonna sonora del film La vita davanti a sé in cui Edoardo Ponti dirige la madre Sophia Loren.

In un’intervista esclusiva a Sky Cinema, ci racconta l’emozione per la nomination e la partecipazione alla Notte degli Oscar®, il suo ricordo di Ennio Morricone e il suo rapporto con Sofia Loren.

Oscars After Dark 2021

E per la prima volta, dalle 5:00 del mattino in diretta dalla Union Station di Los Angeles Oscars After Dark 2021. Un evento che, al termine della cerimonia di premiazione, accompagna gli spettatori dietro le quinte dello spettacolo catturando l’euforia e le emozioni della serata. È qui che si possono seguire le interviste esclusive a tutti i vincitori ed è qui che -alla stazione di incisione-i premiati vedranno per la prima volta il loro nome sull’ambita statuetta.

La Notte degli Oscar® 2021 sarà riproposta integralmente lunedì 26 aprile su Sky Cinema Oscar® a partire dalle 12:15. Mentre in prima serata l’appuntamento con “Il meglio della Notte degli Oscar® 2021” sarà in onda dalle 21:15 su Sky Cinema Oscar® e su Sky Uno e in seconda serata in chiaro su TV8, disponibile anche on demand su Sky e in streaming su NOW.

Tutti gli aggiornamenti sulla programmazione e sul live sono disponibili su tg24.sky.it/spettacolo, sulle pagine Facebook, Instagram e Twitter di Sky e tg24.sky.it/oscar.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it