Netflix: previsto a Natale l’arrivo in Italia


Il provider americano è propnto ad approdare nel nostro paese


Nato come sito dedicato al noleggio di dvd, servizio gestito tramite l’utilizzo del servizio postale per la ricezione e riconsegna del film affittato (N.d.R.), la società californiana si è in breve tempo imposta nel mercato americano dello streaming online vedendo crescere i propri abbonati, e quindi i propri utili, in maniera esponenziale.
Ma qual è la forza di Netflix? Perché questo sito fa tremare le tv via cavo? La risposta è più semplice di quanto si possa credere. Netflix è diventato il colosso dello streaming-on-demand perché costa poco, perché è facile da usare, perché offre migliaia di titoli tra cui scegliere e perché i suoi limiti di utilizzo variano in base all’abbonamento scelto offrendo però sempre l’illimitatezza temporale.

Dopo un inizio localizzato esclusivamente sul suolo nord americano la società si è lentamente ma inesorabilmente espansa nel momento in cui ha iniziato a fornire il servizio di streaming. Utilizzare Netflix è molto semplice: ci si registra al sito, si sceglie il tipo di abbonamento che si vuole sottoscrivere e si inizia a utilizzare il servizio.
Ma cosa posso vedere su Netflix? Il loro catalogo è ricchissimo, sfogliandolo si trovano disponibili praticamente tutti i film e le serie tv a cui potete pensare e nella qualità migliore, senza però avere il problema della disponibilità del supporto fisico.

House of cards

Perché limitarsi ad archiviare e riprodurre materiale altrui? Netflix è nel 2011 una realtà solida e ramificata con un bacino di utenti in continua crescita, i fondi non mancano e la voglia di fare il passo successivo è ormai incontenibile. È a marzo che l’annuncio viene dato ufficialmente: il provider inizierà la produzione della sua prima serie originale. Stiamo parlando della ormai più che celebre House of Cards, il cui debutto viene fatto in grande stile il 1 febbraio 2013. La serie vanta infatti un cast di tutto rispetto (il protagonista è il due volte premio Oscar Kevin Spacey) e il regista scelto per i primi due episodi è David Fincher. Sembra quasi superfluo dirlo ma House of Cards diventa in breve tempo un successo internazionale.

Perché fermarsi qui? Sulla spinta dell’enorme successo già ottenuto Netflix decide di continuare a produrre per il proprio servizio di streaming nuove serie. Per i drama è quindi il turno di Hemlock Grove, del pluripremiato Orange is the New Black, Marco Polo il cui protagonista è l’italiano Lorenzo Richelmy, Bloodline e Marvel’s Daredevil, ultimo in ordine temporale ma apparentemente primo per successo. Per le comedy invece abbiamo la serie animata per adulti BoJack Horseman, Unbreakable Kimmy Schmidt, creata da Tina Fey e Robert Carlock, e Grace and Frankie, i cui protagonisti sono Jane Fonda, Lily Tomlin, Sam Waterston e Martin Sheen.

Orange is the new black

Bisogna a questo punto fare un paio di precisazioni al riguardo.
Proprio per la particolarità del metodo di fruizione sulla piattaforma, le puntate delle stagioni vengono rilasciate tutte immediatamente. Lo spettatore dispone quindi di tutti gli episodi che compongono la stagione nel momento della sua uscita. Si dice così addio al tratto distintivo del prodotto seriale, ovvero la periodicità. Netflix dà tutto subito.
La seconda precisazione riguarda invece i dati di ascolto. Fino ad oggi non sono mai stati rilasciati dati ufficiali riguardanti i rating di queste serie. Le informazioni che abbiamo sono state fornite da uno studio dell’istituto di ricerca Luth che ha messo insieme un campione di 2.500 abbonati. I dati rilasciati hanno quindi i loro limiti e non vanno letti come certi. Certo però che dei chiarimenti, o delle conferme, ci vengono dati.

In Italia l’annuncio dell’arrivo di Netflix ha già fatto tremare i canali a pagamento e ha esaltato gli spettatori delle loro serie originali. Che il provider arrivasse in Italia era già nell’aria da un po’ e si stava solo aspettando la comunicazione ufficiale. Il momento in cui Netflix sarà online segnerà un punto di non ritorno per la fruizione di materiale audiovisivo che cambierà la realtà del nostro Paese.
Tantissime sono le persone che non vedono l’ora di poter usufruire della piattaforma e sarà da quel momento che forse anche qui da noi calerà finalmente la diffusione illegale dei prodotti seriali e dei film d’oltreoceano e di casa nostra.



0 Replies to “Netflix: previsto a Natale l’arrivo in Italia”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*