Connect with us

News

Shark Tank, la prima puntata

Il live del programma di Italia Uno
Irene Natali

Pubblicato

il

Il live del programma di Italia Uno
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 {module Banner sotto articoli}

Si inizia a pochi minuti dalle 21.30, con una breve anticipazione di quanto vedremo: la trattativa si intende andata a buon fine quando il concorrente ottiene interamente la cifra desiderata per il finanziamento della sua impresa. Vengono presentati gli “squali”: Gianluca Dettori, Fabio Cannavale, Mariarita Costanza, Giampietro Vigorelli e Luciano Bonetti.

Marco Pirovano

Si passa dunque alle prime proposte. Marco Pirovano, prendendo ispirazione dallo street food, lo ha declinato sulla polenta, pensando a quanta ne avrebbe venduta fuori dalla discoteca. Prima di passare al momento in cui esporre la propria idea, l’rvm di presentazione del ragazzo di Bergamo.

In realtà Pirovano ha già un’attività avviata, comprendente ben 10 punti vendita: è in cerca di finanziamenti per espandere il suo franchising della polenteria da strada. L’ipotesi poi è di puntare molto all’estero, perché è più difficile essere “profeti in patria”; chiede 30mila euro per il 10%.

Naturalmente, per valutare se valga la pena di prendere in considerazione la cosa, gli viene chiesto di assaggiare il prodotto, che viene apprezzato.

Il progetto viene apprezzato all’unanimità, tanto che alcuni giocano al rialzo. Cannavale offre 40mila euro, Vigorelli 50mila per il 10%,  mentre Costanza 60mila euro ma in cambio del 15%; Bonetti invece mette sul piatto 80mila euro in cambio del 20%. Ciascuno di loro spiega al concorrente in cosa potrebbero aiutarlo; alla fine è Dettori a convincere il ragazzo, con 50mila euro per il 10%. La prospettiva di esportare la polenta di PolentOne in America infatti, diviene la leva vincente.

Alessandro Malandra e i suoi  soci

Il secondo concorrente è Alessandro Malandra: insieme a quattro amici ha fondato il brand di abbigliamento Dolly Noire. I ragazzi chiedono 90mila euro per cedere il 15% del marchio: a distinguere i loro cappellini e magliette, i particolari materiali utilizzati. 

Malandra e soci hanno già aperto un negozio e hanno già dei testimonial, ma vogliono fare il salto di qualità: i soldi chiesti servirebbero per investire in marketing e partecipare a fiere di settore. 

Il business è  piccolo per convincere gli imprenditori: rimane solo Dettori ad esserne attratto. Dopo aver riflettuto attentamente, anche lui dice no: da un punto di vista del business, motiva, non sarebbe una scelta razionale.

Valentina Nesci

Tocca poi a Valentina Nesci, con il progetto di Miss Green. La sua idea è un’evoluzione dei prodotti del nonno erborista: propone creme personalizzate, che il cliente può realizzare da solo.

I cinque vogliono conoscere il nonno, colpiti dalla storia di questa nipote che ne prosegue la tradizione. Poi iniziano a incalzarla di domande per testare la validità della sua idea, facendole anche notare che spesso il cliente non sa cosa gli serva. Sono tuti molto scettici, e Valentina Nesci lascia il loft delusa per non aver ottenuto i soldi.

Il prossimo progetto riguarda invece i sensori di parcheggio: Fabio Lettieri chiede 500mila euro per il 10%. Come si può pensare di spiazzare la concorrenza? Con un prezzo molto accessibile di soli 39 euro.

Dettori propone 500mila euro per il 15%, mentre la Costanza 500mila per il 12%; gli altri si chiamano fuori. la donna è agguerrita, rifiuta di “collaborare” con il collega e si accaparra l’affare.

Si prosegue con Cat sweet home: un sito attraverso cui prenotare gli alberghi muniti di apposite “casette” per il proprio gatto. I cinque “squali” osservano subito che tutti hanno i cani, non i gatti: in conclusione insomma, si complimentano per l’entusiasmo.

 Un sito d’incontri che permette di incontrare l’anima gemella attraverso la grafologia: questo è Amore perfetto di Arnaldo e Marco Fiori, padre e figlio. 130mila euro in cambio del 15% della proprietà.

I visi dei severi finanziatori sono molto perplessi: non capiscono bene da dove derivino gli utili, e considerano l’analisi grafologica prettamente come una trovata di marketing. Nessuno dei cinque crede davvero in questo sito di incontri; Fabio Cannavale consiglia di riformulare l’offerta e tornare.

Milena e Piergiorgio

Ci spostiamo in cucina per la prossima proposta: un piatto con una parte centrale in ceramica che si riscalda. Posizionato su un’apposita piastra, il piatto permette direttamente di cucinare: i coniugi Milena e Piergiorgio chiedono 100mila euro per il 10%. Per questi piatti particolari, è stata posta attenzione al design: il punto critico individuato però, è che sia difficile vendere la piastra.

L’idea viene reputata interessante, ma destinata a decollare solo sul lungo periodo. Vigorelli e Cannavale offrono 150mila euro, ma in cambio del 20%: l’affare è concluso.

Milena e Salvatore propongono “l’apericoccole”: delle confezioni per il relax delle mamme, che già vendono attraverso il loro sito. La donna svela di aver realizzato di voler abbandonare l’ingegneria, mentre era a letto malata: è infatti affetta da sclerosi multipla e, con grande forza, dice di mettere i tacchi per non usare le stampelle. Aggiunge di voler rimanere in Calabria perché la sua terra ha bisogno che la gente rimanga e crei valore. 

I 90mila euro sembrano chiesti sembrano pochi: gli “squali” ne offrono 150mila in cambio del 35% della proprietà.

Carlo Maria Recchia

Carlo Maria Recchia ha 21 anni e vuole lavorare come agricoltore: ha puntato tutto sul mais corvino, un tipo di mais che esisteva molti anni fa e che, piantato nuovamente oggi, ha acquisito nuove caratteristiche. Una coltura praticamente unica, la sua.

Anche se ancora nel mercato non si è creato il bisogno di questo prodotto, gli investitori si lasciano coinvolgere dall’entusiasmo del giovane ragazzo: l’affare si chiude con 150mila euro in cambio del 20%, coinvolgendo tutti i 5 finanziatori.

Da Venezia invece, arrivano Fabio Penzo e i suoi soci: i tre hanno ideato un etilometro da smartphone, giustificando questa idea poco innovativa con la precisione del rilievo. Ciò che è importante, sostengono, è sapere con certezza se si supera il limite o no. Dettori li fredda: un simile oggetto interessa soprattutto i ragazzi che escono dalla discoteca, ma quanti ce l’hanno tra quelli che conoscete? Nessuno, appunto.

Pensando che ci sia molto da lavorare sul prodotto, Bonetti, Vigorelli e Cananavale vogliono il 30% della società e non il 10%; i tre rilanciano con una controproposta da 500mila euro e il 15%. Si tirano tutti fuori: lo sviluppo del business si ferma qui.

Gli imprenditori di Airlite

Airlite è una nanotecnologia: una vernice senza odore che non inquina. In un certo senso, un muro “pitturato” con Airlite diventa un depuratore per l’aria. I due imprenditori riescono a strappare un affare a cannavale: ben 750mila euro di finanziamento per un esiguo 3% di proprietà.

In conclusione, mentre scorrono i titoli di coda, una serie di idee che sono state brutalmente stroncate, dal gelato con 35 grammi di proteine al materasso personalizzabile. Vediamoa nche una breve anticipazione della puntata di giovedì prossimo.

Shark Tank si chiude qualche minuto prima della mezzanotte, con un ritmo veloce e Twitter  letteralmente impazzito per lo show, che è salito in trending topic alla quarta posizione. 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Marchigiana, sarda per metà e romana d’adozione, si laurea in comunicazione alla Sapienza con una tesi triennale sulla satira televisiva e la chiusura del Decameron di Luttazzi. La tesi specialistica è ancora sulla televisione, stavolta sul ruolo di Al-Jazeera nella “primavera araba”. Collabora con alcune testate giornalistiche e siti web, è stata analista televisiva del programma di RaiTre TvTalk, condotto da Massimo Bernardini. La partecipazione ad una serie di trasmissioni televisive, le ha consentito di conoscere a fondo tutto quello che ruota intorno al mondo del piccolo schermo. Ama scrivere e disegnare, soprattutto fumetti.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Game of Games cambia collocazione: ecco i motivi

Il nuovo show di Simona Ventura viene temporaneamente sospeso in attesa di nuova ricollocazione a causa dei bassi ascolti.
Irene Verrocchio

Pubblicato

il

game of games cambia collocazione Rai 2
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Game of games, il programma condotto da Simona Ventura in prima serata su Rai 2 cambia collocazione. Dopo le tre puntate già andate in onda, delle sei previste, la Rete ha deciso di sostituire gli appuntamenti del 21 e del 28 aprile con due film. Sono rispettivamente Tutta colpa dell’amore e La risposta è nelle stelle. Ecco i motivi della scelta.

game of games cambia collocazione giochi

Game of Games cambia collocazione, le motivazioni

Dalla prossima settimana Games of games viene temporaneamente sospeso. Il nuovo format di Simona Ventura, non andrà infatti più in onda in attesa di una nuova collocazione. Secondo alcune indiscrezioni dovrebbe essere spostato al martedì al termine dello show di Enrico Brignano Un’ora sola vi vorrei, previsto il 18 maggio.

Il programma della Ventura è ispirato all’omonimo format statunitense di Ellen DeGeneres che è stato esportato in tutto il mondo. E in Italia ha debuttato su Rai 2 lo scorso 31 marzo. I protagonisti dello show sono sei personaggi del mondo dello spettacolo che si alternano nelle sfide al posto dei veri concorrenti che sono invece persone comuni.

Il Vip vincitore di ogni manche permette a chi lo ha scelto di accedere alla semifinale. Ma solo un concorrente può partecipare allo step finale, Gioco dei Giochi, dove può vincere il montepremi se riesce ad indovinare alcuni volti noti con pochi secondi a disposizione.

Lo show però non ha molto convinto i telespettatori in quanto ha registrato bassi ascolti. La Ventura ha anche risentito della presenza su Canale 5 della fiction Svegliati amore mio con Sabrina Ferilli, della soap turca Daydreamer con Can Yaman. In Rai invece ha dovuto confrontarsi con Chi l’ha visto e con Il Commissario Montalbano che continua a registrare ottimi ascolti nonostante le repliche.

Gli ascolti delle prime tre puntate

Sono sei le puntate previste per la prima edizione di Games of games. Ma la Rai ha optato per la sospensione dopo il terzo appuntamento a causa degli ascolti insufficienti.

La puntata d’esordio di Game of games del 31 marzo ha registrato 1.267.000 telespettatori con 5.1% di share. Ma negli appuntamenti successivi l’indice di gradimento è nettamente peggiorato.

La seconda invece si è fermata a 915.000 spettatori con 3.7% di share. Nell’ultima, è tornata lievemente a salire soffermandosi sui 930.000 telespettatori con 3,9 % di share. Ancora pochi, però, per assicurare al programma la permanenza in video.

Con Game of games Simona Ventura era riuscita a tornare su Rai 2 dopo l’esperienza di The Voice of Italy. Le aspettative erano tantissime sullo show che, invece, non è molto adatto alla platea italiana, come i numeri dell’Auditel hanno dimostrato.

 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Salotto Salemi Mediaset Play, il talk show in streaming di Giulia Salemi

A partire dal 16 aprile, Giulia Salemi conduce Salotto Salemi, un talk show in esclusiva per il servizio in streaming online Mediaset Play.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

Salotto Salemi Mediaset Play
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Salotto Salemi è il nuovo talk show condotto dall’influencer Giulia Salemi, in esclusiva streaming per il servizio Mediaset Play. A partire da venerdì 16 aprile alle 19.00, la Salemi conduce per sei settimane consecutive il suo primo programma.

Salotto Salemi è prodotto da MNcomm in collaborazione con Brand On Solutions, l’area dedicata alle iniziative speciali di Mediamond, e con Naj Oleari Beauty e Mikado. Il programma è scritto da Silvia Rossi, mentre il Product Placement è a cura di Hub4Brand.

Salotto Salemi Mediaset Play, un format nato durante il lockdown

Giulia Salemi è dunque al suo esordio come conduttrice in solitaria di un programma Mediaset; probabilmente, anche in virtù del successo riscosso durante l’ultima edizione del Grande Fratello Vip, alla quale ha partecipato. La modella e influencer italo-persiana è attivissima sui social da sempre, tanto da meritare a pieni titoli la definizione di influencer. Su Instagram, la Salemi può infatti vantare oltre 1 milione e cinquecentomila followers, ma i numeri sono in continua crescita.

L’idea di Salotto Salemi nasce proprio sui social, durante il lockdown dello scorso anno. La Salemi in quell’occasione aveva organizzato uno show casalingo nel corso del quale dava consigli di make-up, cucina e salute, spesso in compagnia di amiche e amici ospiti. Il medesimo format è ora riproposto, con nuovi accorgimenti su Mediaset Play. Come avveniva sui social della Salemi, però, la conduttrice parlerà con i suoi ospiti di gossip, strappando loro confidenze e opinioni sorprendenti il più possibile. Il tutto in un clima amichevole e rilassato.

In passato, la due volte partecipante al Grande Fratello Vip ha già co-condotto due programmi televisivi; prima Ridicolousness Italia su MTV, dove lavorava insieme a Stefano Corti e Alessandro Onnis. E poi, Disconnessi on the road su Italia 1, insieme a Paola Di Benedetto e Paolo Ciavarro. 

Anteprima: gli ospiti confermati di Salotto Salemi

La prima ospite confermata di Salotto Salemi è Dayane Mello, modella e influencer. Anche la Mello ha partecipato, insieme a Giulia Salemi, all’ultima edizione del Grande Fratello Vip. 

Oltre a chiacchierare con lei, nella speranza di farle rilasciare dichiarazioni scottanti e qualche gossip in esclusiva sulla sua vita privata, la conduttrice propone alcuni beauty tips all’amica e collega. Tra una confidenza più intima e una chiacchiera, Dayane Mello fa quindi da modella di make up per la Salemi.

Tuttavia, sono molti gli ospiti vip la cui presenza è già stata confermata. Nel salotto di Giulia Salemi, nel corso di sei puntate, si avvicendano Paola di Benedetto, giovane show-girl e modella; Veronica Ferraro, una delle fashion blogger più seguite di Instagram, nonché grande amica di Chiara Ferragni.

E ancora, Gaia Zorzi, la sorella del noto influencer, anche lui ex “gieffino” Tommaso Zorzi. Inoltre, Martina Hamdy, modella, ex meteorina del TG4 e oggi presentatrice ufficiale dei programmi Meteo di Mediaset. Infine, Arianna Cirrincione, modella e influencer fidanzata con Andrea Cerioli, che ha conosciuto nel corso della trasmissione Uomini e Donne.

Si tratta, quindi, di ospiti giovani e molto noti sul panorama televisivo e sul Web, come influencer con milioni di followers sui social più diffusi come Instagram, Facebook e YouTube. 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Le Iene Alessia Marcuzzi salta la puntata del 13 aprile 2021

Alessia Marcuzzi salta l'appuntamento di martedì 13 aprile con la conduzione de Le Iene Show. Suo marito è risultato positivo al Covid.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

Le Iene Alessia Marcuzzi
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Alessia Marcuzzi salta l’appuntamento del 13 aprile 2021 con Le Iene Show su Italia 1. Lo ha annunciato la conduttrice stessa per mezzo di una storia pubblicata su Instagram. 

Le Iene Alessia Marcuzzi, di nuovo in quarantena

La conduttrice de Le Iene Show Alessia Marcuzzi ha reso pubblica in una storia sul social Instagram la notizia: non sarà presente nel corso della puntata del 13 aprile 2021. Come ha scritto lei stessa, infatti: “Purtroppo mio marito la scorsa settimana è risultato positivo al tampone molecolare. Ovviamente si è subito auto isolato e per ora sta bene.”.

Anche la Marcuzzi, intanto, sta bene, e ha rassicurato i fan della trasmissione aggiungendo che: “Io sono fortunatamente risultata negativa (ho già effettuato due tamponi molecolari). Ma come da protocollo sono cautelativamente in casa in attesa di ulteriori controlli. Con molto dispiacere, a tutela delle persone che mi stanno accanto, e per rispetto della prassi, non potrò essere presente a Le Iene che comunque seguirò da casa. Un bacio a tutti”.

Alessia Marcuzzi era già stata assente in passato dalla trasmissione, precisamente a ottobre 2020. In quell’occasione, però, era stato un suo tampone rapido a risultare positivo. Sta di fatto che, comunque, per il momento la Marcuzzi è dovuta tornare in quarantena, nel pieno rispetto della normativa per il contenimento del Covid. Perciò, Nicola Savino resta “solo” alla conduzione del programma; ovviamente, in compagnia delle voci dei membri della Gialappa’s Band.

Le anticipazioni per la puntata del 13 aprile

Intanto, sono già state pubblicate le prime anticipazioni per uno dei servizii in onda nella puntata de Le Iene Show di martedì 13 aprile.

Un operaio dell’azienda ArcelorMittal è stato licenziato dopo aver condiviso sul suo account Facebook privato un invito ai colleghi. Nel post l’uomo aveva condiviso un invito a vedere la serie “Svegliati amore mio”; nota per aver riportato all’attenzione del pubblico e dei media i rischi dell’inquinamento ambientale per la salute dei cittadini. I vertici dell’acciaieria non avrebbero apprezzato il gesto, che ha portato al licenziamento dell’operaio; giustificato, a loro dire, dai “contenuti denigratori e altamente lesivi dell’immagine dell’azienda.” presenti nel post.  Il servizio è a cura della Iena Alessandro Di Sarno. 

L’autore del servizio ha cercato di contattare in merito il responsabile delle risorse umane dell’azienda: Arturo Ferrucci. Che, pare, si sarebbe negato ai microfoni delle Iene in più occasioni. Così, il videomessaggio che la Iena Di Sarno avrebbe voluto mostrare al responsabile, è stato proiettato sulla facciata dell’azienda tarantina. 

Nel videomessaggio, è Ricky Tognazzi, uno dei registi e sceneggiatori di Svegliati amore mio, ad esporsi in difesa dell’operaio.Meglio mettere al rogo il film che mandare per stracci una persona, un uomo con famiglia e figli. Arrestateci tutti, arrestate noi, fermateci. Siamo dei potenziali terroristi che abbiamo causato, in qualche modo, il licenziamento di un povero operaio. Grazie ArcelorMittal per aver fatto quello che la censura non è riuscita a fare in cent’anni”. afferma Tognazzi.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it