Giusy Versace: dopo Alive sogno Rio 2016


L'intervista all'atleta paraolimpica e conduttrice


Come è nata la nuova esperienza di Alive?
Da una telefonata di Simona Ercolani, che ho avuto modo e piacere di conoscere diversi anni fa. Insieme al direttore Lombardi, mi ha voluta incontrare per propormi questo progetto. Io ho accolto la proposta con grande entusiasmo, perché vengono raccontate storie di gente che ce l’ha fatta e ha trovato la forza di reagire davanti alle tante difficoltà che la vita ha posto loro davanti.

Nel programma racconta molte storie vere, quali l’hanno maggiormente colpita emotivamente?
Non c’è stata una storia in particolare ma tutte sono state importanti, emozionanti e con le loro peculiarità. Di certo le storie di violenza sulle donne mi hanno scossa emotivamente più delle altre.

Quanto ha contribuito Ballando con le stelle a farla conoscere dal grande pubblico televisivo?
Tantissimo, perché se prima ero seguita da un pubblico più attento allo sport, Ballando mi ha fatto entrare nella case di tutti e non mi aspettavo di essere seguita da così tanti ragazzi giovani. Ho partecipato a Ballando per dare un messaggio di forza, portare la disabilità nelle case di tutti e Ballando mi ha permesso di fare questo.

Giusy Versace a Ballando con le stelle 2014

È cambiata la sua vita dopo la grande notorietà? E in che modo?
La mia vita è rimasta uguale, sono solo un po’ più ricca di impegni. Anche perché dopo Ballando ho sperimentato anche l’esperienza teatrale con Raimondo Todaro: abbiamo portato in scena la storia della mia vita, alternando momenti di recitazione a momenti danzati. È piaciuta molto e spero di continuare a farlo anche in futuro.

Ci racconta di questa nuova esperienza in Germania in uno show del tipo di Ballando con le stelle?
Io e Raimondo siamo stati invitati ad esibirci a Colonia in occasione dell’ultima puntata di Let’s Dance, un contest di ballo tedesco, come il nostro Ballando. Non è l’unica occasione, perché siamo stati già invitati in Albania sempre in occasione della finale del programma albanese. Mi fa molto piacere che anche all’estero hanno avuto un occhio attento sull’edizione italiana. Il fatto di essere senza gambe e ballare ha suscitato interesse anche fuori dall’Italia e sono oltremodo felice che oltre confine ci sia la volontà di condividere questo messaggio.

Quali sono i valori fondamentali in cui crede?
L’amore ed il rispetto per la vita e per la famiglia.

Ci anticipa i suoi progetti futuri? Sia nel mondo dello spettacolo che dello sport…
Nello sport, l’ obiettivo più importante sono i Mondiali che disputerò in Qatar a metà ottobre e poi il sogno si chiama Rio 2016. Per il resto, vivo la giornata.

Che tipo di letture preferisce?
Mi piacciono i gialli.



0 Replies to “Giusy Versace: dopo Alive sogno Rio 2016”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*