Il terrore sconvolge i palinsesti televisivi


Cambiata la programmazione della prima serata di Rai1


Man mano che il pomeriggio avanzava, gli organi di informazione hanno cominciato a prendere coscienza dela gravità della situazione: tre attentati terroristici hanno scosso Tunisia, Francia e Kuwait. Tutti rivendicati dall’Isis. E man mano che il numero delle vittime andava aumentando, i vari Tg hanno cominciato a documentare con sempre maggiori particolarti le dimensioni della tragedia. Ed è stato verso il tardo pomeriggio che è stato deciso di cancellare dalla prima serata di Rai1 lo speciale Una notte per Caruso, per dare spezio ad una altrettanto edizione speciale di Porta a porta. Bruno Vespa, ha messo in moto la macchina dell’emergenza e tra poco gestirà una prima serata dedicata all’emergenza terrorismo nel mondo. La puntata ha per titolo Venerdì nero del terrorismo ed è realizzato in collaborazione con il Tg1.

Dunque la percezione della gravità della cronaca odierna, è arrivata solo tardi. E tocca a Vespa adesso cercare di fare il punto su una escalation del terrore che oramai non ha più confini. Diamo atto, però al Tg1 di essere intervento per primo e aver documentato i tre attentati. Il primo è avvenuto in Tunisia: i morti fino al momento in cui scriviamo sono 20, i feriti 36 ma il numero è destinato purtroppo ad aumentare. Il secondo è avvenuto in Kuwait: 25 morti e 200 feriti in una moschea sciita. E in Francia, in una centrale a gas un uomo è stato brutalmente decapitato. Tutte e tre le azioni terroristiche sono state rivendicate dall’Isis.A queste si deve aggiungere la Siria, dove in duie città Kobane e Asaka, la furia del terrore ha sacrificato la vita di 120 persone.

Fortunatamente a essere presenti sull’attualità sono stati Sky Tg24 e Rai News che hanno documentato, ad horas le terribili e drammatiche conseguenze degli attentati di oggi, 26 giugno.



0 Replies to “Il terrore sconvolge i palinsesti televisivi”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*