Retequattro punta sull’attualità. Porro, Palombelli e Greco all’assalto di La7


Retequattro punta tutto sull'attualità. Porro, Palombelli e Greco all'assalto degli ascolti di La7


La sfida è lanciata. Mediaset sferra un attacco notevole al fortino di La7 che in questa stagione ha potuto festeggiare un pieno di ascolti quasi inaspettato. Nel mirino di Cologno ci sono i talk e i programmi di approfondimento.

Da Lilli Gruber a Giovanni Floris, da Massimo Giletti a Corrado Formigli. Il canale scelto per l’attualità è Retequattro, che avrà un palinsesto di prima serata tutto dedicato  all’approfondimento. Cronaca, politica, arte, misteri e scienza. In access time, in piena concorrenza con Lilli Gruber, ci sarà la nuova striscia quotidiana di Barbara Palombelli.

I talk in prima serata saranno due. Uno affidato a Nicola Porro, che farà anche Matrix in seconda serata su Canale 5 (il conduttore è stato convinto a restare a Mediaset proprio dopo l’ok alla prima serata). L’altro condotto da Gerardo Greco, che va a dirigere anche il Tg4. Porro si occuperà principalmente di temi politici, mentre Greco svarierà un po’ di più tra l’attualità e i temi più importanti di giornata.

Al momento non sembrano ci siano programmi per Paolo Del Debbio e Mario Giordano, ritenuti dai responsabili dell’informazione, troppo sensibili nei loro programmi ai temi populisti. Mentre la linea editoriale che deve prevalere è quella moderata.

Un altro appuntamento molto atteso – probabile nella prima serata del lunedì – è il nuovo programma di Roberto Giacobbo, l’ex Rai e Voyager. Ovviamente sarà una trasmissione nella quale il conduttore divulgherà con capacità narrativa i segreti e i misteri della scienza e dell’arte.

Confermato l’appuntamento di Quarto Grado al venerdì con Gianluigi Nuzzi e Alessandra Viero in conduzione. Il programma continuerà a occuparsi dei delitti e dei casi di cronaca irrisolti, i cui sviluppi investigativi tengono con il fiato sospeso l’opinione pubblica.
Un altro programma che rivedremo è la Strada dei Miracoli, Anche se probabilmente non a inizio stagione ma qualche mese dopo la partenza autunnale.

A pochi giorni dai palinsesti, tuttavia, Retequattro è ancora un cantiere aperto. Non è facile infatti incastrare tutti i mattoncini. Di sicuro i vertici aziendali e della rete sono convinti che la rete sarà molto competitiva. Ci sarà grande spazio per l’autoprodotto. Una svolta di qualità anche per i film che non saranno di magazzino ma verranno scelti i migliori.

Per il momento si pensa poco all’intrattenimento, anche perché il budget è quello che è, e questo tipo di trasmissioni costano sicuramente più dei talk e poi, ne è l’esempio Raidue, troppo spesso si fa fatica a conquistare ascolti, anche con prodotti validi e costosi.



0 Replies to “Retequattro punta sull’attualità. Porro, Palombelli e Greco all’assalto di La7”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*