L’Eredità vince ma Flavio Insinna non convince


L'Eredità | Flavio Insinna per adesso vince ma non convince. Il comportamento del successore di Fabrizio Frizzi non è piaciuto né ai telespettatori né al popolo del web.


L’esordio di Flavio Insinna al timone de L’Eredità continua a non convincere. Il conduttore appare ingabbiato nel ruolo di padrone di casa. Si comporta senza schiettezza con i concorrenti, sembra quasi un impiegato statale che esplica le proprie funzioni con distacco e freddezza, senza alcun coinvolgimento con i concorrenti.

È difficile per il telespettatore accettare un cambiamento simile nella gestione di un programma basato soprattutto sul rapporto con i partecipanti. Infatti in passato i concorrenti, che tra l’altro cambiano con molta frequenza nel corso delle puntate, erano inseriti in un contesto quasi familiare grazie al padrone di casa.

Confrontare oggi una puntata condotta da Flavio Insinna con una precedentemente gestita da Fabrizio Frizzi, provoca una enorme malinconia. Ci si trova dinanzi a due gestioni completamente opposte: da una parte la schiettezza, la leggerezza ed il family friendly del conduttore precedente, dall’altra la freddezza e il distacco di un presentatore il cui fine principale è cercare di accreditarsi di nuovo presso i telespettatori e far dimenticare i fuori onda di Striscia la notizia.

A nostro parere Flavio Insinna non è la scelta giusta per L’Eredità. La strada che deve compiere è ancora molto lunga e l’atteggiamento, che crediamo studiato a tavolino, con il quale si è presentato a L’Eredità, non gli rende certo onore. Anche il web è stato diviso sulla sua presenza nel game show di Rai 1. I commenti sono stati anche abbastanza duri.

Molti hanno visto in maniera negativa l’approccio di Insinna con i concorrenti.

Qualcuno lo ha addirittura paragonato ad un esecutore testamentario per il modo con cui si presenta. Qualche altro ha addirittura scritto che al posto di Insinna gli sembra di guardare il programma religioso “A sua immagine”. Qualche altro lo ha definito soporifero e c’è stato anche chi ha chiesto al nuovo presidente Rai Marcella Foa, come primo atto di togliere Insinna dalla trasmissione.

Altri ancora, ricordando i personaggi religiosi da lui interpretati nelle fiction, hanno paragonato L’Eredità ad una messa vespertina celebrata da “Don Flavio“.

Qualcuno ha ricordato che anche Gabriele Corsi all’inizio di Reazione a Catena era ingessato. Poi è migliorato.

Bocciato quindi dal web, Flavio Insinna deve andare avanti. Ricordiamo che qualche mese fa, sempre sul web, era circolata l’indiscrezione che il conduttore avrebbe potuto essere allontanato dal programma dai nuovi vertici. Bisogna adesso che si conquisti la permanenza nel game show cercando di tornare il conduttore conosciuto prima che fossero divulgate le immagini di Striscia la Notizia.

Insinna deve rendersi degno di tutti gli sforzi che ha fatto mamma Rai per cercare di ripulirne l’immagine. È stato un lungo percorso che ha coinvolto tutte e tre le reti della TV pubblica. Il figliol prodigo sembra adesso tornato all’ovile, ampiamente pentito dei comportamenti precedenti.

La strada è appena iniziata e la meta è lontana, lontanissima. Tutto potrà ancora succedere: sta solo ad Insinna evitare il peggio.



One Reply to “L’Eredità vince ma Flavio Insinna non convince”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*