La settimana tv 13-19 gennaio 2018 meglio e peggio della programmazione


La settimana tv 13-19 gennaio 2018 meglio e peggio della programmazione. Promossa la prima puntata di '90 Special, bocciate Le spose di Costantino e Kronos- il tempo delle scelte


Ancora una settimana in cui Raiuno ha fatto la voce grossa dal punto di vista degli ascolti in prima serata. Almeno fino al weekend: infatti il sabato non ce n’è per nessuno contro Maria De Filippi. Le Meraviglie di Alberto Angela e Don Matteo 11 sono due garanzie di successo nei giorni centrali della settimana (con quasi 6 milioni di spettatori e il 24% di share il primo e 7 milioni con il 29% il secondo). Al lunedì e martedì ci pensa la fiction. Romanzo Famigliare, la prima firmata da Francesca Archibugi si sta difendendo bene anche se qualcuno la critica per il doppiaggio non ritenuto perfetto.

Canale 5 ha avuto un’impennata con Perfetti Sconosciuti, il film trasmesso in prima tv sulle reti generaliste che ha superato il 20% di share. Nelle altre sere il Biscione – escludendo ovviamente C’è Posta per te della De Filippi cha ha portato a casa una media di 5 milioni e 700 mila spettatori, pari al 29,3% di share – ha incassato una sconfitta dopo l’altra. E la media è oscillata tra il 12 e il 14%. Si è salvata soltanto la fiction A Testa Alta su Libero Grassi che ha raggiunto il 16%.

Ma seppure non abbiano vinto la sfida degli ascolti, Raidue e Italia 1 hanno fatto divertire il pubblico a casa in due diverse serate. Il secondo canale di Viale Mazzini al martedì con Stasera tutto è possibile condotto da Amadeus in grande spolvero e a seguire con Sbandati che ha fatto registrare il record stagionale di ascolti (6,5%). Serata all’insegna del divertimento il mercoledì per coloro che hanno visto Nicola Savino con Fiorello, Jovanotti e Rocco Siffredi su Italia 1. Ottima la prima di 90 Special con 2 milioni e 300 mila spettatori di media e il 12% di share. Sketch, gag, improvvisazione: è sembrato a tratti di rivedere la tv di Arbore e Frassica, con il conduttore Savino nei panni del bravo presentatore. A seguire, il vecchio Classe di ferro che ha fatto più share di Matrix in onda su Canale 5.

Nonostante un’ottima Paola Ferrari, che in Ghana ha fatto scoprire al pubblico una nuova sfaccettatura del suo carattere e della sua indole, il format Le Spose di Costantino fatica a decollare. Sempre su Raidue è partito davvero male – dal punto di vista degli ascolti – il talk di Raidue Kronos, seppure ci sia stato ospite Silvio Berlusconi che di questi tempi ovunque va porta a casa ascolti buoni. Probabilmente la collocazione al venerdì non è stata felicissima. Anche perché si è vicini al fine settimana e la gente vuole staccare la spina dalla politica. Meglio lo sport o divertirsi.

Giovedì sera l’allievo Corrado Formigli con Piazzapulita al 5% ha superato il maestro Michele Santoro che con M si è fermato al 4,3%. Ha fatto peggio Quinta Colonna al 3,8%. Bene su Sky Uno Masterchef con il 4% e più di un milione di abbonati in visione. Quasi il 15% per l’Intervista di Maurizio Costanzo ad Al Bano in seconda serata su Canale 5.

Giovanni Floris ha surclassato anche martedì scorso Bianca Berlinguer: un milione e mezzo di spettatori e il 6,5% contro il 3,7% del programma di Raitre. A macchiare la performance del talk di La7 l’infelice uscita di Gene Gnocchi sul maiale e Claretta Petacci. Uno scivolone che ha scatenato un putiferio contro il comico che si è scusato per il malinteso.

Buoni gli esordi di Il Terzo Indizio su Retequattro con Barbara De Rossi e Amore Criminale su Raitre con Veronica Pivetti, entrambi sopra il 6%.
Molto bene anche la fiction di Raitre La Linea Verticale con Valerio Mastandrea (7,5%). Più che positivi al venerdì gli esordi di Superbrain con Paola Perego e della serie Immaturi su Canale 5.

Guardando ai programmi del mattino e del pomeriggio ci sono da registrare gli ottimi (e ormai consueti) ascolti di Eleonora Daniele ed Elisa Isoardi su Raiuno e l’impennata di share di Salvo Sottile con Mi manda Raitre. La Prova del cuoco ha guadagnato 2 punti in più con le lacrime della Clerici per la morte del cane. Al pomeriggio non ci sono solo Barbara d’Urso e La Vita in diretta ma una Sveva Sagramola in ottima forma con Geo.

Alla domenica vola oltre il 18% Barbara d’Urso con Silvio Berlusconi superando nettamente Domenica In, che torna a cuccia dopo un breve periodo di feste.

Sempre in alta quota il Kilimangiaro di Raitre. L’ultima citazione è per Pino Strabioli che si è visto cancellare il suo programma Grazie dei Fiori al giovedì perché Santoro straripa e gli toglie lo spazio, ma si è preso la soddisfazione di fare un ascolto migliore del teletribuno nella nuova collocazione in fascia access. Chi la fa l’aspetti.



0 Replies to “La settimana tv 13-19 gennaio 2018 meglio e peggio della programmazione”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*