x

Connect with us

x

Opinioni

La settimana tv 20-26 gennaio 2018, meglio e peggio della programmazione

La settimana tv 20-26 gennaio 2018: il meglio e il peggio della programmazione. L'esordio de L'isola dei famosi conquista ascolti ma si rivela più trash del passato

Pubblicato

il

La settimana tv 20-26 gennaio 2018: il meglio e il peggio della programmazione. L'esordio de L'isola dei famosi conquista ascolti ma si rivela più trash del passato
Condividi su

Lunedì sera ha tenuto il passo degli ascolti registrati dall’Isola la fiction Romanzo Famigliare su Raiuno, seppure sia scesa sotto il 20%. In media Giacobbo con Voyager (oltre il 7%) e Presa diretta (5%), due programmi che vantano un altro tipo di pubblico.

Netto calo invece per Fabio Fazio (sceso sotto il 10%) che come tutti i programmi in seconda serata ha accusato l’effetto Isola. In verità Che tempo che fa è andato male anche domenica sera (14%), quattro punti di share in meno, rispetto alle ultime prestazioni. È pur vero che alla stessa ora si è giocato Inter-Roma e quando c’è il calcio, Fazio paga dazio.

Sui gradini più alti del podio della settimana ci sono sempre Don Matteo (28% e 7 milioni di spettatori) e le Meraviglie di Alberto Angela (con 5 milioni e mezzo e il 23%). I due programmi fanno da ottimo traino anche a Porta a Porta, al punto che Bruno Vespa non fa che ricevere richieste dai leader di partito per essere ospiti in quei due giorni.
Male invece Il Segreto in prima serata che affonda sotto i colpi di Angela. Mentre al cospetto di Don Matteo si è difeso con onore Checco Zalone, all’ennesimo passaggio in tv con Sole a catinelle.


Cala anche 90 Special con Nicola Savino su Italia 1 alla seconda puntata. Senza Fiorello e Jovanotti non è facile tenere una media alta.
Due format che non carburano proprio sono Le Spose di Costantino e Kronos-il tempo della scelta, entrambi in prima serata su Raidue. Addirittura il flop è clamoroso perché la media share è sotto il 3%!
Bella L’intervista di Maurizio Costanzo a una sincera Antonella Clerici.

In questa settimana i telespettatori hanno assistito alla caduta di stile delle due signore del Biscione, Federica Panicucci e Barbara d’Urso, che come se fossero ancora all’asilo si sono fatte i dispetti, rivendicando la militanza a Mattino 5 che festeggia il decennale. Sono state talmente… brave da meritarsi un tapiro ciascuno che Striscia ha consegnato loro in una puntata vista da una media di 5 milioni e 200 mila spettatori.

Sull’altalena troviamo il tv movie su Rocco Chinnici con il 20% in prima serata e Domenica In, tornata nei bassifondi con il ritorno della d’Urso. Tra i talk Giovanni Floris con diMartedì si conferma il più visto in prima serata, mentre la palma del migliore in seconda serata va a Bruno Vespa.

Tutto il resto è noia… A parte Corrado Formigli che a Piazzapulita ha fatto molto bene a invitare tecnici come Davigo e Cottarelli al posto dei politici per commentare la valanga di buoni propositi propagandati dai partiti in campagna elettorale.


Condividi su

Marco Castoro, giornalista freelance, professionista dal 1990. Oggi: scrive di televisione da 20 anni. Collaboratore de Il Messaggero. Titolare della rubrica Tele&Visioni sul Messaggero.it. Collaboratore de Il Corriere dello Sport e di RTL102.5. Blogger del Fattoquotidiano.it e www.marcocastoro.it. Ieri: vicedirettore "La Notizia". Caporedattore centrale e giornalista parlamentare a Italia Oggi. Caporedattore centrale e capocronista al Tempo. Inviato ai Mondiali di calcio Italia '90 e al terremoto di Nocera Umbra.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

ARCHIVIO

Maggio 2022
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Seguici su:

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it