La settimana tv 2-8 marzo | il meglio e peggio della programmazione


La settimana tv 2-8 marzo il meglio e peggio della programmazione. In voga le maratone elettorali. Boom per Mentana, Vespa e la Merlino


La settimana tv è stata caratterizzata dagli speciali per le elezioni. Tutti i big in campo con le consuete maratone elettorali. Ancora una volta ha fatto un figurone Enrico Mentana con l’exploit del 15% di share. Ma tutta La7 è andata fortissimo. L’Aria che tira di Myrta Merlino al 12,6%, Lilli Gruber al 10% e Giovanni Floris con diMartedì oltre il 9%. Perfino Zoro con Speciale Propaganda Live è andato bene, è arrivato a 5 punti e mezzo di share.

Ottima performance anche per PiazzaPulita al 7%. La medaglia d’oro va però a Bruno Vespa, pure lui impegnato nella maratona notturna conclusa alle 6 del mattino con lo speciale Porta a Porta che ha fatto registrare quasi 3 milioni e 200 mila spettatori e il 22% di share. Nicola Porro con Matrix si è fermato all’8%. In ripresa anche #cartabianca e Quinta Colonna che hanno chiuso con una media vicina al 6%.

Settimana positiva pure per Le Iene, Chi l’ha visto?, Don Matteo e il solito Commissario Montalbano, che anche in replica è campione di ascolti.
La prestazione super della settimana va assegnata però alla Juventus che con una media di 8 milioni di spettatori e il 28,6% di share ha vinto anche la partita degli ascolti. Grazie alla diretta in chiaro su Canale 5 della gara di Champions League con il Tottenham ha surclassato la fiction di Raiuno “È arrivata la felicità” che non è… arrivata neanche all’11% di share.

La Juve ha fatto meglio perfino del Commissario Montalbano, in onda la sera prima su Raiuno (la replica dell’episodio “Un Covo di Vipere” è stata vista da una media di poco superiore ai 6 milioni di spettatori, pari al 24,8% di share). Per la squadra bianconera record stagionale di ascolti di un evento sportivo in tv. Sommando Canale 5 e Mediaset Premium in pay tv gli spettatori che hanno visto la partita di Buffon e compagni sono arrivati a una media di 8.561.000 e il 30,78% di share. Il precedente record apparteneva a Milan-Inter di Coppa Italia su Raiuno con 8.267.000 telespettatori.

Risultato deludente per MasterChef 7. Rispetto alla scorsa stagione sono andati in fumo mezzo milione di spettatori. Nel confronto ha pesato l’assenza di Carlo Cracco. La finale della settima edizione di MasterChef – in onda su SkyUno e visibile solo agli abbonati – è stata vista da una media di 984.000 spettatori pari al 3,9% di share la prima puntata, e 958.000 pari al 4,6% la seconda. Buoni risultati, ma non ascolti record. La finale dell’anno scorso è stata vista da un milione e 641 mila spettatori di media (6,1% di share) nel primo episodio e 1.517.000 (7%) nel secondo.
Due citazioni a parte meritano Striscia la Notizia che in settimana ha sfiorato i 7 milioni e il film Don Camillo che su Retequattro è stato rivisto da oltre 1 milione e 300 mila spettatori con il 5,6% di share.



0 Replies to “La settimana tv 2-8 marzo | il meglio e peggio della programmazione”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*