Announo, solo voyeurismo nel parlare ai giovani


Riflessioni sulla puntata del talk show che si è occupato della Rete e dei social network


 L’ossessione di catturare telespettatori era visibile anche nel parterre di ospiti: Belen Rodriguez insieme ad Antonio Di Pietro e Alba Parietti. Ma c’è stato anche un collegamento con Rocco Siffredi accolto con un applauso caloroso. Nei servizi andati in onda erano evidenti le atmosfere de Le Iene da cui viene Pablo Trincia, ma c’era anche molto di Amore criminale, e di Domenica live.

Insomma un mix di infima qualità evidente in tutte le fasi della puntata. Sono state mostrate immagini discutibilissime dei comportamenti di giovani e minorenni sui social, assimilabili ad una vera e propria prostituzione non sempre virtuale. Sono state utilizzate frasi ed espressioni esplicite che potrebbero nuocere gravemente all’equilibrio psicologico dei telespettatori più sensibili e soprattutto dei minori che, in prima serata, potrebbero essere dinanzi al piccolo schermo.

Announo ha utilizzato anche le ricostruzioni firmate, le docu- fiction che sono presenti in programmi come Amore criminale (ma qui l’obiettivo è completamente differente). E si è respirata l’inquietante insistenza di scavare nelle vite private propria di trasmissioni come Domenica Live e Pomeriggio 5 che hanno trattato argomenti come il sesso e la prostituzione minorile con superficialità impressionante. E soprattutto senza alcun supporto di aiuto come la presenza di uno psicologo.

La discussione ha avuto un solo argomento base: il sesso, lo scambio di favori sessuali in cambio anche di una sola ricarica telefonica. A rendere ancor più deprimente la serata le risposte e le opinioni dei 21 giovani che erano presenti in studio. Osservazioni superficiali, finalizzate a suscitare solo curiosità. Paradossalmente Belen Rodriguez, nel mare magnum di ossessiva voglia di stupire, ha espresso le opinioni meno banali e meno strappa- audience: ha parlato del video messo in rete alcuni anni fa che la ritraeva in atteggiamenti intimi con l’allora fidanzato, ha dato qualche suggerimento su come sfuggire alle insidie del web.

Ma, ciliegina sulla torta, ecco il collegamento con Siffredi che si è imposto come una sorta di guru del porno su Internet. Una “lezione ex cathedra” che Giulia Innocenzi ha spronato il più possibile.

Forse è stata la mancanza di argomenti politici a spingere ad un tale degrado la seconda puntata di Announo.



0 Replies to “Announo, solo voyeurismo nel parlare ai giovani”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*