Connect with us

Soap e serie tv

Lea di Marco Tullio Giordana anteprima al Roma Fiction Fest

Tutte le anticipazioni sulla fiction in onda su Rai 1 il prossimo 18 novembre
Avatar

Pubblicato

il

Tutte le anticipazioni sulla fiction in onda su Rai 1 il prossimo 18 novembre
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

{module Google ads}

Oggi invece è toccato inaugurare la kermesse – che sfoggia un mini tappeto rosso in piazza Cavour – a “Lea”, film tv fuori concorso in programmazione su RaiUno il 18 novembre prossimo. Bel lavoro con la firma di Marco Tullio Giordana al quale si devono due cult movie del piccolo schermo, “I cento passi” (2000) e la saga in due atti “La meglio gioventù” (2003) che lanciò attori poi cresciuti molto in televisione e sul grande schermo, come Luigi Lo Cascio, Alessio Boni, Maya Sansa.

“Lea” si ricollega al primo, perché racconta una storia di n’drangheta veramente accaduta, come “I cento passi” distendeva sullo schermo l’atroce morte per mafia di Peppino Impastato. E se lì la ribellione alla violenza organizzata è di un uomo, qui è di una, anzi di due donne.

La vera Lea Garofalo

Lea infatti è quella Lea Garofalo nata nel 1975 in una famiglia affiliata alla ‘ndrangheta che – dopo aver visto ucciso il padre e il fratello – decide di lasciare il marito, pure lui boss, e di diventare testimone di giustizia. Lo fa soprattutto per la figlia Denise, cresciuta nel terrore di colpi di fucile sparati nella notte, del viavai in casa di trafficanti di droga gestiti a Milano dal padre, Carlo Cosco, o di irruzioni improvvise, nella notte, dei carabinieri che arrestano quel genitore infame. Non serve a Lea mollare Carlo mentre è in prigione, non le serve andare a lavorare a Bergamo. Anche se in carcere, il marito la insegue tramite i suoi “emissari”, con la bramosia di riprendersi, se non lei, la figlia. Allora Lea fa la scelta estrema: ribellarsi e denunciare con racconti circostanziati il sistema nel quale le è toccato vivere. Per lei e per Denise comincia la fuga. Da Petilia Policastro, il paese d’origine, a Fabriano e a Bari, dove vive sotto protezione, con un altro nome, priva di documenti. E però quello scudo si spezza sulle pastoie burocratiche e, anche, sulla necessità dello Stato di avere risultati concreti dalle denunce della donna.

Il cast a Roma Fiction Fest con Marco Tullio Giordana

Intanto Cosco finisce di scontare la pena e si ripresenta implacabile. Nel 2005 uccide Floriano, il fratello di Lea reo di non averla riportata a miti consigli e, peggio, di non averla punita. Mellifluo, convince Lea – che pure si è rivolta a Libera, l’Associazione contro le Mafie di don Ciotti – ad accettare il suo aiuto per crescere e far studiare Denise. Sarà lui a farle vivere lontane dalla Calabria, a Campobasso. Ma quella “protezione” si rivela una trappola. Lea scompare una sera che Denise, tornata a Milano, va a cena nella casa del padre. E’ il 2009. “Se n’è andata in Australia, a prendere il sole”, cerca di far credere Carlo alla ragazza, che ora ha diciassette anni. Lei però ha nel sangue la ribellione che le ha trasmesso la madre. Accetta la proposta della polizia, dove si è recata per denunciare la scomparsa di Lea, di farsi infiltrata nella famiglia paterna, nella quale deve andare a vivere. Giorni strani, nei quali al dolore affianca un sentimento bello, il feeling con un ragazzo del posto, Carmine. Giorni ai quali segue lo sgomento: grazie alle intercettazioni gli inquirenti arrestano Carlo e i suoi complici. E tra loro c’è anche quel ragazzo.

 Lea: un drammatico destino

Non le resta che cercare l’avvocatessa di Libera che aveva messo in guardia Lea. Si va a processo, ma il corpo della donna ancora non si trova e il castello accusatorio rischia di essere demolito. Senonché Carmine, tormentato dai rimorsi, confessa. Ha partecipato a bruciare e seppellire i resti di Lea. Si scava, si trovano poche tracce, tra le quali una catenina d’oro, che Denise riconosce. In tribunale testimonia contro il padre. Lo inchioda, con gli altri criminali, alla verità.
La sequenza finale riporta un documento: i funerali che nel 2013 la ragazza volle si svolgessero a Milano, dove era stata una bambina felice. Un epilogo con il quale Giordana sigla la coincidenza del racconto filmico ai fatti davvero accaduti. Ed è proprio la consapevolezza di questa aderenza che permette allo spettatore di accettare un plot che altrimenti sarebbe parso viziato da leggerezze di sceneggiatura. “Non abbiamo inventato nulla, eccetto la condensazione dei tre processi necessari alla sentenza di colpevolezza – ha spiegato Giordana – E con Monica Zapelli ci siamo detti che la realtà di Lea e Denise Garofalo va sì al di là di ogni immaginazione, ma è la loro inoppugnabile realtà. Il film si basa tutto su materiale d’inchiesta giornalistica e sugli atti dei processi. E abbiamo lavorato a togliere, invece che ad aggiungere”. Una austerità che talvolta rende troppo rapido lo sviluppo del plot. Ma che del resto evita al film le trappole della retorica.

I funerali della giovane donna

“Portiamo in televisione il cinema di impegno civile – dice Francesca Tura che per Bibi Film ha prodotto la pellicola con Rai Fiction – E lo abbiamo fatto d’intesa con l’Associazione Libera di Don Ciotti, al quale la daremo dopo il passaggio in tv. Servirà a formare i giovani, i ragazzi delle scuole. Servirà a far crescere, con la forza delle immagini, una cultura contro le mafie”.
Non nascondono un po’ d’emozione le due protagoniste, che Giordana ha scelto tra volti non usurati dalla presenza sul piccolo schermo: la Lea scavata, nervosa, determinata contro il crimine e dolce con la figlia è disegnata da Vanessa Scalera; la Denise fragile, sconvolta, ma infine consapevole di dover lottare è Linda Caridi. A loro si affiancano interpreti tutti ben calibrati: da Alessio Praticò, nei panni di Carlo, a Mauro Conte, che è Floriano. Fino al cameo di Giulia Lazzarini, che rivediamo volentieri dopo il ritorno al grande schermo in “Mia madre” di Nanni Moretti.
“Avrei voluto incontrare la vera Denise”, rivela Linda Caridi. Così come Giordana ha un desiderio: “vedere questo film insieme con la ragazza”. Impossibile, perché la figlia di Lea, che ora ha 23 anni, vive sotto strettissima protezione. Chissà dove e chissà con quale nome.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lidia Lombardi, free lance dopo essere stata per 35 anni nella redazione del quotidiano "Il Tempo" dove ha ricoperto il ruolo di responsabile del servizio Cultura e Spettacoli dal 2001 al 2013. La sua più ferma convinzione professionale: il giornalismo non è per solipsisti, ma un lavoro d'equipe.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Soap e serie tv

Leonardo quarta puntata – anticipazioni, trama e finale

Si conclude la serie televisiva dedicata al grande genio di da Vinci con Aidan Turner nel ruolo del protagonista.
Angela Grimaldi

Pubblicato

il

Leonardo quarta puntata
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Quarta ed ultima puntata di Leonardo, la serie evento di Rai 1 che sta andando in onda in prima visione televisiva il martedì alle 21:25.

Protagonista nel ruolo del genio Leonardo da Vinci è l’attore Aidan Turner. Inoltre nel cast ci sono Matilda De Angelis, Freddie Highmore e Giancarlo Giannini nel ruolo di Andrea del Verrocchio.

Leonardo quarta puntata attori

Riassunto puntata precedente

Nella puntata precedente i telespettatori hanno visto come Leonardo da Vinci sia stato messo in guardia da Niccolò Machiavelli, ambasciatore fiorentino ad Imola. Il Macchiavelli lo aveva avvertito che proprio il suo valore avrebbe potuto metterlo in pericolo. A quel punto Leonardo aveva chiesto aiuto e, mentre il lavoro lo spingeva a impegnarsi sempre di più, finalmente gli arriva un sostegno da una persona dalla quale meno se l’aspettava.

Leonardo quarta puntata dove è girato

Leonardo – trama quarta puntata

La puntata inizia con Leonardo che ritrova Caterina da Cremona e intanto sta portando avanti il suo lavoro. La sua personalità però è frustrata dal successo crescente che sta ottenendo un artista più giovane di lui. Si tratta di Michelangelo Buonarroti.

Leonardo non ha mai sopportato di essere secondo a nessuno perché consapevole del proprio genio e della propria grandezza. Intanto mettendo da parte i suoi veri sentimenti viene convinto ad accettare una nuova commissione. Si tratta del gigantesco affresco della Battaglia di Anghiari. Ma proprio in questo periodo si trova in competizione con il suo nuovo rivale.

Nel frattempo cominciano a sorgere sospetti su un segreto ben custodito. Ed è proprio in questo periodo che una presenza emersa dal suo passato spinge Leonardo ad avere dei dubbi su alcune certezze acquisite.

È il momento purtroppo di affrontare una tragedia personale. Ed è proprio in questo frangente che Leonardo apprende una verità destinata a cambiare tutte le scelte finora realizzate.

Il finale della serie

Nell’ultima parte della puntata Stefano si impegna a salvare Leonardo dall’accusa di omicidio. E finalmente scopre la verità che si nasconde dietro il segreto più grande della sua esistenza. Stefano oramai è a conoscenza dei fatti ma non ha alcuna prova.

Ciononostante una rivelazione inaspettata lo spinge a chiedere aiuto ad una persona alla quale mai avrebbe voluto rivolgersi. La vita di Leonardo è davvero appesa ad un filo. Il patibolo sembra oramai attenderlo. E tutte le prove sull’omicidio di Caterina da Cremona sembrano convergere sulla sua persona. Ogni speranza per lui appare perduta.

Ma Stefano, da cui dipende il destino del grande artista di Milano, si rende conto che la verità e la risposta che sta inseguendo da tempo si nascondono proprio nell’uomo che sta cercando di salvare.

Leonardo quarta puntata finale

Leonardo – il cast completo

Di seguito il cast del film Leonardo e i rispettivi personaggi interpretati dagli attori

  • Leonardo da Vinci – Aidan Turner
  • Andrea del Verrocchio – Giancarlo Giannini
  • Caterina da Cremona – Matilda De Angelis
  • Stefano Giraldi – Freddie Highmore
  • Piero da Vinci – Robin Renucci
  • Salaì – Carlos Cuevas
  • Ludovico Sforza – James D’Arcy
  • Beatrice d’Este – Miriam Dalmazio
  • Sanseverino – Antonio De Matteo
  • Jacopo Saltarelli – Kit Clarke
  • L’Alchimista – Freddy Drabble
  • Ginevra de’ Benci – Poppy Gilber
  • Giangaleazzo Sforza – Edan Hayhurst
  • Alfonso – Andrew Knott
  • Cesare Borgia – Max Bennett
  • Ramiro – Claudio Castrogiovanni
  • Marco – Gabriel Lo Giudice
  • Giulio – Josafat Vagni
  • Amerigo Benci – Sergio Albelli
  • Tornabuoni – Luca Guastini

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Soap e serie tv

Mare Fuori 2 al via le riprese, tutte le novità della seconda stagione

Tutte le anticipazioni e le novità sulle riprese della seconda stagione della serie interpretata da Carolina Crescentini.
Alice Toscano

Pubblicato

il

Mare fuori 2
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sono al via le riprese di Mare Fuori 2, la seconda stagione della serie che è andata in onda lo scorso autunno su Rai 2. Protagonisti alcuni giovanissimi che sono rinchiusi in un carcere minorile e che hanno alle spalle un passato di violenza e di sofferenza. Stanno pagando il loro debito con la giustizia. Il titolo prende spunto dal fatto che dalle loro celle i ragazzi vedono soltanto il “mare fuori”.

Mare fuori 2 riprese

Mare Fuori 2 al via le riprese tutte le anticipazioni

Le riprese della seconda stagione hanno una data: il 19 aprile 2021 a Napoli. E continueranno nelle settimane successive coinvolgendo questa volta molti altre location della città partenopea. In particolare il centro storico con i suoi vicoli. Questa è una delle differenze rispetto alla prima stagione che si era basata maggiormente su riprese interne.

Inoltre nel sequel, ma in maniera più incisiva rispetto alla prima serie, ogni puntata è dedicata a raccontare da vicino le giovani esistenze dei detenuti. Insomma ciascun appuntamento è dedicato ad un protagonista le cui vicende all’interno del carcere, si intrecciano con quelle degli altri. In particolare le puntate saranno basate su molti flash back finalizzati a mostrare al pubblico la vita passata dei detenuti. Mettendo in evidenza tutte le dinamiche e gli eventi che li hanno portati alla reclusione nel carcere minorile.

Un altro punto di distacco rispetto alla prima serie è la maggiore introspezione psicologica di ognuno dei ragazzi che vengono conosciuti adesso nella loro personalità complessiva. Un filo rosso, insomma, rappresentato proprio dai flash back, mette in relazione il passato al presente.

Mare fuori 2 quando inizia

I nuovi personaggi e la regia

Secondo indiscrezioni, Mare fuori 2 si avvale per la maggior parte di un cast che è stato riconfermato. Ma ci sono new entry come sempre accade in un sequel di una fiction. Al momento sappiamo che i personaggi nuovi sono due: La prima è una giovanissima di colore, molto bella e avvenente che porterà scompiglio nel carcere, nel reparto femminile. Il secondo è un ragazzino il cui nome è Sasà troppo vivace per la sua età che si è macchiato di vari crimini. Entrambi provengono dal centro storico della città di Napoli.

Ma ci sarà anche un personaggio che andrà via, forse uno dei più scalmanati della serie precedente.

Cambia la regia: non è più Carmine Elia che aveva diretto la prima stagione. Dietro la macchina da presa ci sono nel sequel Milena Cocozza e Ivan Silvestrini.

La Cocozza ha esordito alla regia la scorsa estate con il film Letto n.6 andato in onda su Sky. Silvestrini è un esordiente con alle spalle la regia di alcune web series e un paio di film.

Gli attori confermati

Il cast degli attori si divide tra under 18 e over 30.

Tra i primi sono confermati Massimiliano Caiazzo e Nicolas Maupas. Tra i secondi, torna Carolina Crescentini nel ruolo di Paola Vinci responsabile del carcere minorile dove si svolgono gli eventi.

L’ultima puntata della prima stagione è andata in onda il 28 ottobre 2020.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Soap e serie tv

La fuggitiva seconda puntata, Michela scopre il rifugio di Arianna

Tutti gli eventi che accadono nel secondo appuntamento della serie con protagonista Vittoria Puccini.
Serena Angelucci

Pubblicato

il

La fuggitiva seconda puntata
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La fuggitiva torna con la seconda puntata, lunedì 12 aprile alle 21.25 su Rai 1. Si tratta di un action-thriller al femminile con Vittoria Puccini nel ruolo di Arianna, una donna in fuga per dimostrare la propria innocenza dall’accusa di aver ucciso il marito. La coproduzione Rai Fiction – Compagnia Leone Cinematografica è diretta da Carlo Carlei che firma anche soggetto e sceneggiatura. Insieme a lui Salvatore Basile, Nicola Lusuardi, Alessandro Fabbri e Federico Gnesini. Nel cast anche Eugenio Mastrandrea nel ruolo del giornalista Marcello Favini. Ci sono poi Pina Turco ovvero l’irreprensibile poliziotta Michela Caprioli e Sergio Romano nella parte del Commissario Berti.

La fuggitiva seconda puntata attori

La fuggitiva seconda puntata, trama episodio 3

Nel terzo episodio di La fuggitiva, grazie a Marcello, Arianna comincia a capire che, attorno a Fabrizio, c’erano persone che potrebbero nascondere qualcosa. Un colloquio con la sorella del defunto Bonzani, va venire alla luce un evento. I due scoprono che la vittima era in collera con il suo ex datore di lavoro, Fusco, un costruttore molto noto nella zona. Il professionista era presente anche all’inaugurazione del polo residenziale a cui aveva preso parte Fabrizio.

Intanto Michela, sempre più decisa a catturare Arianna, comincia a sospettare che dietro il suicidio di Bonzani ci sia qualcosa di poco chiaro, nonostante Berti la spinga a concentrarsi sulla fuggitiva. Seguendo quella che pensano possa essere una pista, Arianna e Marcello penetrano di notte nell’azienda di Fusco. E riescono a impossessarsi di alcuni dati trovati sul suo pc aziendale. Ma vengono sorpresi da uomini armati.

La fuggitiva seconda puntata trama

Trama episodio 4

Nel quarto episodio, invece, Arianna e Marcello si rifugiano nel campo rom di Fatima, che Arianna conosce bene perché arrivarono in Italia insieme da profughe. Mentre Arianna, che è stata ferita, viene operata, Marcello prova a decodificare i dati recuperati dal pc di Fusco. Ripresasi, Arianna si mette sulle tracce dell’uomo visto sul luogo del suicidio di Bonzani, identificato da un amico di Fatima. Lo trova mentre parla con il Commissario Berti, che si accorge di essere stato scoperto e inizia a sparare contro Arianna.

A salvarla è il provvidenziale arrivo di Marcello. Intanto Michela, grazie a una soffiata, ha scoperto il rifugio di Arianna e ordina una retata al campo rom. Lì però viene catturata dalla fuggitiva e dal giornalista, che le rivelano il coinvolgimento di Berti nel complotto. Dopo aver liberato Michela, i due scappano verso la Svizzera. Marcello ha infatti scoperto nei file di Fusco, Litium, una società finanziaria con sede a Lugano, e il nome di un beneficiario: Simone Comani.

La fuggitiva seconda puntata finale

La Fuggitiva – il cast completo

Di seguito il cast della serie tv La Fuggitiva e i rispettivi personaggi interpretati dagli attori

  • Vittoria Puccini (Il processo) – Arianna
  • Pina Turco – Michela
  • Eugenio Mastrandrea – Marcello
  • Sergio Romano – Berti
  • Maurizio Marchetti – Feola
  • Antonio Gerardi – Mannara
  • Ivan Franek – Kerim
  • Giorgia Salari – Daniela
  • Laura Mazzi – Marta
  • Giovannino Esposito – Simone
  • Emma Benini – Arianna da bambina
  • Daniela Morozzi – Suor Donata
  • Magdalena Grochowska – Louise
  • Ludovica Frasca – Sara
  • Franz Cantalupo – Bondi
  • Massimo Cagnina – Marchi
  • Andrea Pennacchi – Fusco

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it