Connect with us

Soap e serie tv

Limbo, racconto e recensione del film tv con Smutniak e Adriano Giannini

Il film tv destinato a Rai1 il 2 dicembre,presentato in anteprima al Roma Fiction Fest
Avatar

Pubblicato

il

Il film tv destinato a Rai1 il 2 dicembre,presentato in anteprima al Roma Fiction Fest
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

{module Pubblicità dentro articolo}
Un’operazione impegnativa, diciamo subito. Perché si è trattato di portare sullo schermo il romanzo di Melania Mazzucco, dallo stesso titolo, uscito tre anni fa. Un libro prismatico e tentacolare, come sempre le opere della scrittrice romana. E perché ha dovuto affrontare una materia delicata, nella quale la vita rigorosa di un reparto militare in missione non deve imbrigliarsi nelle spire della retorica. Ci hanno pensato Francesco Piccolo, ben aduso alle sceneggiature oltre che vincitore l’altr’anno del Premio Strega, e Laura Paolucci a scrivere un copione che ha le battute giuste. E se qualche volta l’intreccio si sgrana, i rapporti tra i personaggi non risultano al cento per cento credibili, il peccatuccio originale è nel libro dal quale questo tv movie è tratto.
Ecco la storia. Manuela Paris è un sottufficiale dell’esercito che torna nella sua casa del litorale romano, Ladispoli, dopo essere stata gravemente ferita in Afghanistan. Ha 28 anni, ha lasciato giovanissima la sua famiglia un po’ becera e un po’ bislacca proprio per costruirsi infilandosi la divisa un futuro più “alto”. Ma rientra a Ladispoli segnata da quello che è avvenuto. Non solo zoppica e ha crisi di panico, ma la perseguita il ricordo dei tre commilitoni morti nell’attentato e perfino il dubbio che lei, donna al comando, abbia qualche responsabilità.

La Smutniak nel ruolo di Manuela Paris

Il plot, come il romanzo, si svolge su tre piani. “Live”, ovvero i giorni tra Natale e Capodanno che Manuela passa con i familiari; Homework, ossia il compito che le dà lo psichiatra militare dal quale è in cura di annotare quanto è avvenuto nel deserto minacciato dai guerriglieri, perché solo ricordando può vincere lo shock che l’attanaglia e forse riuscire in quello che più desidera, tornare a essere operativa in Afghanistan; “Rewind”, cioè il riavvitamento della sua vita verso il futuro che può essere possibile nell’incontro con un altro straniato, Mattia. Un personaggio misterioso, che tale rimarrà per lei fino all’epilogo del romanzo e del film. Risiede nell’albergo di fronte, la guarda dalla sua finestra mentre lei fuma sul balcone, la conosce, vince le resistenze portandola in gita a Trevignano, la bacia, ci fa l’amore, dice di amarla, e lei sente di ricambiarlo. Ma poi lascia all’improvviso Ladispoli.

Sul set di Limbo

I tre piani si intrecciano, e nei flashback sulla missione la tensione sale e cattura lo spettatore specie nelle scene d’azione. Ecco la fatica delle donne soldato, anzi, alla guida di un plotone, a farsi accettare dai maschi. Ecco l’approccio con la popolazione in un caso degna di compassione, in altri infida. Ecco, anche, qualche situazione poco credibile. Allorché, per esempio, un militare fa capire al “capo” Manuela di essersi innamorato di lei anche se in Italia aspetta un bambino da un’altra. Morirà poco dopo l’attentato, ma avrà il tempo di dire alla madre di suo figlio di assegnare a Manuela il compito di madrina il giorno del battesimo del piccolo.
Anche l’epilogo può lasciare perplessi. Alla donna maresciallo viene consegnata una medaglia di bronzo ma le viene negata la possibilità di tornare ad essere operativa. Però insperatamente la ripaga, nel pensoso ritorno a casa, rivedere il misterioso Mattia al balcone dell’hotel Bellavista. Il segno che i nodi della vita possono sciogliersi e che vale la pena di agguantare l’oggi e sperare nel domani.

Una scena del film tv

Un happy end inadeguato. Una risoluzione troppo immediata delle cicatrici psichiche provocate dalla guerra e dall’imboscata, a differenza di altri lavori sul tema, come “Venti sigarette” di Aureliano Amadei incentrato sull’attentato di Nassiriya. Certo, ha obiettato Tinni Andreatta per Raifiction, nelle sue 400 e passa pagine il libro della Mazzucco (che pure ha firmato il soggetto) permette molto di più rispetto ai 90 minuti del film di approfondire il ritratto dei personaggi (tra i quali pare irrisolta anche Vanessa, la sorella di Manuela, ragazza-madre consumistica, avventata, addirittura vittima di uno stupro la notte di Capodanno, snodo drammatico che la sceneggiatura non sviluppa adeguatamente). E se è quasi sempre vero che un romanzo convince di più della pellicola ad esso ispirato, è anche vero che la rara virtù di chi lo affronta sul set risiede proprio nella capacità di condensarlo significativamente.

{module Pubblicità dentro articolo}
Non deludono però gli interpreti, ben guidati dal regista Lucio Pellegrini. Specie Kasia Smutniak, capace di conferire alla sua Manuela i modi rudi del soldato (“Mi ha aiutato essere cresciuta in una famiglia di militari”, ha rivelato), quelli imbronciati della sofferenza psichica e dei ricordi, quelli delusi del ritorno alla anonima vita di provincia. Le sta accanto in mondo convincente, nel ruolo di Mattia, Adriano Giannini, ora tenero ora tormentato dal macigno della propria esistenza. Giulia Valentini è una frizzante e al tempo stesso affettuosa Vanessa, Filippo Nigro è un inflessibile ma umano capitano Paggiarin


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lidia Lombardi, free lance dopo essere stata per 35 anni nella redazione del quotidiano "Il Tempo" dove ha ricoperto il ruolo di responsabile del servizio Cultura e Spettacoli dal 2001 al 2013. La sua più ferma convinzione professionale: il giornalismo non è per solipsisti, ma un lavoro d'equipe.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Soap e serie tv

Buongiorno mamma quarta puntata

Tutte le vicende che accadono nella quarta puntata della serie con Raoul Bova e Maria Chiara Giannetta.
Beatrice Martini

Pubblicato

il

Buongiorno mamma quarta puntata
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Canale 5 propone la quarta puntata di Buongiorno Mamma. La serie ha come protagonisti Raoul Bova e Maria Chiara Giannetta. I due si calano rispettivamente nei ruoli di Guido e Anna Borghi.

Il racconto televisivo è una storia delle tinte drammatiche. Ed è basato sulla protagonista in coma da sette anni. Le puntate complessive sono sei e in ognuna sono compresi due episodi settimanali.

La regia è di Guido Manfredonia, mentre la produzione è affidata alla Luxvide di Luca e Matilde Bernabei per RTI.

La vicenda è liberamente ispirata ad una storia realmente accaduta.

Buongiorno mamma quarta puntata trama

Buongiorno mamma quarta puntata

Eco gli eventi che accadono nella quarta puntata della serie.

Guido indaga su Agata, mentre la ragazza organizza una festa a sorpresa per il suo compleanno, provocando in lui un’inaspettata reazione. Un evento drammatico del passato porta i telespettatori a scoprirne la ragione. Nel presente, Francesca non riesce più a controllare la sua forte attrazione per Armando, mentre Sole riceve inaspettate attenzioni da Federico. Nel frattempo Guido si trova costretto a prendere una decisione delicata che riguarda Agata: Vedremo che cosa è disposto a fare per proteggere la sua famiglia

Agata non sa come informare i ragazzi che deve lasciarli. Guido, intanto, si avvicina sempre più a Miriam, dopo aver scoperto un segreto nel passato della collega. Agata, a sua volta, si riavvicina a Vincenzo, ma non sa che anche lui nasconde un segreto. Francesca viene messa alle strette da Armando mentre Jacopo deve capire quali siano i suoi sentimenti per Greta. Ma un evento imprevisto stravolge le vite di tutti.

Buongiorno mamma quarta puntata attori

Il cast completo

Di seguito il cast del film Buongiorno mamma e i rispettivi personaggi interpretati dagli attori

  • Guido Borghi – Raoul Bova
  • Anna Della Rosa – Maria Chiara Giannetta
  • Miriam Castellani – Serena Autieri
  • Armando – Erasmo Genzini
  • Francesca Borghi – Elena Funari
  • Jacopo Borghi – Matteo Oscar Giuggioli
  • Sole Borghi – Ginevra Francesconi
  • Michele Borghi – Marco Valerio Bartocci
  • Agata Scalzi – Beatrice Arnera
  • Maurizia Scalzi – Stella Egitto
  • Lucrezia Della Rosa – Barbara Folchitto
  • Filippo Della Rosa – Filippo Gili
  • Vincenzo Colaprico – Domenico Diele
  • Elio Borghi – Giovanni Calcagno
  • Gregorio “Greg” – Giovanni Nasta
  • Federico – Federico Cesari
  • Greta – Rausy Giangarè
  • Piggi – Niccolò Ferrero

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Soap e serie tv

Chiamami ancora amore episodi La mela e Il secondo, trama, cast, finale

Tutti gli eventi che accadono nella puntata odierna della serie interpretata da Simone Liberati e Greta Scarano.
Beatrice Martini

Pubblicato

il

Chiamami ancora amore La mela attori
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Chiamami ancora amore torna con due episodi dai titoli La mela e Il secondo. La puntata è in onda lunedì 10 maggio alle 21:25 su Rai 1. La vicenda racconta di un viaggio nel mistero dei sentimenti e nelle difficoltà di una coppia che dopo essersi tanto amata, è arrivata al punto da odiarsi e farsi del male. A farne le spese anche il figlio Pietro che risente della situazione estremamente conflittuale tra i genitori.

La serie è una produzione Indigo Film in collaborazione con Rai Fiction, in associazione con About Premium Content, interpretata da Greta Scarano, Simone Liberati e con la partecipazione di Claudia Pandolfi, per la regia di Gianluca Maria Tavarelli.

Chiamami ancora amore La mela trama

Chiamami ancora amore episodio La mela trama

Nel primo episodio l’assistente sociale indaga sui primi mesi di vita di Pietro e sulle capacità di cura della madre. A obbligarla a questa mossa sono le accuse rivolte da Enrico ad Anna e le prove che lui ha raccolto per dimostrare il comportamento della moglie all’epoca. Rosa Puglisi interroga prima il pediatra del bambino e poi tutte le figure che possono restituirle uno sguardo su quel periodo. Infine decide di affrontare direttamente Anna. Solo dal confronto con lei saprà riconoscere se si tratta di una buona madre o se i suoi errori sono davvero imperdonabili come sostiene il marito.

Chiamami ancora amore Il secondo trama

Il secondo, trama

Nell’episodio successivo, dal titolo Il secondo, Enrico passa presto da accusatore ad accusato. L’assistente sociale si accorge di alcuni episodi sospetti nel passato del figlio. Rosa Puglisi raccoglie la testimonianza dell’allenatore della scuola calcio di Pietro e la confronta con un accesso insolito al pronto soccorso. I segnali di allarme sembrano confermati sia dall’aggressività mostrata da Enrico verso la moglie a partire dall’inizio della separazione in tribunale, sia dal comportamento di Pietro, il quale fa di tutto per allontanarsi da suo padre, come volesse cancellarlo dalla propria vita.

Insomma, siamo dinanzi a dinamiche genitoriali distorte dalle incomprensioni e dalle cieche rappresaglie di due coniugi che non sono riusciti a mantenere viva la fiamma della comprensione e del rispetto reciproco.

Chiamami ancora amore Il secondo attori

Il cast completo della serie tv Chiamami ancora amore

  • Anna – Greta Scarano
  • Enrico – Simone Liberati
  • Rosa – Claudia Pandolfi
  • Pietro – Federico Ielapi
  • Valeria – Silvia Gallerano
  • Lorena – Elisabetta De Vito
  • Aldo – Giorgio Colangeli
  • Andrea Nobili – Alessandro Tedeschi
  • Elena – Daniela Virgilio
  • Dirigente Servizi Sociali – Paola Sambo
  • Roberto – Alessandro Riceci
  • Mister Rocchi – Alessandro Procoli
  • Monica – Liliana Fiorelli
  • Emiliano – Flavio Domenici
  • Cristina Rimbaudi (Psicologa) – Cristina Pellegrino
  • Massimo Santi – Lorenzo Gioielli
  • Carla – Agnese Nano

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Soap e serie tv

La compagnia del cigno episodi Segreti e menzogne e Lo strappo, trama, cast, finale

Segreti e menzogne e Lo strappo sono i titoli dei due episodi della serie interpretata da Anna Valle e Alessio Boni. Anticipazioni
Stefano Della Felce

Pubblicato

il

La compagnia del Cigno Segreti e menzogne
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La compagnia del cigno torna con gli episodi Segreti e menzogne e Lo strappo. L’appuntamento è per domenica 9 maggio alle 21.25 in prima serata su Rai 1. Nuovi eventi e nuove sfide attendono i sette giovani musicisti del Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano guidati come sempre dall’inflessibile Maestro Luca Marioni (Alessio Boni). Nel cast anche Anna Valle nel ruolo di Irene Valeri moglie di Marioni.

Ma i protagonisti principali sono i giovani musicisti interpretati da Emanuele MisuracaArio SgroiChiara Pia AuroraFrancesco TozziHildegard De StefanoLeonardo Mazzarotto e Fotinì Peluso. La produzione ed è la Indigo Film per Rai Fiction.

La Compagnia del Cigno 2 Verità nascoste trama

La compagnia del cigno episodio Segreti e menzogne

Nel primo episodio dal titolo Segreti e menzogne, le circostanze del tragico evento che ha coinvolto il Maestro Kayà sono poco chiare. E l’Ispettrice Modiano, chiamata a indagare sul caso, nutre dei seri dubbi su Luca.

In Conservatorio sono tutti sconvolti, ma i ragazzi della Compagnia di nuovo uniti sono pronti a tutto pur di dimostrare l’innocenza del loro Maestro. Anche Barbara si unisce a loro, mentre inizia a capire che è il momento di allontanarsi dalla relazione malata con Lorenzo. Solo Matteo nutre delle perplessità: la rabbia può avere reso Luca Marioni capace di un gesto così estremo?

Lo strappo, trama e finale

  Nel secondo episodio dal titolo Lo strappo,  l’amore molto spesso ha delle conseguenze dolorose. E i ragazzi della Compagnia devono fare i conti con questa realtà. In particolare Robbo deve confrontarsi con la libertà di Natasha e Rosario soffre per le difficoltà della sua relazione con Anna.

Mentre Barbara, con l’aiuto dei suoi Maestri e della Compagnia, trova la forza di reagire al potere manipolatorio di Lorenzo, Luca sembra non avere più la voglia di combattere. Anche Gabriella infatti è pronta a sostenere la sua colpevolezza. È proprio una rivelazione della donna a confermare i sospetti dell’Ispettrice Modiano. Per Luca Marioni la situazione si complica.

La Compagnia del Cigno 2 Saper tornare indietro

La Compagnia del Cigno 2 – il cast completo

Di seguito il cast della serie tv La Compagnia del Cigno 2 e i rispettivi personaggi interpretati dagli attori

  • Luca Marioni – Alessio Boni
  • Irene Valeri – Anna Valle
  • Teoman Kayà – Mehmet Gunsur
  • Matteo – Leonardo Mazzarotto
  • Barbara – Fotinì Peluso
  • Domenico – Emanuele Misuraca
  • Sara – Hildegard De Stefano
  • Robbo – Ario Nikolaus Sgroi
  • Sofia – Chiara Pia Aurora
  • Rosario – Francesco Tozzi
  • Daniele – Alessandro Roia
  • Vittoria – Carlotta Natoli
  • Miriam – Francesca Cavallin
  • Nico – Claudia Potenza
  • Guido Sestieri – Rocco Tanica
  • ssa Gabriella Bramaschi – Angela Baraldi
  • Direttrice Conservatorio – Pia Lanciotti
  • Antonia – Barbara Chichiarelli
  • Daniele 2 – Michele Rosiello
  • Ines – Haydée Borelli
  • Giulio – Fabrizio Coniglio
  • Arianna Modiano – Vanessa Compagnucci
  • Ssa Parise – Marta Pizzigallo
  • Michele – Pasquale Di Filippo
  • Scheggia – Nicolas Orzella
  • Natasha – Sofia Iacuitto
  • Nathan – Ruben Giuliani
  • Lorenzo Miri – Giacomo Del Papa
  • Pietro Musella – Andrea Matacena
  • Anna Nagabiki – Anna Nagai
  • Kimi Nagabiki – Nana Funabiki
  • Alessandro – Luciano Scarpa
  • Stefano Kayà – Lorenzo Aloi
  • Francesco Rengone – Francesco Maria Tricarico

Foto: PH Sara Petraglia


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it