Bitter sweet – ingredienti d’amore | puntata 17 giugno |


Bitter sweet - ingredienti d'amore | puntata 17 giugno. Dopo la tragedia, il piccolo Bulut si sente solo e cerca l'affetto che gli è venuto a mancare.


Nella puntata precedente i telespettatori hanno assistito ad una vera e propria tragedia destinata a cambiare le esistenze di alcuni dei protagonisti.Infatti a causa di un incidente stradale, avevano perso la vita entrambi i genitori di Bulut. E il piccolo era rimasto gravemente ferito.

Dopo il lutto terribile e difficile da elaborare, la famiglia deve cercare un nuovo equilibrio e soprattutto bisogna organizzarsi per l’affidamento del bambino. Nazli, dal canto suo, cerca di rendersi utile e di stare vicina in più possibile a Bulut che si era affezionato a lei. Fa visita al bambino in ospedale e poi a Deniz, il quale non nasconde il suo interesse per lei. Nel caos scoppiato per il grave lutto, un ospite inaspettato bussa alla porta di due famiglie.

Bitter sweet – ingredienti d’amore | cast e regia

Recitano i seguenti attori: Özge Gürel (Nazli), Can Yaman (Ferit Aslan), Hakan Kurtas (Deniz), Öznur Serceler (Fatosh), Ilayda Akdogan (Asuman), Balamir Emren (Engin), Necip Memili (Hakan) e Turks Turan (Alya). La regia è di Çağrı Bayrak.

Bitter sweet – ingredienti d’amore | gli ascolti

La prima settimana di programmazione ha decretato un buon risultato d’ascolti per la soap opera che, per adesso, si è stabilizzata sul 18% di share. Solo nella puntata di venerdì, la share è diminuita scendendo al 17%.

Bitter sweet – ingredienti d’amore | dove vederla

Tutte le puntate vanno in onda in chiaro su Canale 5 e in streaming sul sito Mediaset Play dove è posibile rivederle.



0 Replies to “Bitter sweet – ingredienti d’amore | puntata 17 giugno |”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*