Connect with us

Soap e serie tv

Bella da morire personaggi – profilo e caratteristiche

Personaggi principali della serie con Cristiana Capotondi nel ruolo di una poliziotta che indaga su un femminicidio.

Pubblicato

il

Bella da morire personaggi Cristiana Capotondi
Personaggi principali della serie con Cristiana Capotondi nel ruolo di una poliziotta che indaga su un femminicidio.
Condividi su

 Bella da morire con Cristiana Capotondi tra i personaggi principali, è la serie all’esordio domenica 15 marzo su Rai1. Quattro le puntate in onda in prime time e basate sulla ricerca dell’assassino di una giovane donna.Ecco il profilo dei protagonisti della fiction.

Bella da morire personaggi – Eva Cantini

Eva Cantini (Cristiana Capotondi)
Ispettrice di polizia, dopo molti anni, decide di tornare nella sua città natale, per stare vicina alla sorella Rachele. Eva è una donna dalla volontà di ferro, emancipata e a volte molto dura. Crede profondamente nel proprio lavoro che considera l’unico modo per conquistare la fiducia di chi lavora con lei.
Pazza, competente, ossessiva, rompicoglioni.
Queste le parole dei vecchi colleghi per descriverla. E anche nella nuova destinazione i rapporti con i colleghi non sono buoni. Eva non fa nulla per facilitarli. Non è mai stata una dal carattere facile, e anni di esperienza in polizia le hanno insegnato che spesso, troppo spesso, degli uomini non ci si può fidare, e infatti lei non lo fa. Le uniche relazioni che si concede, fuori dal lavoro, sono degli incontri da una notte che si procura online. Quando non lavora pratica immersioni, hobby che si rivelerà molto utile nel corso dell’indagine.
Marco Corvi (Matteo Martani)
Ispettore di polizia collega di Eva e innamorato di lei da bambino, è l’unico in questura a venire incontro alla poliziotta. Anche lui è un buon poliziotto, sebbene i suoi modi lascino spesso a desiderare. Irruento, ma capace di stupire con gesti gentili che rivelano un animo romantico. Sportivo, grande giocatore di rugby insieme agli amici di sempre.
Al fianco di Eva, in un crescendo di tensione sentimentale, indaga sulla morte di Gioia Scuderi. La sua profonda conoscenza dei luoghi, oltre che della comunità locale, sarà di grande aiuto. Il suo carattere complesso si rispecchia in quello di Eva: anche lui è, a suo modo, una testa calda. Tuttavia ha imparato -forse un po’ meglio di lei -a curare i rapporti con i colleghi. 

Bella da morire personaggi – il Procuratore Capo

Giuditta Doria (Lucrezia Lante della Rovere)
Procuratore Capo, è la prima e l’unica a credere nella teoria di Eva secondo cui Gioia non è scappata. Bella e autorevole, è una professionista in cui la grande esperienza lavorativa si accompagna a una profonda dedizione.
Suo marito, Michele, la ama e la sostiene in quello che fa. Ciononostante, gli anni che passano l’hanno resa un po’ sensibile alle attenzioni maschili, aspetto che rischierà di mettere in crisi il suo matrimonio. Per Eva, oltre che una PM, -e quindi un capo, -sarà anche un’amica e soprattutto una mentore. Una figura in grado di aiutarla a smussare i lati più spigolosi del suo carattere e a insegnarle che a volte, nella vita, è necessario ascoltare gli altri e giocare di squadra.
Bella da morire personaggi Margherita Laterza

Bella da morire – Anita Mancuso (Margherita Laterza)

Giovane promessa della medicina legale, è una ragazza studiosa, che ha fatto della propria passione un mestiere in cui eccelle. Una passione, la sua, che ad alcuni potrebbe sembrare strana e fare pensare a lei come a una un po’ fuori di testa, ma non è così. È vero, Anita parla con il corpo di Gioia, ma lo fa perché in lei vede una proiezione di una vita vissuta con allegria e incoscienza, quella che lei non è in grado di vivere. Anita è una donna di scienza ma sotto il camice nasconde un cuore palpitante, pronto a battere per un uomo che lei stia accanto.
Rachele Cantini
Sorella di Eva e mamma single del piccolo Matteo, pur amando suo figlio ancora non ha fatto pace con il suo ruolo di madre. Schietta, simpatica e vitale, a si comporta come un’adolescente in cerca dell’amore, tanto che i servizi sociali minacciano di portarle via il bambino. Ha un rapporto molto conflittuale con suo padre ed è stata lei a richiamare Eva in città perché, pur avendo con lei un rapporto complicato, è l’unica persona di cui si fidi.
Gioia Scuderi (Giulia Arena)
La vittima, motore vitale della storia. Bellissima, dolce e tragicamente ingenua, generosa e –triste a dirsi-abituata alle umiliazioni. Sincera al punto da sembrare naif, Gioia in realtà aveva un disperato bisogno di amore e approvazione, che in vita non è riuscita a trovare. Una ragazza alla ricerca di un suo posto nel mondo … che non avrà il tempo di trovare.

 


Condividi su
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Seguici su:
Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it