Connect with us

Informazione

Non è l’Arena | 23 settembre 2018 | L’intervista a Jimmy Bennett

La prima puntata di Non è l'Arena, il programma di La7 condotto da Massimo Giletti, in onda domenica 23 settembre 2018, in tempo reale.
Avatar

Pubblicato

il

La prima puntata di Non è l'Arena, il programma di La7 condotto da Massimo Giletti, in onda domenica 23 settembre 2018, in tempo reale.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Massimo Giletti ha aperto la prima puntata della seconda edizione di Non è l’Arena con le seguenti parole: “Sarà un’annata molto intensa”.

Giletti si è collegato con Matteo Salvini, vice-premier e Ministro dell’Interno.

Salvini ha esordito, parlando della ricostruzione del Ponte Morandi di Genova: “I soldi per la ricostruzione, li metterà chi ha sbagliato. Il ponte deve essere l’inizio di un’Italia che riparte. Non abbiamo niente da invidiare a nessuno”.

Massimo Giletti ha ricordato Sergio Marchionne con un filmato: “Marchionne amava profondamente il nostro paese”.

Salvini ha commentato le parole di Marchionne: “C’è una generazione di italiani che vuole essere messa alla prova, che vuole costruire il proprio futuro in Italia. Ai diritti vanno affiancati i doveri”.

Il vice-premier, successivamente, ha parlato dei primi risultati ottenuti dal governo: “Abbiamo tolto i vitalizi agli ex deputati. Quest’anno, sono sbarcati solo 20mila immigrati. Mai mi sarei aspettato di essere accusato di sequestro”.

Matteo Salvini ha ribadito la volontà di combattere la criminalità organizzata. Il Ministro dell’Interno andrà in paesi come Tunisia e Nigeria al fine di trovare degli accordi per il rimpatrio dei clandestini.

Salvini ha anche ascoltato e commentato il file audio di Rocco Casalino, portavoce del premier Giuseppe Conte: “E’ un governo nuovo e tanti amici, nei poteri forti, non ce li abbiamo. Noi ministri dobbiamo essere bravi e convincenti nell’attuare il cambiamento. Non abbiamo bisogno di minacciare”.

Salvini ha commentato un filmato riguardante Elsa Fornero: “Mandare la gente a 70 anni è sbagliato. Cancellare la sua legge è un dovere. E’ una legge che ha rovinato milioni di italiani”.

Le parole di Matteo Salvini sulla manovra economica: “Le ultime manovre economiche non sono servite a niente e il debito è aumentato. Dobbiamo scommettere sulla voglia di lavorare degli italiani”.

Il vice-premier ha anche ascoltato e commentato le dichiarazioni di Silvio Berlusconi a Fiuggi: “Non commento gli attacchi degli altri. C’è tanto lavoro da fare. Saranno gli italiani a decidere. A Berlusconi, dico che io ho firmato un contratto con gli italiani e voglio arrivare fino in fondo”.

Salvini si è rivolto anche a Luigi De Magistris, sindaco di Napoli: “Ogni tanto, qualcuno si alza e si sveglia con l’incubo di Salvini”.

Dopo la prima pausa pubblicitaria, Giletti ha introdotto, con un filmato, il primo argomento della serata: i vitalizi.

In studio, gli ospiti sono stati l’avvocato Maurizio Paniz, che si sta occupando dei ricorsi contro il taglio dei vitalizi, Dino Giarrusso, Movimento 5 Stelle, e Myrta Merlino, conduttrice de L’Aria che tira.

Myrta Merlino: “Da parlamentare, non farei ricorso. Chiederei solo che questi soldi fossero usati per i giovani”.

Maurizio Paniz: “Perché i parlamentari, che dicono agli ex di tagliare il vitalizio, non si tagliano lo stipendio?”.

Massimo Giletti ha presentato Giuseppe Gargani, ex parlamentare che ha fatto ricorso. Gargani: “Questa delibera è illegale”. Dino Giarrusso ha risposto a tono all’ex parlamentare.

Dino Giarrusso: “I ricorsi non ci fanno paura. I vitalizi sono stati ricalcolati con il sistema contributivo. Per il ricalcolo, si è fatta una delibera. I vitalizi non sono pensioni”.

E’ andato in onda un filmato dedicato ad una “rivolta” di alcuni ex deputati contro il taglio dei vitalizi.

Al dibattito, ha partecipato in collegamento anche Mauro Guidi, artigiano.

Myrta Merlino: “L’insofferenza nei confronti dei privilegi è cresciuta in modo incredibile. I politici devono capire in che mondo viviamo, devono dare un contributo”. Paniz: “Va difeso un principio. Così possono essere toccate tutte le pensioni”.

Mauro Guidi ha fatto una battuta su Elsa Fornero: Massimo Giletti si è dissociato.

Gargani: “I 5 Stelle vogliono fare propaganda su quest’argomento”.

Giarrusso: “Se un provvedimento è giusto, va fatto. Che c’entra la propaganda?”.

E’ andata in onda un’intervista a Paolo Cirino Pomicino che ha deciso di non fare ricorso.

In studio, è entrato l’artista Filippo Riniolo: “Se tutti i lavoratori sono passati al contributivo, anche i vitalizi vanno ricalcolati con questo sistema”.

Merlino: “Nel caso dei vitalizi, il parlamento si è fatto una legge per sé, non per tutti. Tra cent’anni, l’Italia sarà un paese spopolato. E’ un tema gigante”.

E’ andato in onda un servizio dedicato all’ex parlamentare Elena Montecchi.

Giarrusso: “Vedo una classe di privilegiati che fa di tutto per difendere i propri privilegi”.

Il dibattito sui vitalizi è terminato qui.

Dopo il dibattito, Massimo Giletti ha presentato l’attore Jimmy Bennett, accusatore di Asia Argento, e il suo avvocato Gordon Sattro.

Prima dell’intervista, Massimo Giletti ha proceduto con il riepilogo dei fatti, partendo dalla vicenda riguardante Harvey Weinstein.

Le prime dichiarazioni di Jimmy Bennett hanno riguardato la sua carriera di attore negli anni dell’adolescenza: “Vivevo tutto con innocenza”.

Gordon Sattro: “All’epoca, Jimmy Bennett ha guadagnato milioni di dollari. I suoi genitori gestivano i soldi”.

Il discorso si è spostato sull’incontro con Asia Argento. Quest’ultima e Jimmy Bennett si sono incontrati sul set del film Ingannevole è il cuore più di ogni cosa. All’epoca, Bennett aveva 7 anni.

Jimmy Bennett ha parlato del film: “Per via delle scene forti, ho rivisto il film in età adulta”.

Jimmy Bennett ha parlato del rapporto con Asia Argento all’epoca delle riprese del film: “Abbiamo avuto sempre un rapporto molto ravvicinato. Come se fosse una seconda mamma”.

Il rapporto di amicizia tra la famiglia di Jimmy Bennett e Asia Argento sarebbe continuato anche dopo il film.

Il discorso si è spostato sul 2013, anno in cui Jimmy Bennett aveva 17 anni e Asia Argento, 37. I due attori si incontrarono come dimostra anche un post pubblicato sui social network dall’attrice.

Jimmy Bennett: “Ero contento di vederla ma per me era una giornata normale, come tutte le altre. Non fumavo sigarette in continuazione come scrisse lei”.

A questo punto dell’intervista, si è entrato nei dettagli dell’incontro.

Stando alle parole di Bennett, una terza persona l’avrebbe accompagnato all’incontro. Questa terza persona l’avrebbe, successivamente, lasciati soli nell’hotel.

Sono state mostrate fotografie scattate all’interno dell’hotel durante l’incontro tra Asia Argento e Jimmy Bennett.

Jimmy Bennett è entrato nei dettagli dell’incontro sessuale, partendo dai presunti ripetuti baci che avrebbe ricevuto da Asia Argento: “Ho avuto l’impressione che lei volesse qualcosa di diverso”.

L’attore è stato successivamente più esplicito, guardando in continuazione il suo avvocato: “Asia mi ha minacciato un paio di giorni fa”.

Jimmy Bennett ha confermato di avere avuto un rapporto sessuale con Asia Argento.

Massimo Giletti: “E’ difficile comprendere come un ragazzo possa subire uno stupro. E’ solo una mia opinione”.

Bennett: “Asia Argento mi ha fatto sentire impotente in quella situazione”.

In studio, è stato mostrato il selfie scattato da Asia Argento e Jimmy Bennett dopo l’incontro. Giletti: “Lei non mi sembra così turbato…”. Giletti ha ricevuto un applauso.

L’applauso non è stato gradito dall’avvocato Sattro.

In studio, è stato mostrato un biglietto scritto da Jimmy Bennett, con un foglio intestato dell’hotel, contenente frasi quasi d’amore nei confronti della Argento. Bennett: “L’ho scritto prima del rapporto sessuale”.

Jimmy Bennett: “Dopo il rapporto, mi sono sentito confuso da subito e anche per i due anni successivi”.

E’ stato mostrato in studio anche un tweet risalente al 2013, condiviso da Bennett, con una strana domanda riguardante lo stupro.

Successivamente, è andato in onda anche il famoso intervento di Asia Argento a Carta Bianca.

Il discorso si è spostato sui soldi.

Jimmy Bennett: “Non volevo screditare Asia e ho pensato che sarebbe stato difficile dimostrare la mia versione”.

La prima richiesta di risarcimento di Jimmy Bennett fu pari a 3,5 milioni di dollari.

Stando all’avvocato Sattro, la carriera artistica di Bennett si sarebbe interrotta proprio a causa del trauma.

E’ andata in onda una ricostruzione di un dialogo, avvenuto tramite messaggi, tra Asia Argento e l’ex compagno Anthony Bourdain.

Bennett ha confermato di aver ricevuto una cifra pari a 200mila dollari. L’avvocato ha dichiarato che Asia Argento ha fermato i pagamenti.

La segretezza dell’accordo, però, è venuta meno. Gordon Sattro: “Noi non avevamo nessun interesse nel farlo. E’ stato rivelato da qualcuno estraneo dalla vicenda”.

Jimmy Bennett_: “Io non dovrei neppure trovarmi in questa situazione. Mi sto difendendo”. Jimmy Bennett non ha gradito il fatto che la foto di Asia Argento sia stata mostrata più volte in studio: “Quest’intervista ha preso una piega sbagliata”. Massimo Giletti ha accontentato Bennett, chiedendo alla regia di rimuovere le foto dai led.

Jimmy Bennett: “Anche Asia ha abusato del proprio potere”. Asia Argento avrebbe promesso un film a Bennett durante il loro incontro nell’hotel.

Jimmy Bennett non ha voluto dire nulla di propria spontanea volontà ad Asia Argento, in chiusura di intervista.

Dopo l’intervista, è andata in onda un filmato con l’opinione di Marco Travaglio a riguardo.

In studio, è stato aperto un dibattito con Nunzia De Girolamo, Giorgia Serughetti e Stefania Andreoli.

Nunzia De Girolamo: “Mi è sembrato un ragazzo spaventato”.

Stefania Andreoli: “Spesso il corpo segue una linea tutta sua”.

Si è parlato anche dell’esclusione di Asia Argento da X Factor.

Giorgia Serughetti: “L’unica che è stata punita, l’unica testa che è caduta, è stata quella di una donna”.

Nunzia De Girolamo ha parlato dei 6 mesi di tempo che una donna ha a disposizione per denunciare, facendo un appello al governo.

La prima puntata di Non è l’Arena è terminata qui.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informazione

Stasera in tv lunedì 19 aprile 2021, tutti i programmi in onda

Tutti gli appuntamenti delle reti pubbliche, private, digitali e di Sky di stasera lunedì 19 aprile 2021.
Avatar

Pubblicato

il

Stasera in tv 20 aprile 2021 Programmazione
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Stasera in tv 19 aprile 2021. Rai 1 trasmette La fuggitiva. Su Rai 3 va in onda Report, mentre su Canale 5 l’appuntamento con L’Isola dei Famosi 2021.

La programmazione, nel dettaglio, di tutte le reti pubbliche, private, del digitale e della piattaforma satellitare.

Stasera in tv 19 aprile 2021 – Programmi Rai

Su Rai 1 alle 21.25 va in onda La fuggitiva. La serie, diretta da Carlo Carlei, è di genere thriller ed ha come protagonista Vittoria Puccini. Arianna è una donna ingiustamente accusata dell’omicidio del marito, costretta alla fuga. Assieme al giornalista Marcello (Eugenio Mastrandea) si reca in Svizzera per raggiungere un consulente finanziario, vecchio collega universitario di Marcello.

Rai 2 trasmette alle 21.20 Tutte lo vogliono. Il film commedia del 2015 è diretto da Alessio Maria Federici. Vanessa Incontrada interpreta Chiara, una food designer per conto dell’azienda di famiglia, che si occupa di catering. Enrico Brignani è Orazio, che invece lavora in un negozio di animali. I protagonisti fanno l’uno la conoscenza dell’altro quando Chiara, per una serie di circostanze, scambierà Orazio per un gigolò.

Su Rai 3 alle 21.20 va in onda Report. Stasera 19 aprile torna sul canale il programma di inchieste, condotto da Sigfrido Ranucci. La trasmissione trasmette un’inchiesta sulla campagna vaccinale svolta in Lombardia. La regione ha cambiato ben sei volte il piano di vaccinazione, nonché due volte i portali per la prenotazione. Ulteriore obiettivo del reportage è indagare sul perché si sia sviluppata la variante brasiliana di Sars-Cov-2 e su come si sia propagata in Italia.

Rai 4 trasmette alle 21.20 Revolt. Il film di fantascienza del 2017 è diretto da Joe Miale. Lee Pace interpreta Bo, un soldato americano che soffre di amnesia. Il suo compito è di sconfiggere l’invasione aliena che sta attaccando il pianeta Terra.

Rai 5 propone alle 21.15 Sciarada – Il circolo delle parole. Il programma che si occupa di letteratura dedica la puntata di questa sera a Giovanni Pascoli. Attraverso le lettere spedite al fratello Raffaele, la trasmissione ripercorre i sogni, i desideri, i timori e le malinconie del famoso poeta italiano.

Stasera in tv 19 aprile 2021 Quarta Repubblica

Programmi Mediaset

Su Rete 4 alle 21.20 va in onda Quarta Repubblica. Nicola Porro cura il talk show dedicato all’attualità politica ed economica, sia italiana che internazionale. La puntata di questa sera prevede la partecipazione del leader della Lega Matteo Salvini, da poco rinviato a giudizio a Palermo con l’accusa di sequestro di persona per la questione Open Arms.

Stasera in tv 19 aprile 2021 il “Faccia a faccia” è tra Nicola Porro e Aurelio Picca, poeta e scrittore, autore del romanzo Il più grande criminale di Roma è stato amico mio. Sono inoltre previsti gli interventi dell’europarlamentare Simona Bonafè, dei deputati Matilde Siracusano e Michele Bordo, e del filosofo Stefano Zecchi.

Su Canale 5 alle 21.20 L’Isola dei Famosi 2021. Stasera un nuovo appuntamento con il reality show, condotto da Ilary Blasi. Massimiliano Rosolino, ex campione di nuoto ed ex concorrente di Ballando con le Stelle, è invece l’inviato ufficiale. Figurano nel ruolo di opinionisti Iva Zanicchi, Elettra Lamborghini e Tommaso Zorzi. La puntata di questa sera prevede molteplici sfide per i naufraghi, che puntano alla sopravvivenza.

Italia 1 propone alle 21.20 Fast & Furious 6. Il film del 2013 è il sesto capitolo della saga interpretata da Paul Walker e Vin Diesel. In seguito alla rapina di Rio e alla sconfitta del boss malavitoso, Dom e Brian sono spariti. L’occasione per riunire nuovamente la squadra è fornita da Hobbs (Dwayne Johnson) che, sulle tracce di una pericolosa squadra di piloti mercenari, chiede a Dom di catturare i criminali in fuga.

Stasera in tv 19 aprile Chernobyl

La7, Nove, Real Time

In onda su La 7 alle 21.15 Chernobyl. La miniserie televisiva del 2019 è scritta da Craig Mazin e diretta da Johan Renck per HBO e Sky Atlantic. Le puntate raccontano il disastro di Černobyl’ a oltre 30 anni dall’accaduto. Sono presenti nel cast Jared Harris, Stellan Skarsgård, Paul Ritter Jessie Buckley.

Nove propone alle 21.25 Allarme rosso. Il film del 1995 è diretto da Tony Scott ed interpretato da Denzel Washington. Il comandante Ron Hunter viene promosso primo ufficiale della Marina militare statunitense, con il compito di dirigere un sottomarino in un’offensiva contro un gruppo di nazionalisti russi.

Real Time trasmette alle 21.20 Sorelle al limite. Il reality show segue le vicende di Amy e Tammy Slaton, arrivate a pesare oltre 450kg. Amy e Tammy decidono di iniziare un drastico percorso di dimagrimento.

Stasera in tv 19 aprile 2021 – Tutti i film in onda

Rai Movie propone alle 21.10 L’uomo di Laramie. La pellicola di genere western del 1955 è diretta da Anthony Mann. James Stewart interpreta il ruolo di un ufficiale che si finge un mercante per sventare una vendita di armi agli Apache. Tuttavia, si scontra un con barone locale, proprietario di bestiame.

La 5 trasmette alle 21.10 Rosamunde Pilcher: Fidarsi è bene, innamorarsi è meglio. In seguito alla morte di sua moglie, Ben si trasferisce con la figlia adolescente in Cornovaglia. Nonostante il suo passato criminale, ora conduce una vita tranquilla come capo della sicurezza di una grande azienda farmaceutica. Tutto procede per il verso giusto fino a quando Patty, ex complice ed ex amante di Ben, si presenta in azienda con una richiesta inaspettata.

Su Iris alle 21.00 va in onda La legge della notte. Il film del 2016 è scritto, diretto ed interpretato da Ben Affleck. Joe Coughlin è il figlio di un capitano di polizia di Boston. Dopo essersi trasferito in Florida, l’uomo diventa un contrabbandiere e un trafficante di rum durante il periodo del proibizionismo.

Stasera in tv 19 aprile Siberia Keanu Reeves

I film di Sky

Su Sky Cinema Uno va in onda alle 21.15 Siberia. La pellicola del 2018 è diretta da Matthew Ross ed interpretata da Keanu Reeves. Lucas Hill è un commerciante di pietre preziose americano, che si reca in Russia per vendere dei rari diamanti blu a un gangster, Boris Volkov (Pasha D. Lychnikoff). La transazione si complica quando il contatto di Lucas a San Pietroburgo, custode delle gemme, scompare misteriosamente.

Sky Cinema Family trasmette alle 21.00 Io, lei e i suoi bambini. L’attore e rapper Ice Cube interpreta Nick Persons, un ragazzo scapolo appassionato di sport e auto costose. Le sue abitudini cambiano in seguito all’incontro con Suzanne Kingston (Nia Long), una ragazza con cui scatto il colpo di fulmine. La giovane tuttavia, recentemente divorziata, ha due figli: Kevin, di sette anni, e Lindsey, di undici.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Informazione

Non è L’Arena 18 aprile ultime su piano pandemico e vaccini, tornano i vitalizi

Tutti gli argomenti di cui si occupa Massimo Giletti e gli ospiti con i quali ne discute. Tornano i vitalizi.
Massimo Luciani

Pubblicato

il

Non è L'Arena 18 aprile
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Non è L’Arena torna questa sera domenica 18 aprile con una nuova puntata. L’appuntamento è con il conduttore e padrone di casa, Massimo Giletti che è in onda in diretta alle 20.30, su La7.

Non è L’Arena 18 aprile il mancato piano pandemico

Riflettori puntati sull’Oms, sul mancato aggiornamento del piano pandemico e sul giallo del dossier della sezione Oms di Venezia. Dopo la pubblicazione delle chat tra Ranieri Guerra e Silvio Brusaferro, a “Non è l’Arena” parla Francesco Zambon il ricercatore che aveva redatto il dossier, pubblicato il 13 maggio 2020 e poi scomparso nel giro di 24 ore. Sono previsti nuovi documenti sulla vicenda. Intervengono Luca Telese, Sandra Amurri e Francesco Borgonovo.
Non è L'Arena 18 aprile - il conduttore

Concorsopoli alla Regione Lazio

Nuove rivelazioni sul caso Concorsopoli alla regione Lazio e non solo.
Mentre il nuovo presidente del Consiglio regionale Marco Vincenzi – subentrato a Mauro Buschini dopo le sue dimissioni – ha annullato in via cautelativa le assunzioni finite sotto i riflettori. Si scopre che la graduatoria del comune di Allumiere è stata utile non solo al consiglio regionale del Lazio ma anche a diversi comuni dell’hinterland orientale della Capitale. Partecipano al dibattito Chiara Colosimo, Vauro e Peter Gomez.

La campagna vaccinale

Si passa poi alle difficoltà della campagna vaccinale nelle Regioni, per capire chi rientra nella categoria “Altro” individuata dal governo nel piano vaccinale che ha creato non pochi problemi dando spazio a furbetti e saltafila.
Ci si sposta poi in Toscana, per parlare anche del caso Scanzi, e successivamente in Sardegna dove si scoprono pranzi clandestini. Ed infine in Calabria dove tra nuovi contagi e piano vaccinale da ultima in classifica la situazione è davvero drammatica. Se ne discute con Vauro, Nunzia De Girolamo, Luca Telese e Jessica Cosenza.

Non è L’Arena 18 aprile tornano i vitalizi

Tra i temi della puntata, una delle battaglie storiche di Non è l’Arena, l’abolizione dei vitalizi. In settimana la Commissione Contenziosa del Senato ha restituito il vitalizio all’ex presidente della Lombardia Roberto Formigoni, cancellando di fatto la delibera che revocava il “privilegio” per i parlamentari condannati a pene detentive superiori ai 2 anni. Interviene Maurizio Paniz.

Le mani della delinquenza sul litorale laziale

Prosegue infine l’inchiesta sui clan che hanno messo le mani sul litorale laziale. Controllo del territorio, spaccio, usura: il sodalizio Travali-Di Silvio procede con gli stessi metodi feroci dei Casamonica, loro parenti. In studio Nello Trocchia e Carlo Marsilli.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Informazione

Melaverde 18 aprile i conduttori tra Monza e Brianza e Bussolengo

I due conduttori on the road sono in giro per l'Italia alla scoperta delle eccellenze del nostro Paese. La tappa di oggi.
Serena Angelucci

Pubblicato

il

Melaverde 28 marzo
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Melaverde torna con la puntata di domenica 18 aprile. I due conduttori Ellen Hidding e Vincenzo Venuto sono in giro per l’Italia alla consueta ricerca delle eccellenze del nostro Paese. Ecco dove si trovano oggi dopo il viaggio della scorsa settimana.

Melaverde 18 aprile in provincia di Monza e Brianza

Vi siete mai chiesti quanto lavoro c’è dietro ad un giardino perfetto, grande o piccolo che sia? Come viene progettato, realizzato e poi mantenuto? Per darci queste risposte Melaverde raggiunge, oggi, Omate in provincia di Monza e Brianza. Si tratta di una delle zone più vocate al florovivaismo del nord d’Italia.
 Melaverde racconta la storia della famiglia Radaelli che da 4 generazioni si è specializzata proprio in questo settore, portando il suo talento made in Italy in tutta Europa. Conosciamo la storia del florovivaismo che si è evoluta insieme alla loro azienda. Vistiamo il vivaio dove dimorano piante alte fino a 12 metri e ci viene spiegato come si progetta una zona verde e come si realizza. Allo stesso tempo vengono dati interessanti consigli su come curare al meglio il giardino.
Melaverde si occupa poi di fiori recisi che arrivano da tutto il mondo e danno vita a composizioni uniche adatte ad ogni occasione. Ma è anche una puntata alla scoperta di vere e proprie opere d’arte, realizzate in un rapporto unico di reciproco scambio tra uomo e natura.

 A Bussolengo per il Parco Natura Viva

Questa settimana il programma Melaverde è ospite del Parco Natura Viva di Bussolengo in provincia di Verona. Si tratta di un parco faunistico che con i suoi 50 anni di storia è divenuto oggi uno tra i più importanti centri di tutela di Specie Animali minacciate d’Estinzione.
In questa puntata si scopre come è possibile salvaguardare le specie a rischio.
E’ possibile grazie a progetti internazionali che si occupano di dare concessioni di allevamento allo scopo di mantenere intatte specie a rischio e in alcuni casi arrivare a riportarle nei loro habitat originali.
Tutto questo si realizza grazie al duro lavoro da parte di professionisti e addetti che seguono questi animali giorno e notte studiando continue soluzioni per garantire loro il massimo benessere (anche in momenti difficili come quello che stiamo vivendo).
Oltre alla salvaguardia e alla ricerca nel Parco sono organizzati veri e propri percorsi didattici grazie a strutture e scenari unici dove è possibile trovare risposta a moltissime curiosità legate al mondo della natura.
Vi siete mai chiesti perché alcuni animali sono giganti, mentre altri sono minuscoli? Melaverde risponde a questa domanda entrando in anteprima nella nuovissima serra dei Giganti dove vive Il Drago di Komodo, la più grande lucertola del mondo. Conosceremo poi le tartarughe giganti delle Seychelles, insetti dalle dimensioni inaspettate, ma anche minuscole formiche taglia foglie che costruiscono, però, giganteschi formicai.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it