Dritto e rovescio – puntata 10 ottobre – Vittorio Feltri e la Finanziaria


Nella puntata odierna del programma c'è come ospite Vittorio Feltri. Inoltre è previsto un servizio esclusivo sui poliziotti uccisi a Trieste.


Questa sera, giovedì 10 ottobre, in prima serata su Rete 4, va in onda un nuovo appuntamento con Dritto e rovescio. Il programma di approfondimento e inchiesta è condotto da Paolo Del Debbio. 

Dritto e rovescio – puntata 10 ottobre

L’appuntamento odierno con Dritto e rovescio propone un reportage girato a Trieste nel corso del quale verranno mostrati materiali e testimonianze esclusive sulla vicenda dei due agenti di polizia uccisi lo scorso venerdì.

In apertura Paolo Del Debbio è protagonista di un inedito “faccia a faccia” con il direttore del quotidiano “Libero” Vittorio Feltri che esprimerà le proprie opinioni sull’attualità politica e i sui protagonisti.

Feltri commenta alla sua maniera, l’operato e le dichiarazioni dei leader politici italiani: dal premier Giuseppe Conte a Matteo Renzi, da Luigi Di Maio a Silvio Berlusconi, da Matteo Salvini a Lorenzo Fioramonti.

Al centro del dibattito anche l’economia con un approfondimento sulla nuova Finanziaria. L’esecutivo giallorosso promette di bloccare l’aumento dell’Iva, tagliare il cuneo fiscale e aumentare il salario minimo.

Ma le misure previste danneggeranno la classe media? Se ci saranno nuove tasse, non c’è il rischio che aumenti invece l’evasione? Se ne discuterà con la senatrice Lucia Borgonzoni (Lega), il deputato Andrea Ruggieri (FI) e Gianfranco Librandi (Italia Viva).

Con i deputati Emanuele Fiano (Pd) e Giovanni Donzelli (FdI) spazio anche all’immigrazione con un’inchiesta che mostra l’aumento degli sbarchi nel nostro Paese e un reportage da Milano che documenta come gli immigrati commettano reati tre volte in più rispetto ai cittadini italiani: c’è una stretta correlazione tra questi fatti?



0 Replies to “Dritto e rovescio – puntata 10 ottobre – Vittorio Feltri e la Finanziaria”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*