The Voice 2: i nostri giudizi sulle esibizioni della seconda puntata


Le valutazioni sulle performance della seconda puntata di audizioni


 

Il primo a salire sul palco è Gianmarco con “Get Lucky”, la hit della scorsa estate firmata Daft Punk. Versione decisamente interessante che stravolge l’anima dance del brano facendola entrare in un mood più rock. L’unica a premere il pulsante è Noemi.

 

La seconda concorrente spiazza tutti i coach. Si tratta infatti di Suor Cristina che interpreta “No One” di Alicia Keys, sfoderando un timbro inaspettato e – a tratti originale. Inguardabile per come si muove sul palco, ma commuove J-Ax, primo dei 4 a girarsi, e lei sceglie proprio il rapper.

 

Arrivano poi i fratelli Simone e Francesco, che però cantano separatamente. Il primo sceglie “Un angelo disteso al sole” di Ramazzotti. Intonato, ma anonimo. Nessuno infatti si gira. Il secondo si cimenta con “How Deep Is Your Love” e dimostra maggiore personalità del fratello minore. A un passo dalla fine dell’esibizione Raffaella, mentre fa stretching sulla sedia, preme il pulsante per sceglierlo.

Raffaella Carrà

 

Andrea Azzurra sceglie “I shot the sheriff” di Bob Marley per convincere i giudici. E ci riesce con un’interpretazione piena di energia e ritmo. Tutti la vogliono in squadra, ma la sua decisione cade su Piero Pelù.

 

Nunzia Anna si esibisce sulle note di “Respect” di Aretha Franklin. Grande entusiasmo da parte dei coach, ma il nostro dubbio è che sia stato il pezzo a fare gran parte del lavoro. La ragazza entra nel Team Carrà.

 

Naicok ci prova con “Guantanamera” ma è ancora acerbo e si sente. Per lui l’avventura finisce qui.

 

Yvonne, a dispetto dei suoi 18 anni, mostra di avere un timbro più maturo e caldo. Con “Insieme a te non ci sto più” conquista J-Ax e Noemi. La giovane sceglie lui.

 

Daniele rispolvera “7 e 40” di Lucio Battisti. Bella energia e sicurezza sul palco. Anche questa volta tutti i coach premono il pulsante ma è Noemi a spuntarla sui colleghi.

 

La giovanissima Alice interpreta “Royals” dell’altrettanto giovane Lorde. Bel piglio per avere solo 17 anni e si intravedono buoni margini di miglioramento. Raffaella e J-Ax schiacciano il bottone rosso, ma è quest’ultimo ad aggiudicarsi la concorrente.

 

Erica dimentica il testo di “Come si cambia” di Fiorella Mannoia e questo le costa l’esito del provino.

 

La voce graffiante di Vittoria è al servizio di “Dedicato” di Loredana Bertè. All’aspetto vocale si accompagna anche una buona capacità di tenere il palcoscenico. Pelù, la Carrà e J-Ax si voltano. Vittoria corre tra le braccia della Raffa nazionale.

 

Thomas, già visto a “Star Academy”, tenta la carta di “The Voice” proponendo “New Shoes” di Paolo Nutini. Qualche somiglianza di troppo con l’originale, nonostante le indiscutibili capacità, e nessun coach viene convinto dalla sua esibizione.

 

Mia si siede al pianoforte per una personale versione di “Breakfast In America” dei Supertramp. Molto brava ma questa performance non ha messo in luce al meglio il suo potenziale. Solamente Noemi decide di non girarsi. Mia sceglie la squadra di Pelù.

 

Giulia porta una ventata di freschezza e originalità con “Jungle Drum” di Emilíana Torrini. Divertente come i suoi strambi capelli rosa. Anche questa volta è Noemi l’unica a non premere il pulsante. Giulia sceglie il rapper milanese.

 

J-Ax

L’affascinante “Trouble” dei Coldplay è la canzone con cui si presenta Marco, che riesce a non ricalcare l’interpretazione del leader della band. Solo Pelù resta conquistato dall’esibizione, nonostante tutti riconoscano il talento del ragazzo.

 

Giuseppe canta “50 special” accompagnandosi al pianoforte. Si diverte interpretando il pezzo, ma la parte vocale è insufficiente e risulta difficile pensare ad un repertorio di brani che potrebbe cantare durante il programma. I coach restano fermi sulle poltrone.

 

Steven Patrick porta sul palco “Are You Gonna Be My Girl?” dei Jet infiammando lo studio e attirando l’attenzione dei due ragazzacci Pelù e J-Ax. La scelta del concorrente ricade sul rocker fiorentino.

 

Appuntamento a mercoledì 26 marzo con la terza puntata di audizioni al buio, sempre su Rai2 in prima serata.



0 Replies to “The Voice 2: i nostri giudizi sulle esibizioni della seconda puntata”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*