Teatro alla Scala 7 dicembre 2020 serata A riveder le stelle


Tutte le notizie per seguire la serata di Sant'Ambrogio sulla Rai. Scaletta del concerto previsto e opere.


La prima del Teatro alla Scala del 7 dicembre 2020 ha per titolo quest’anno A riveder le stelle. Nonostante la pandemia da Covid, la Rai ha voluto esserci per una serata speciale presentata da Milly Carlucci ed eccezionalmente, quest’anno, da Bruno Vespa,

Teatro alla Scala 7 dicembre 2020 serata A riveder le stelle

La prima del Teatro alla Scala, A riveder le stelle, ha la regia di Davide Livermore. La serata speciale mette in campo dieci telecamere, cinquanta microfoni, ventitré tra le più grandi voci del nostro tempo. E poi étoile e primi ballerini del corpo di ballo. Oltre naturalmente l’Orchestra e il Coro, con il loro Direttore musicale Riccardo Chailly.

Nonostante le chiusure e il perdurare dell’emergenza sanitaria, grazie alla Rai il 7 dicembre il Teatro alla Scala arriva nelle case di tutti gli italiani, trasmesso da Rai Cultura su Rai 1  a partire dalle 17.00.

Il programma su Rai1 si avvale di un gruppo di registi televisivi coordinati da Stefania Grimaldi. Viene presentata per il quinto anno consecutivo da Milly Carlucci, a cui si aggiunge per la prima volta Bruno Vespa.

La serata – realizzata dal Centro di Produzione Tv Rai di Milano – è  fruibile anche su Radio 3 e RaiPlay.

Teatro alla Scala 7 dicembre 2020

Tutti gli altri protagonisti

Oltre che cantanti, ballerini, professori d’orchestra e artisti del coro, protagonisti sono tecnici, sarti, scenografi, e tutti coloro i quali parteciperanno alla realizzazione dello spettacolo.

E’ un viaggio nell’incanto del teatro musicale. Al centro il grande repertorio italiano, ma anche pagine di grandi compositori europei.

Si inizia da estratti di opere di Giuseppe Verdi. Per continuare con Gaetano Donizetti, Giacomo Puccini, Georges Bizet, Francesco Cilea, Jules Massenet, Richard Wagner e Gioachino Rossini. Mentre le musiche dei balletti sono di Pëtr Il’ič Čajkovskij e Davide Di Leo. Le coreografie sono di Manuel Legris, Rudolf Nureyev e Massimiliano Volpini.
Il titolo della serata “e quindi uscimmo a riveder le stelle” è il celebre verso con cui si chiude l’Inferno della Divina Commedia, nel settecentesimo anniversario della scomparsa di Dante Alighieri. Una speranza in tempi così duri e bui.

La serata raccoglie 25 tra i maggiori cantanti del mondo che hanno voluto essere presenti in una iniziativa senza precedenti. Infine i ballerini scaligeri protagonisti in tre momenti tra i quali una creazione del neodirettore Manuel Legris.

Ecco la programmazione nei dettagli di A riveder le stelle

1. F. Cilea – “Io son l’umile ancella” da Adriana Lecouvreur 
2. Inno di Mameli 
3. G. Verdi – Preludio da Rigoletto 
4. G. Verdi – “Cortigiani vil razza dannata” da Rigoletto – Luca Salsi 
5. G. Verdi – “La donna è mobile” da Rigoletto – Vittorio Grigolo 
6. G. Verdi – “Ella giammai m’amò” da Don Carlo – Ildar Abdrazakov 
7. G. Verdi – “Per me giunto” da Don Carlo – Ludovic Tézier 
8. G. Verdi – “O don fatale” da Don Carlo – Elīna Garanča 
9. G. Donizetti – “Regnava nel silenzio” da Lucia di Lammermoor – Lisette Oropesa
10. G. Puccini – “Tu, tu piccolo Iddio” da Madama Butterfly – Kristine Opolais
11. R. Wagner – “Winterstürme” da Walküre – Camilla Nylund, Andreas Schager
12. G. Donizetti – “So anch’io la virtù magica” da Don Pasquale – Rosa Feola
13. G. Donizetti – “Una furtiva lagrima” da Elisir d’amore – Juan Diego Flórez
14. (Ballo) Lo Schiaccianoci – Adagio dal Grand pas de deux, Atto II con Nicoletta Manni e Timofej Adrijashenko
15. G. Puccini – “Signore ascolta” da Turandot – Aleksandra Kurzak
16. G. Bizet – Preludio da Carmen 
17. G. Bizet – “Habanera” da Carmen – Marianne Crebassa
18. G. Bizet – “La fleur que tu m’avais jetée” da Carmen – Piotr Beczala
19. G. Verdi – “Morrò, ma prima in grazia” da Un ballo in maschera – Eleonora Buratto
20. G. Verdi – “Eri tu” da Un ballo in maschera – Geroge Petean
21. G. Verdi – “Ma se m’è forza perderti” da Un ballo in maschera – Francesco Meli
22. J. Massenet – “Pourquoi me réveiller” da Werther – Benjamin Bernheim
23. “Waves” – Ballo con Roberto Bolle
24. (Ballo) “Verdi Suite” – Estratti dai ballabili da I vespri siciliani, Jérusalem, Il trovatore – Coreografia Manuel Legris con Martina Arduino, Virna Toppi, Claudio Coviello, Marco Agostino, Nicola Del Freo
25. G. Verdi – “Credo” da Otello – Carlos Álvarez
26. U. Giordano – “Nemico della patria” da Andrea Chénier – Plácido Domingo
27. U. Giordano – “La mamma morta” da Andrea Chénier – Sonya Yoncheva 
28. G. Puccini – “E lucevan le stelle” da Tosca – Roberto Alagna
29. G. Puccini – “Nessun dorma” da Turandot – Jonas Kaufmann
30. G. Puccini – “Un bel dì vedremo” da Madama Butterfly – Marina Rebeka
31. G. Rossini – “Tutto cangia”, finale da Guglielmo Tell – Eleonora Buratto, Rosa Feola, Marianne Crebassa, Juan Diego Flórez, Luca Salsi, Mirko Palazzi



0 Replies to “Teatro alla Scala 7 dicembre 2020 serata A riveder le stelle”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*