La regina di Casetta su Rai 3 – trama, cast, finale


La regina di Casetta è Gregoria, l'ultima giovane rimasta nell'isolato paese montano Casetta di Tiara. Presto, però, dovrà lasciarlo per frequentare il liceo a Borgo San Lorenzo.


Per il ciclo “Fuori orario”, alle 0.30 di domenica 2 maggio va in onda su Rai 3 in prima visione Tv La regina di Casetta. Il film è un documentario del 2018 che ripercorre l’ultimo anno trascorso dalla giovane Gregoria, nel suo piccolo paese natale, Casetta di Tiara.

A Casetta ormai rimangono solo 11 abitanti, di cui Gregoria è l’ultima e la più giovane. Nei 79 minuti di durata, il documentario propone gli usi tipici di un paesino dimenticato dell’Appennino Tosco-Emiliano, raccontati attraverso l’esperienza di Gregoria. Prima che lei e la sua famiglia si trasferiscano a Borgo San Lorenzo per consentire alla ragazza di frequentare il liceo.

La regina di Casetta

La regina di Casetta – regia, protagonisti, dove è girato

La regia e la fotografia di La regina di Casetta sono curate da Francesco Fei. Non ci sono attori nelle riprese, che seguono, con discrezione, lo svolgersi naturale delle giornate di Gregoria, della sua famiglia e dei pochi abitanti di Casetta di Tiara.

L’unica location principale è il paese con i suoi dintorni. I boschi e le radure circostanti Casetta sono stati fotografati in tutta la loro naturale bellezza da Francesco Fei, durante il lento incedere delle stagioni.

A rendere più suggestivo il trascorrere del tempo contribuisce la lettura di alcune poesie di Dino Campana. I suoi “Canti Orfici” descrivono le sensazioni che il poeta provava durante i suoi frequenti soggiorni non lontano da Casetta di Tiara, presso varie località dell’Appennino Tosco-Emiliano.

Larione 10 con Rai Cinema sono i produttori del lungometraggio. La colonna sonora è stata invece composta da Massimiliano Fraticelli.

Il documentario è stato premiato nel 2018 come Miglior Film Italiano al Festival dei Popoli di Firenze.

La regina di Casetta

La regina di Casetta – trama del film in onda su Rai 3

Undici abitanti, di cui otto pensionati, rappresentano l’intera popolazione di Casetta di Tiara, paesino tra le montagne dell’Appennino Tosco-Emiliano. Gregoria è l’ultima ragazza nata dopo 25 anni di staticità demografica. Ma presto dovrà andare a vivere a valle, a Borgo San Lorenzo, per studiare e frequentare il liceo.

Il documentario La regina di Casetta racconta tutti gli usi e i costumi tipici di una località che sembra cristallizzata nel tempo. In un anno di riprese, il film mostra tutti i riti stagionali che hanno accompagnato la vita di Gregoria da sempre, come la caccia al cinghiale, la raccolta delle castagne, l’arrivo delle prime nevi invernali. E con la voce e i ricordi di Gregoria stessa il lungometraggio evidenzia la magia del piccolissimo centro che vive nella rigogliosa natura in cui è immerso.

La regina di Casetta

Il finale del film

La conclusione del film è dolce-amara. Era chiaro fin dall’incipit il finale della storia: il trasferimento di Gregoria con la famiglia lontano da Casetta di Tiara. Il suo viaggio verso una nuova vita inizia dunque dal finale del documentario, tra i tornanti di montagna che allontanano la protagonista dal luogo natio. Innegabile la commozione della protagonista che lascia in quel piccolo borgo una parte di sé.

La regina di Casetta contiene un chiaro messaggio: non dimenticare mai da dove veniamo. Per avere maggiore consapevolezza di dove stiamo andando.

La regina di Casetta – il cast completo

Di seguito il cast del film La regina di Casetta

  • Alice Maestri
  • Dafne Niccolai
  • Felice Galeotti
  • Ferruccio Angeli
  • Gregoria Giorgi
  • Katia Livi
  • Leonardo Giorgi
  • Livia Tagliaferri
  • Primo Livi
  • Sonia Livi


0 Replies to “La regina di Casetta su Rai 3 – trama, cast, finale”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*