Il permesso: 48 ore fuori film Rai Movie – trama, cast, finale


Claudio Amendola, alla sua seconda regia, racconta la due giorni di libertà di un gruppo di detenuti.


Rai Movie propone oggi il film dal titolo Il permesso: 48 ore fuori. Si tratta di una pellicola italiana di genere noir con elementi drammatici e da thriller.

L’anno di produzione è il 2017, il paese in cui è stato realizzato è l’Italia. La durata è di un’ora e 31 minuti.

Il permesso 48 ore fuori film attori

Il permesso: 48 ore fuori film – regia, protagonisti, dove è girato

La regia è di Claudio Amendola alla sua seconda volta dietro la macchina da presa. L’attore è anche protagonista nel ruolo di Luigi. Accanto a lui Luca Argentero che si cala nel personaggio di Donato. Nel cast anche Rossana e Angelo ovvero Valentina Bellè e Giacomo Ferrara.

Le riprese si sono svolte in parte a Roma. Le location più gettonate sono state però alcune zone di Pescara, in particolare Ponte del mare, Pescara vecchia e Pescara marina. Il film ha avuto il contributo della Film Commission d’Abruzzo.

La produzione è della CBFilm, ovvero Claudio Bonivento Film, con il contributo del MIBACT.

Il permesso 48 ore fuori film dove è girato

Il permesso: 48 ore fuori – trama del film in onda su Rai Movie

Il permesso: 48 ore fuori è un film corale racconta contemporaneamente la storia di quattro detenuti e di come hanno trascorso le loro 48 ore di licenza premio che li ha portati al di fuori dal carcere di Civitavecchia in cui erano rinchiusi.

Ognuno dei quattro si trovava in galera per motivi differenti. Ma tutti stavano ascoltando il loro debito con la giustizia. Claudio è spinto dall’urgenza di dover aiutare il figlio di 25 anni. Il ragazzo si trova in una situazione molto pericolosa perché ha cercato di ripercorrere le orme del padre nel mondo della criminalità organizzata. Purtroppo però non aveva né il coraggio né le capacità necessarie.

Donato invece, uomo abituato a muoversi in ambienti duri e violenti, deve salvare la moglie. Infatti la donna è stata costretta a diventare una prostituta proprio dagli uomini che facevano parte del suo giro. Donato ha 48 ore di tempo per toglierla dalla strada e restituirle la dignità.

Le altre due vicende raccontate riguardano Rossana e Angelo. Lei è una ragazza che appartiene ad un ceto sociale molto alto. Il suo carattere però, ribelle fin dall’adolescenza, l’ha messa in una serie di guai giudiziari. Infatti la polizia l’ha arrestata scoprendo che possedeva un quantitativo di 10 kg di cocaina. Adesso sta scontando la sua pena ed i genitori non sono riusciti a diminuire il numero di anni da trascorrere in prigione.

Il finale del film

Rossanna è stanca della vita in carcere e non vuole più tornarvi. È intenzionata però a chiedere di nuovo alla sua famiglia di salvarla e di farla scarcerare.

Infine Angelo sta scontando la pena per aver partecipato ad una rapina. In carcere sta studiando e coltiva la speranza di poter tornare ad una vita normale buona una volta abbandonata la prigione. Il suo desiderio è di realizzare una cooperativa che si occupa di ambiente.

Il permesso 48 ore fuori film finale

Il permesso: 48 ore fuori – il cast completo

Di seguito il cast del film Il permesso: 48 ore fuori e i rispettivi personaggi interpretati dagli attori

  • Luca Argentero (DOC nelle tue mani) – Donato
  • Claudio Amendola – Luigi
  • Valentina Bellè – Rossana
  • Giacomo Ferrara – Angelo
  • Antonino Iuorio – Sasà
  • Valentina Sperlì – Charlotte
  • Ivan Franek – Goran
  • Andrea Carpenzano – Sercio
  • Stefano Rabatti – Lisca
  • Davide Argenti – Gomma
  • Alessandra Roca – Rita
  • Massimo De Santis – Gaetano
  • Simone Liberati – Michele
  • Silvia Degrandi – Paola
  • Jerry Mastrodomenico – Walter


0 Replies to “Il permesso: 48 ore fuori film Rai Movie – trama, cast, finale”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*