Linea bianca Massimiliano Ossini in Val di Fiemme


La nuova puntata del programma fa tappa in Val di Fiemme alla scoperta delle bellezze della zona.


Sarà un excursus attraverso oltre cento chilometri di piste, baite, rifugi, neve in cui si rincorre la spettacolarità dei paesaggi,le tradizioni gastronomiche, e il divertimento.

Si inzia, infatti, con una vista mozzafiato dall’Ortles Cevedale alle Dolomiti: nella cornice della catena montuosa del Lagorai, con una guida alpina, in cima a Pala Santa, a quota 2487 metri, il conduttore Massimiliano Ossini, insieme alla guida alpina Lino Zani, apre la puntata.
Siamo nel periodo primaverile, assisteremo al risveglio della natura e ci saranno forniti utili e importanti consigli per avvicinarsi all’arrampicata sportiva.
Vedremo, poi, originali istallazioni che dialogano con i pascoli e le guglie dolomitiche del Latemar lungo un percorso ad anello di tre chilometri. E, nel comprensorio sciistico di Pampeago, Ossini ci conduce alla scoperta di “Land Art”, uno dei parchi d’arte più alti al mondo.

obereggen
A questo punto il telespettatore potrà ammirare ambienti che si estendono su una superficie di quasi 200 km2, un patrimonio tra fauna e flora di grande valore naturalistico. A sottolinearne la bellezza, una passeggiata nel bosco di abeti rossi di Paneveggio. Qui si potrà assistere, ancora una volta, ad altri aspetti del risveglio della montagna ai primi tepori primaverili.

Subito dopo ecco le bellezze del Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino.
Il conduttore ci farà conoscere un pozzo profondo 200 metri per la realizzazione di un impianto di geotermia, innovativi materiali rispettosi dell’ambiente, travature lignee lasciate a vista, una struttura portante realizzata in legno di abete rosso: tutto questo ad Obereggen, sulle piste da sci, alla scopeta del rifugio Oberholz, mirabile esempio di audace e raffinato design, ma anche campione di sostenibilità.


Spazio adesso ad una attenta analisi di come sarà il futuro del soccorso sotto la neve: sulle piste dello Ski Latemar, si sta realizzando il progetto “Sherpa”, l’innovativo sistema di droni cielo/terra in grado di lavorare in condizioni estreme e localizzare, in pochissimo tempo, una persona sepolta fino a tre metri sotto la neve.
Infine ecco il fenomeno dello slittino naturale: ad Obereggen conosceremo le imprese e trionfi di Patrick Pigneter, il 19 volte campione del mondo.

Linea bianca, iniziato lo scorso 24 dicembre 2016, si conclude la prossima settimana. Il 29 aprile inizia Lineablu con Donatella Bianchi.



0 Replies to “Linea bianca Massimiliano Ossini in Val di Fiemme”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*