Ulisse- il piacere della scoperta puntata In nome della rosa


L'appuntamento con il programma di divulgazione culturale, è alle 21:15. Si parlerà del tardo Medioevo.



Dopo essersi occupato, sette giorni fa, della caduta dei Romanoff e del loro eccidio, Angela junior dedica questa puntata alla scoperta di un periodo storico che è stato estremamente importante per la cultura occidentale. Lo farà attraverso uno dei più grandi successi letterari del 900: Il nome della rosa di Umberto Eco scomparso nel febbraio 2016

. Attraverso le pagine del capolavoro, il conduttore cerca di far capire ai telespettatori l’importanza di quel periodo storico pieno di eventi fondamentali che avrebbero avuto un enorme riscontro in futuro. Si discuterà di come fossero radicate false convinzioni che oggi ci appaiono quasi ridicole. Naturalmente Angela farà ricorso alla versione cinematografica de Il nome della rosa interpretata da Sean Connery come attore principale e firmata alla regia da Jean Jacques Annaud.

Sarà una puntata che si occuperà anche del monachesimo benedettino nato a Subiaco, cittadina del Lazio dove ancora oggi ci sono molti monasteri che sono stati i luoghi dove Umberto Eco ha tratto ispirazione e notizie per il suo libro.
Si ripercorrono poi i tanti pellegrinaggi dei fedeli che, nei tempi antichi, arrivavano in questi luoghi per visitare la zona dove San Benedetto cominciò la sua predicazione.
In questi conventi sono conservate opere d’arte molto importanti che raccontano non solo il pensiero di San Benedetto, ma anche le speranze e le paure che animavano le popolazioni dell’epoca.
Angela mostrerà testi antichissimi e unici al mondo che rappresentano davvero le basi fondamentali della cultura occidentale. Questi testi sono stati tramandati a noi grazie alla sacrificio di generazioni di monaci che non solo gli hanno trascritti ma li hanno anche custoditi dalla distruzione e dalle tante guerre.


Naturalmente Angela toccherà il tema della Santa Inquisizione che mandò a morte moltissime vittime innocenti. Si rivivranno i momenti drammatici di coloro che senza alcuna colpa furono accusati di stregoneria e condannati alla pena capitale.
Angela ci farà è inoltre conoscere molte piccole invenzioni medievali che noi cittadini moderni continuiamo ad utilizzare senza rendercene conto. Tra queste, ad esempio i bottoni che vennero realizzati in quel periodo. Inoltre furono anche stabilite le regole morali alle quali bisogna attenersi per essere considerati buoni cittadini. Queste sono rimaste ancora oggi le stesse.
Alberto Angela rappresenta nella prima serata del sabato sera l’alternativa ai grandi show di Rai1 e di Canale 5. Tutti coloro che vogliono fuggire dai blasonati e rumorosi programmi delle principali reti di viale Mazzini e Cologno Monzese, sanno di poter trovare su Rai3 una oasi di informazione culturale realizzata con molta attenzione e rispetto per le fonti culturali utilizzate.



0 Replies to “Ulisse- il piacere della scoperta puntata In nome della rosa”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*