Connect with us

Informazione

Piazza pulita, 26 marzo 2020, diretta puntata speciale Coronavirus

Il programma di Corrado Formigli racconterà il nostro Paese che lotta contro il coronavirus

Pubblicato

il

piazzapulita puntata 26 marzo formigli
Il programma di Corrado Formigli racconterà il nostro Paese che lotta contro il coronavirus
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Stasera, 26 marzo 2020, alle ore 21.15 su La7 andrà in onda una nuova puntata di Piazza Pulita. Il programma di Corrado Formigli racconterà il nostro Paese che lotta contro il coronavirus: gli ospedali al collasso; la crisi economica che va profilandosi; la corsa contro il tempo per la ricerca di una cura e il dibattito sui tamponi.

Piazza pulita, 26 marzo 2020, diretta puntata

Inizia la puntata. Formigli fa il punto della situazione sull’emergenza ed introduce il primo servizio a firma di Alessio Lasta. Il giornalista ci racconta la storia di una famiglia sconvolta dal Coronavirus. Sirio Marchesi ha iniziato ad avere i sintomi di una polmonite, ma i medici hanno sottovalutato la sua situazione e non gli hanno diagnosticato il virus. “Abbiamo mandato un’amica infermiera a cercare l’ossigeno. La prima bombola disponibile era a 40 km. Quando è arrivata era già andato. Aveva una sete d’aria… fino all’ultimo secondo ci ha provato” – racconta la figlia Asia. L’uomo purtroppo, già immunodepresso, ha perso la vita in pochi giorni.

“Sono terrorizzata. Come so che non faccio la stessa fine?” – dice la moglie. La figlia è arrabbiata, a suo parere lei e la madre sono state abbandonate dallo Stato, che ancora oggi non le ha sottoposte a tampone e non ha riconosciuto il padre come vittima di COVID 19. “Hanno fatto un tampone a una persona asintomatica quando a gente che ha i sintomi non lo fanno. Perché a lei sì e a noi no?” – dice Asia.

Piazza pulita, 26 marzo 2020, interviene il Prof.Mantovani

Interviene il Professor Mantovani, Direttore Scientifico di Humanitas. “La quantità di reagenti disponibili per i tamponi è limitata. Dobbiamo fare delle scelte. E la prima scelta penso che sia quella di proteggere le persone in prima linea: medici e personale sanitario. Sui numeri dobbiamo guardarci dall’altalena emotiva perché rischiamo di abbassare la guardia. Siamo ancora in partita. Le partite finiscono al 90′. Stiamo facendo medicina di guerra, ma dobbiamo coniugare l’emergenza con il rigore al servizio dei pazienti. Ci si sta muovendo in questo senso” – dice.

Il Professore spiega che esistono diversi tipi di farmaci, ma che ci vorranno almeno 18 mesi per avere la sicurezza dell’efficacia.

“Alle strategie di contenimento dobbiamo affiancare una rigorosa ricerca. La ricerca è la nostra cintura di sicurezza. Non possiamo che navigare a vista” – continua. Raccontando poi di aver sentito il calore umano e la solidarietà di alcune signore che in fila al supermercato, dopo aver visto il suo badge dell’ospedale, hanno insistito per farlo passare prima. “Stiamo riscoprendo dei valori” – chiosa.

Viene mandato in onda un servizio sull’RSA Medaglia, uno dei focolai del virus, dove hanno perso 59 persone fino ad ora. Milva racconta la preoccupazione nel sapere che sua mamma Gilda è ancora nella struttura: “La mia mamma la vedo sempre dalla finestra. Dentro la RSA di Mediglia ci sono casi positivi in isolamento. Altri asintomatici. Sono preoccupatissima. Non riesco a dormire. Quando suona il telefono penso sempre che sia peggiorata”.

Piazza pulita, Matteo Salvini: “A virus sconfitto, faremo le nostre considerazioni”

Si torna in studio. Interviene in collegamento Matteo Salvini. “A virus sconfitto, in tutta Italia andranno accertate le responsabilità di chi ha fatto e chi non ha fatto. In questo momento ci sono solo da cercare mascherine, ossigeno, infermieri. La mia valutazione personale vale meno di zero. Ci sono 9000 morti, ora bisogna sconfiggere la bestia. A bestia sconfitta faremo le nostre considerazioni. Al governo chiedo di far arrivare immediatamente guanti, mascherine, ossigeno, saturimetri” – dichiara.

“Sottoscrivo riga per riga le posizioni di Mario Draghi. Lo stimo. Fare debito non è più una bestemmia. Questo Governo a virus sconfitto è in grado di ricostruire questo Paese? Ho i miei dubbi.” – continua.

Salvini difende la sanità Lombarda e sostiene che è l’unica regione Italiana che è in grado di affrontare l’emergenza sanitaria. Qualsiasi altra regione, a suo parere, si sarebbe trovata in seria difficoltà. “La compresenza di pubblico e privato nella sanità per me è fondamentale. E questo vale anche nella scuola”.

Salvini si esprime poi sulla notizia del servizio del Tg Leonardo, che cinque anni fa aveva parlato di un virus creato in laboratorio. “Era un virus polmonare. Per lei sarà normale crearli in laboratorio, per me no”.

Formigli chiede al Senatore come mai non abbia accettato i precedenti inviti del programma. “Oggi sono venuto perchè in un momento eccezionale è giusto. Sono venuto perché è mio dovere spiegare cosa stiamo facendo per gli Italiani. A mio modesto parere questa non è però la trasmissione campionessa di obiettività” – risponde Salvini.

Piazza pulita, 26 marzo 2020, Resistenza Emotiva

Antonio Padellaro, giornalista, commenta l’intervento di Salvini :“Bisogna fare quadrato. Salvini c’ha messo un po’ ad arrivarci, ma stasera l’ha detto ed è importante. I ritardi nella comunicazione da parte di Conte? Ci sono stati e hanno certamente creato un po’ di disorientamento, ma sono giustificati”.

Stefano Massini ci regala uno dei suoi emozionanti monologhi. Massini stavolta mette a nudo i suoi sentimenti e parla al suo pubblico con estrema sincerità, racconta la Resistenza Emotiva: “Io, Stefano, ho paura. Non mi trovo in tutto questo, non riesco a capirlo. Non riesco a farmene una ragione. La trasmissione è fatta anche da esseri umani e quindi bisogna parlare. Il silenzio genera mostri”. 

Piazza pulita, la drammatica realtà di Brescia

Alessio Lasta ci mostra la drammatica realtà della terapia intensiva dell’ospedale Poliambulanza di Brescia. Vediamo i medici provati, disperati, spaventati. Vediamo i pazienti terrorizzati all’idea di non guarire e di non sentire e vedere più i familiari. L’ultimo saluto avviene spesso attraverso lo schermo di un cellulare. “Di questa malattia rimarranno i silenzi, la solitudine. Siamo soli noi medici. Sono soli gli infermieri, le persone in isolamento e i pazienti perché intubati e soffocati da una maschera che deve farli respirare”

Vincenzo Boccia, Presidente della Confindustria, parla della crisi economica derivata dall’emergenza sanitaria. “”Abbiamo calcolato un calo del 6% del PIL. Bisogna fornire liquidità alle aziende, in modo che finita l’emergenza possano riaprire. Va attivato un fondo di garanzia che mantenga vive le aziende. Questo debito si deve trasformare in un debito a 30 anni. E’ evidente che ci troveremo davanti ad una recessione, ma dobbiamo evitare la depressione e questo comporta delle azioni immediate nel presente. Il governo deve fare una politica di tappe veloci”.

Piazza pulita, Beppe Fiorello: “Dobbiamo condividere la paura”

Interviene Beppe Fiorello: “Dobbiamo condividere la paura, perchè se condivisa ci unisce, ci fa sentire sulla stessa barca. Non c’è bisogno di nasconderla, di drogarla di allegria. D’accordo che bisogna esorcizzare, ma ora bisogna fare un lavoro di equilibrio emotivo”.

Piazza pulita, Selvaggia Lucarelli: “C’è business dei tamponi”

Selvaggia Lucarelli, Barbara Serra, Elisabetta Groppelli e Pio D’Emilia si confrontano. La Lucarelli parla della questione dei tamponi:“La verità è che i tamponi non diagnosticano solo il COVID ma anche il livello sociale al momento. I privilegiati si possono permettere non solo le cure, ma anche la diagnosi. Ho molti amici che hanno sintomi che potrebbero essere da Coronavirus, ma non c’è nessuno che gli fa il tampone. C’è un business dei tamponi a pagamento nelle cliniche, ma la realtà è che i laboratori d’analisi sono pochi. Maldini ha raccontato di essere stato sottoposto al test insieme al figlio, all’altro figlio ed alla moglie. Questi ultimi due asintomatici. E c’è invece chi pur avendo i sintomi non ha l’opportunità di fare il tampone. Non sapere se si ha il virus o no da un punto di vista psicologico è destabilizzante. Non sapere se si è positivi al coronavirus poi è molto pericoloso anche a livello sanitario perché inizi le cure quando è tardi.”.

Barbara Serra spiega che anche in Inghilterra è difficile essere sottoposti ai tamponi e che spesso si è messi in isolamento. Non c’è però il lockdown come in Italia, nonostante il numero delle vittime stia salendo. “Non c’è la percezione vera del sacrificio che potrebbe essere necessario” – dice.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Giornalista pubblicista. Nata nell'epoca sbagliata. É donna del suo tempo, ma anche un po' degli anni'80 e dell'800 di Jane Austen. Ama leggere libri fino all'alba, scrivere, disegnare, creare. Guarda telefilm con una vaschetta di gelato al cioccolato d'estate e una tazza di tè bollente in inverno. La sua migliore amica è Shonda Rhimes.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informazione

Stasera in tv sabato 23 ottobre 2021, tutti i programmi in onda

Su Raiuno la seconda puntata del varietà Ballando con le stelle, condotto da Milly Carlucci. Su Canale 5 una nuova puntata del talent Tù sì que vales prodotto da Maria De Filippi.

Pubblicato

il

Stasera in tv sabato 23 ottobre 2021
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Stasera in tv sabato 23 ottobre 2021. Su Raitre l’attualità con Presa diretta. Su Rete 4 invece il film di spionaggio Agente 007 – Una cascata di diamanti con Sean Connery.

Stasera in tv sabato 23 ottobre 2021, Rai

Su Raiuno, alle 20.35, il varietà Ballando con le stelle. Secondo appuntamento con Milly Carlucci in diretta dall’Auditorium Rai del Foro Italico. I vip in gara cominciano a prendere confidenza con la pista da ballo e le critiche dei giudici. A bordo pista, due le presenze fisse: il conduttore de La Vita in diretta, Alberto Matano, e Alessandra Mussolini.

Su Raitre, alle 21.45, l’attualità con Presa diretta. Ultimo appuntamento autunnale con Riccardo Iacona. La prima parte si intitola “Il virus perfetto”: a quasi due anni dall’apparizione del virus Sars-Cov-2, non abbiamo certezze circa le sue origini. Poi vediamo un’inchiesta sulla gestione della pandemia, oggetto di indagini della Procura di Bergamo.

Su Rai 5, alle 21.15, serata di prosa: Le donne. Franca Valeri ripercorre la galleria dei suoi personaggi femminili, raccontando i mutamenti e le contraddizioni che hanno costellato il percorso di emancipazione delle donne italiane attraverso i decenni.

Programmi Mediaset, Real Time

Su Canale 5, alle 21.20, il talent Tù sì que vales. Continua la ricerca dei migliori talenti in varie discipline sia artistiche che sportive, valutati da Maria De Filippi, Rudy Zerbi, Gerry Scotti e Teo Mammucari. Tra i concorrenti ammessi alla finale ci sono i Solasta, gli acrobati (6 ragazzi e 2 ragazze) che hanno conquistato i giurati e commosso Sabrina Ferilli.

Su Real Time, alle 21.30, il docu-reality Vite al limite. La protagonista è Shannon. Il suo peso si aggira sui 300 chili e ormai vive quasi sempre a letto. Il dottor Now ha accettato di aiutarla, ma a causa della pandemia il percorso di Shannon è a rischio. Come la sua stessa vita.

Stasera in tv sabato 23 ottobre 2021 cop car

I film di questa sera sabato 23 ottobre

Su Rai 4, alle 21.20, il film thriller del 2015, di Jon Watts, Cop Car, con Kevin Bacon. Due ragazzini trovano una macchina della polizia abbandonata e decidono di farci un giro. Così facendo, però, scatenano l’ira dello sceriffo Kretzer, che farà di tutto per evitare che un segreto venga a galla.

Su Rete 4, alle 21.25, il film di spionaggio del 1971, di Guy Hamilton, Agente 007 – Una cascata di diamanti, con Sean Connery, Jill St. John. James Bond (Sean Connery) viene incaricato di indagare sulla scomparsa di una grossa partita di diamanti grezzi. Assunta la falsa identità di un corriere di preziosi, l’agente 007 contatta la bella Tiffany Case (Jill St. John) e scopre che a capo del complotto c’è la Spectre di Blofeld.

Su Italia 1, alle 21.20, il film fantastico del 2013, di Christophe Gans, La bella e la bestia, con Léa Seydoux, Vincent Cassel. In un paesino della Francia, la dolce Bella (Léa Seydoux) per salvare la vita dell’anziano padre, è costretta ad andare a vivere con uno sconosciuto dal passato triste e misterioso, noto come la Bestia (Vincent Cassel). Ma, con il passare del tempo, tra i due nasce un vero sentimento.

Su Tv8, invece, alle 21.30, il film drammatico del 2004, di Clint Eastwood, Million dollar baby, con Clint Eastwood, Hilary Swank. Frankie è l’anziano proprietario di una palestra di pugilato. Dopo mille insistenze, una giovane cameriera lo convince ad allenarla. Per lui diventerà come una figlia.

Su Iris, alle 21.00, il film thriller del 2002, di Brett Ratner, Red Dragon, con Edward Norton, Anthony Hopkins. L’ex agente dell’Fbi Will Graham è sulle tracce di Red Dragon, un folle assassino accusato di efferati omicidi. Per risolvere il caso, chiederà aiuto a una sua vecchia conoscenza.

Stasera in tv sabato 23 ottobre 2021 kill bill vol 1

Stasera in tv sabato 23 ottobre, i film su Sky  

Su Sky Cinema Due, alle 21.15, il film d’azione del 2003, di Quentin Tarantino, Kill Bill – Vol. 1, con Uma Thurman. Uscita dal coma dopo quattro lunghi anni, la killer Beatrix ha un unico obiettivo: vendicarsi di Bill, l’uomo che il giorno del suo matrimonio l’ha ridotta in fin di vita.

Su Sky Cinema Family, alle 21.00, il film commedia del 2010, di Eric Brevig, L’orso Yoghi, con Tom Cavanagh. Il sindaco Brown ha imposto la chiusura del parco di Yellowstone. Per impedire che ciò avvenga, Yoghi e Bubu si alleano con il loro storico nemico, il ranger Smith.

Su Sky Cinema Action, infine, alle 21.00, il film di guerra del 2019, di Rod Lurie, The Outpost, con Orlando Bloom, Scott Eastwood. Afghanistan. I talebani attaccano l’esercito americano, portando morte e devastazione. Gli unici in grado di sopravvivere sono i soldati più intrepidi, come Keating. Da una storia vera.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Informazione

Stasera in tv venerdì 22 ottobre 2021, tutti i programmi in onda

Su Raiuno la sesta puntata del varietà Tale e quale show condotto da Carlo Conti. Su Canale 5 il reality Grande Fratello Vip.

Pubblicato

il

Stasera in tv venerdì 22 ottobre 2021
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Stasera in tv venerdì 22 ottobre 2021. Raitre propone il film biografico Hammamet con Pierfrancesco Favino sugli ultimi sei mesi del leader politico Bettino Craxi. Su Nove invece il varietà Fratelli di Crozza con Maurizio Crozza.

Stasera in tv venerdì 22 ottobre 2021, Rai

Su Raiuno, alle 21.25, il varietà Tale e quale show. Sesta puntata dello show condotto da Carlo Conti, che oggi presenta 11 nuove esibizioni. Tra i concorrenti che si stanno facendo notare in questa edizione ci sono i Gemelli di Guidonia (vincitori di tre puntate nei panni dei Bee Gees, del trio Fedez-Lauro-Berti e dei New Trolls), Deborah Johnson e Dennis Fantina.

Su Rai 5, alle 21.15, Art Night. Nell’ultima puntata dedicata a Giovan Battista Tiepolo si traccia un racconto più personale dell’artista, cercando nell’intimità dell’arte fatta per sé stesso, complessa e tormentata. Segue il documentario “Degas, il corpo nudo”.

Programmi Mediaset, La7

Su Rete 4, alle 21.20, l’attualità con Quarto Grado. Continua la trasmissione che approfondisce i più importanti fatti di cronaca nera, condotta da Gianluigi Nuzzi e Alessandra Viero. Tra gli inviati c’è Giorgio Sturlese Tosi: giornalista, laureato in Giurisprudenza, per 10 anni ha lavorato in Polizia. Si è occupato del caso di Roberta Ragusa.

Su Canale 5, invece, alle 21.20, il reality Grande Fratello Vip. All’interno della Casa nascono anche delle belle amicizie, come quella tra i tre Moschettieri, Aldo Montano, Manuel Bortuzzo e Alex Belli. Al timone c’è Alfonso Signorini con Adriana Volpe e Sonia Bruganelli: quali sorprese destineranno stasera gli autori ai concorrenti rimasti in gara?

Su La7, alle 21.15, l’attualità con Propaganda Live. Si rinnova l’appuntamento con l’attualità, interpretata da Diego Bianchi, alias Zoro. Il conduttore ha esordito in tv nel 2008, collaborando con Canale 5 (Matrix condotto all’epoca da Enrico Mentana) e Raitre (Parla con me).

Tv8, Nove, Real Time

Su Tv8, alle 21.30, la fiction Gomorra – La serie con Salvatore Esposito. Gennaro deve fronteggiare una situazione che sta diventando incandescente: una guerra senza esclusione di colpi tra i Capaccio e Sangue Blu per il controllo della piazza di spaccio di Forcella.

Su Nove, invece, alle 21.15, il varietà Fratelli di Crozza. Continuano gli appuntamenti con gli sketch di Maurizio Crozza. Non può inoltre mancare l’esilarante imitazione di Luca Zaia e il suo Green Pass inciso sulla “tavoletta d’argia”. Ma anche le ultime esternazioni di Matteo Salvini e Carlo Calenda.

Su Real Time, alle 21.25, il talent Bake Off Italia: dolci in forno. I dolci liquorosi, tra tradizione e innovazione, sono i protagonisti della sfida. A Ernst Knam, Damiano Carrara e Clelia d’Onofrio il compito di giudicare le proposte dei concorrenti. Ospite della puntata è invece l’attrice Marisa Laurito.

Stasera in tv venerdì 22 ottobre 2021 hammamet

I film di questa sera venerdì 22 ottobre 2021

Su Raitre, alle 21.20, il film biografico del 2020, di Gianni Amelio, Hammamet, con Pierfrancesco Favino, Livia Rossi. Il film racconta in modo romanzato gli ultimi sei mesi di vita di Bettino Craxi (Pierfrancesco Favino). Si tratta dell’ex premier ed ex segretario del Partito Socialista. In esilio in Tunisia dopo la condanna subìta in patria, il politico è infatti tormentato dai problemi di salute e dall’amarezza per il nuovo corso della politica italiana.

Su Rai 4, alle 21.20, il film fantastico del 2018, di Wes Ball, Maze Runner – La rivelazione, con Dylan O’Brien. Ultimo capitolo della saga. Thomas deve salvare i suoi compagni che sono stati catturati dalla Wicked di Ava. Troverà però aiuto nel gruppo di resistenza “Braccio Destro”.

Su Rai Movie, invece, alle 21.10, il film commedia del 2017, di Edoardo Falcone, Questione di karma, con Elio Germano, Fabio De Luigi. Giacomo è l’erede di una ricca famiglia di industriali. La morte del padre lo porta ad avvicinarsi all’esoterismo, convincendolo che il defunto genitore si sia reincarnato nel corpo di un certo Mario.

Su Italia 1, alle 21.20, il film d’azione del 2018, di Pierre Morel, Peppermint, con Jennifer Garner. Los Angeles. La vita di Riley (Jennifer Garner) viene sconvolta dall’omicidio del marito e della figlioletta, massacrati da una gang di narcotrafficanti, che evitano la condanna grazie a un giudice corrotto. Ma Riley non ha intenzione di rassegnarsi e studia infatti un piano per farsi giustizia da sola.

Stasera in tv venerdì 22 ottobre 2021 yes man

Film 20 Mediaset, Iris

Su 20 Mediaset, alle 21.00, il film commedia del 2008, di Peyton Reed, Yes man, con Jim Carrey, Zooey Deschanel. Carl Allen ha una visione negativa della sua vita ma un collega gli suggerisce di andare a un seminario sull’autostima. Da quel momento tutto sembra andare per il meglio.

Su Iris, invece, alle 21.00, il film poliziesco del 1971, di Don Siegel, Ispettore Callaghan: il caso Scorpio è tuo!, con Clint Eastwood. San Francisco. L’ispettore Callaghan, famoso per i metodi poco ortodossi, cattura uno psicopatico che sta terrorizzando la città. Ma il killer torna in libertà grazie a un cavillo legale.

Stasera in tv venerdì 22 ottobre 2021, i film su Sky

Su Sky Cinema Uno, alle 21.15, il film giallo del 2010, di Guy Ritchie, Sherlock Holmes – Gioco di ombre, con R. Downey Jr., J. Law. Holmes e il dottor Watson sono alle prese con il professor Moriarty. Grazie alla sua geniale mente criminale, l’uomo potrebbe infatti mettere in grave difficoltà il detective.

Su Sky Cinema Family, infine, alle 21.00, il film fantastico del 2011, di David Yates, Harry Potter e i doni della morte – Parte 2, con Daniel Radcliffe, Ralph Fiennes, Rupert Grint. Voldemort ha un solo obiettivo: disperdere l’Esercito di Albus Silente e uccidere Harry Potter. Il giovane mago intanto cerca tutti gli Horcrux.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Informazione

Marta – Il delitto della Sapienza, il documentario tv tra segreti e cronaca il 21 ottobre su Rai 2

Non solo il fatto di cronaca, ma anche il racconto privato della vita di Marta Russo, grazie a materiali inediti ed ai suoi preziosi diari segreti.

Pubblicato

il

Marta il Delitto della Sapienza cover ufficia
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Marta – il delitto della Sapienza è il documentario in prima visione che va in onda giovedì 21 ottobre alle 21.15 su Rai2.  Un racconto su due livelli, quello privato e della cronaca giudiziaria dell’omicidio della studentessa, che si intrecciano per restituire l’identità a Marta Russo, uccisa la mattina del 9 maggio del 1997 mentre percorreva i viali del suo ateneo, senza ancora un perché.

Marta il Delitto della Sapienza Marta Russo

Marta – Il delitto della Sapienza il documentario: notizie e data messa in onda

Nell’immaginario collettivo fino ad oggi Marta Russo ha rappresentato non solo un cruente fatto di cronaca nera, ma anche una foto. Tiziana, la sorella, ha trovato per caso i diari della studentessa all’interno di un armadio.  Ed è grazie al loro contenuto e alle testimonianze di amici e parenti che è stato possibile far diventare Marta nuovamente una persona. 

Per la prima volta quindi si parlerà della studentessa partendo dalle sue parole e dai suoi scritti. Quest’opera di narrazione è stata  sapientemente ricostruita e riproposta in video dal regista Simone Manetti. Il documentario che ne è scaturito è in onda giovedì 21 ottobre in prima visione tv alle 21.15 su Rai 2 e disponibile in streaming anche su Rai Play.

Marta – Il delitto della Sapienza” è una coproduzione Rai Documentari e Minerva Pictures, ed è prodotta da Gianluca Curti e Santo Versace. I testi sono scritti da  Emanuele Cava, Gianluca De Martino e Laura Allievi, con la partecipazione di Silvia D’Amico che dà la voce a Marta e la supervisione di Fabio Mancini. 

Il documentario su Marta Russo: il fatto di cronaca ed il materiale utilizzato per la ricostruzione 

La narrazione , dunque, si sviluppa su due piani di racconto. Il primo legato ai fatti di cronaca e alla ricostruzione meramente giudiziaria del caso Russo, mentre il secondo è strettamente privato. Emerso grazie ai pensieri che Marta era solita annotare nei suoi diari tra il 1985 e il 1996. 

Scopo del documentario è quindi quello di restituire alla giovane studentessa la sua identità. Chi era Marta prima della sua morte? Ed è questo racconto dolceamaro che la famiglia ha voluto condividere con il pubblico televisivo. “Voglio essere felice in questa vita, e non in futuro, ma nel presente, per ogni attimo che vivo. Perché non so quanto potrò vivere e cosa ci sarà dopo” parole queste estrapolate dal diario di Marta Russo

Ad arricchire la narrazione è anche il prezioso materiale di repertorio, inedito. Significativa anche la documentazione reperita presso gli archivi della Corte d’Assise di Roma e della Polizia di Stato, come intercettazioni ambientali e telefoniche, filmati di interrogatori con testimoni chiave dell’inchiesta, fascicoli fotografici della Polizia Scientifica, e l’inedita telefonata al 113 avvenuta al momento dello sparo.

Tasselli di un immenso puzzle che hanno portato poi a scoprire ed assicurare alla giustizia i veri colpevoli del delitto di Marta Russo. Vi si aggiunga anche il repertorio messo a disposizione da Rai Teche. Telegiornali, interviste ai testimoni chiave, e soprattutto ore e ore di filmati del processo a Giovanni Scattone e Salvatore Ferraro.  

Marta – Il delitto della Sapienza il documentario: i diari di Marta Russo

Marta il Delitto della Sapienza pagine diario Marta Russo

Per quanto concerne invece la ricostruzione della parte privata della giovane studentessa romana, il materiale a disposizione è costituito da 9 quaderni, circa 700 pagine scritte in quasi 11 anni. In aggiunta alcuni video ed oggetti che adornavano la camera da letto di Marta. Preziose anche le testimonianze ed i racconti diretti di amici e parenti.

Un racconto parallelo quindi, in cui la linea narrativa emotiva e personale si unisce a quella fredda, logica e oggettiva dell’inchiesta. Lo spettatore viene accompagnato dall’inizio alla fine dalla voce narrante di Marta. Nella speranza che si possano dare oggi delle risposte a domande insolute da 2 anni.

Ci sono infatti ancora tanti perché che non hanno trovato una motivazione. Primo fra tutti:  perché è stata uccisa Marta Russo? Il documentario Marta – Il delitto della Sapienza è il primo appuntamento di Crime Doc, un nuovo ciclo di cinque prime serate di Rai Documentari dedicate ai grandi casi di cronaca che hanno segnato il nostro Paese.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it