Chi l’ha visto?, 3 giugno 2020, Guglielmo e Serena Mollicone


Il programma di approfondimento di Rai 3 si concentrerà stasera sulla storia di Guglielmo e Serena Mollicone


Questa sera, 3 giugno 2020, alle ore 21.15 su Rai 3 andrà in onda una nuova puntata di Chi l’ha visto. Il programma di approfondimento si concentrerà sulla storia di Guglielmo e Serena Mollicone. L’uomo è scomparso qualche giorno fa in seguito ad un malore. Sono ormai 20 anni che sua figlia Serena è stata uccisa, ma ancora non si è scoperta la verità su ciò che è accaduto.

Chi l’ha visto?, 3 giugno 2020, Guglielmo e Serena Mollicone

Inizia il programma. La Sciarelli ricorda Guglielmo Mollicone. L’uomo era stato più volte ospite del programma per parlare della scomparsa di sua figlia Serena. Guglielmo ha lottato a lungo per scoprire la verità e purtroppo se ne è andato via prima di saperla.

Chi l’ha visto?, come è morta Lucia?

Lucia 23 giorni fa è stata ricoverata improvvisamente in ospedale. Sembravano calcoli renali, ma i medici che l’hanno operata hanno scoperto che aveva la milza spappolata. Sergio Palumbo, medico consulente della famiglia, spiega che perchè la milza si rompa in quel modo è necessario un urto di grave entità.

La donna era stata coinvolta in un incidente qualche tempo prima. Era stata tamponata. Palumbo sostiene però che i due eventi non possono essere collegati poichè è passato troppo tempo, la donna sarebbe morta prima.

Il compagno, Vincenzo, racconta che Lucia era caduta dalle scale ad aprile. Le figlie però non ci credono e raccontano di averla accompagnata a riprendere le sue cose a casa sua, probabilmente perchè la donna lo voleva lasciare.

L’uomo per dimostrare che ha sempre trattato bene Lucia, ha chiesto ai giornalisti di Chi l’ha visto di intervistare i vicini. Le loro testimonianze negano qualsiasi litigio tra Vincenzo e Lucia.

La ex moglie di Vincenzo è stata picchiata dopo averlo tradito (secondo quanto racconta lui), ma i parenti di lei raccontano che c’erano già stati atti di violenza.

“Era troppo giovane per andarsene, voglio capire chi le ha fatto del male. Avevamo tante cose da fare con mamma, tante” – dice una delle figlie.

Chi l’ha visto?, la scomparsa di Giuseppe

Giuseppe Fallea, 84 anni, è scomparso lo scorso 13 maggio da Favara (AG). L’ultima a vederlo è stata la nuora. Sembrava sereno, non c’erano motivi perchè si allontanasse da casa.

Giuseppe è scomparso insieme alla sua macchina ed il fatto è sospetto. Il suo cellulare è sempre spento. Le ricerche sono incessanti, ma per il momento non si hanno tracce né di lui né del mezzo. “E’ molto strano. Almeno la macchina si dovrebbe trovare – dicono famiglia ed amici.

C’è il timore che l’uomo possa essere incappato in qualche mal intenzionato che possa avergli proposto qualche affare o che possa averlo sedotto facendogli credere di volergli bene per poi fargli del male.

Chi l’ha visto?, Marco – il nipote di Massimiliano Vece

Sempre a Favara è scomparsa qualche tempo fa (600 giorni fa) anche una donna, una ragazza, madre di 2 figli: Jessica. Aveva solo 28 anni, era uscita, diretta in piazza, ma non è mai arrivata. La madre chiede aiuto, chiede ai suoi compaesani di dirle cosa è successo alla figlia. “Qualcuno ha visto” – dice.

Marco, il nipote di Massimiliano Vece, interviene in studio per lanciare un appello allo zio. Il ragazzo è convinto che lo zio stia bene e che si sia allontanato per un momento di difficoltà. “Io mi sento che torna. Magari è stato un attimo di nervoso, ha litigato, se ne è andato, vuole stare da solo…tante se ne pensano. L’importante è che ci ripensa” – dice il ragazzo.

Chi l’ha visto?, Donato morto in seguito ad una rissa

Donato è giovane, pieno di idee e di voglia di vita. Un sabato sera di ottobre va ad una festa universitaria, poi all’improvviso scoppia una rissa.

Viene ricoverato in ospedale per un trauma cranico, entra in coma. Si sveglia dopo qualche giorno, sembra guarito. Poi all’improvviso le sue condizioni peggiorano, entra in coma una seconda volta.

Per l’aggressione vengono indagati Francesco Stallone e Michele Verderosa, due ragazzi di Foggia. L’accusa è omicidio preterintenzionale aggravato da futili motivi. Loro però smentiscono ed affermano di essersi difesi da un aggressione del gruppo di Donato.

I presenti nel bar racconta invece di aver visto Francesco a cavalcioni sopra Donato, mentre lo riempiva di pugni.

Chi l’ha visto?, novità sul caso della piccola Maddie

Nella trasmissione tedesca omologa a Chi l’ha visto è andata in onda una sconcertante novità sul caso della piccola Maddie. Uno degli inquirenti tedeschi è andato a chiedere aiuto raccontando che un uomo di 43 anni, detenuto attualmente in carcere per un reato di natura sessuale, ha vissuta dal 1997 al 2005 in Portogallo in un paesino vicino a dove è scomparsa Maddie e potrebbe essere coinvolto. Ora è indagato per omicidio o concorso in omicidio.

L’inquirente ha chiesto ai telespettatori chi ha parlato al telefono con l’uomo il giorno della scomparsa di Maddie o chi ha avvistato le due auto di proprietà dell’uomo.

Chi l’ha visto?, Roberta Breghiroli è fuggita?

Roberta Breghiroli ha 55 anni e vive nella provincia di Ferrara. Un giorno si reca in banca per una commissione e poi scompare. Poche ore dopo il marito ed i figli ricevono la visita di alcuni funzionari dell’Agenzia delle entrate. Roberta non ha pagato alcune tasse. Passano i giorni, ma non si hanno più notizie di Roberta, non si hanno più tracce della sua macchina.

Trascorrono 16 anni, ancora oggi non si sa nulla su cosa sia accaduto. Vengono effettuate indagini sulla vettura, che risulta però ancora in essere, nonostante non sia assicurata e non abbia il bollo pagato.

La possibilità è che Roberta e la sua macchina siano finiti in un corso d’acqua, ma al momento della scomparsa erano state fatte ricerche in tal senso e non erano state trovate tracce.

Chi l’ha visto?, Sergio cerca la sua famiglia

Sergio è stato abbandonato quando era solo un bimbo. E’ nato a Sassari il 20 febbraio 1955. E’ figlio di parto anonimo, sua mamma non si poteva prendere cura di lui. L’unica traccia che lo legava alla mamma, un braccialetto sul quale c’erano scritti il nome ed il cognome della donna, sono andati smarriti. Sergio è cresciuto in un orfanotrofio, ha sempre rifiutato di essere adottato perchè voleva rifiutare coi suoi compagni o tornare dalla mamma. Poi è diventato un uomo. Da Sassari riesce ad arrivare a Civitavecchia e poi con l’autostop a Roma. Fa il cameriere e poi pian piano diventa responsabile di sala. Così trascorre la sua vita fino ad oggi.

Sergio vorrebbe però scoprire la verità sul suo passato e sulla sua famiglia.

Chi l’ha visto?, Antonella ha ritrovato suo figlio Davide

Antonella aveva chiesto aiuto a Chi l’ha visto per ritrovare suo figlio Davide, scomparso a Londra. La donna aveva lanciato l’allarme e si era creato un vero e proprio gruppo di volontari italiani che lo cercavano nella capitale inglese.

Ora finalmente Antonella ha potuto riabbracciare Davide e riportarlo a casa. A darne notizia è stata lei stessa con un video. Antonella è visibilmente commossa, suo figlio è di nuovo con lei.

Sergio Incerti è scomparso il 29 marzo del 2019. Le ultime immagini che si hanno di lui lo vedono in bici mentre pedala in strada per 10 km. Il suo percorso risulta confuso. Passa in farmacia, va dal dottore, poi torna indietro, sembra dirigersi verso casa del figlio ma non si ferma, continua. Alle 10.24 passa davanti ad un bar, cambia paese. Lo vediamo in una delle strade principali di quest’altro paese, poi più nulla.

Ora una lettera rivolta al figlio di Sergio, Luca, e firmata con lo pseudonimo Piuma, dà indicazioni su dove si potrebbe trovare l’uomo. Piuma dice che il corpo di Sergio si trova in un canale, dove ha perso la vita anche una ragazza. Sono state subito effettuate indagini sul luogo, ma purtroppo non ci sono novità.

Il figlio Luca chiede aiuto per ritrovare il padre o almeno la bicicletta, per avere indicazioni sugli ultimi spostamenti.

El Mencho è un pericoloso narcotrafficante mandante di molte scomparse di decaparecidos messicani. Si sospetta che ci sia lui dietro il rapimento di tre cittadini italiani. I tre uomini si trovavano in quelle zone per vendere dei generatori elettrici contraffatti e potrebbero aver fatto affari con la persona sbagliata.

Gli agenti di polizia hanno ricevuto 43 euro a testa per la consegna degli uomini ai narcotrafficanti. Ora i quattro sono stati arrestati ed hanno raccontato di aver abbandonato gli italiani nelle mani di due sicari del cartello di narcotrafficanti, ma di non avere idea di quale sia stata la loro sorte. Si dubita purtroppo che possano essere ancora vivi.



0 Replies to “Chi l’ha visto?, 3 giugno 2020, Guglielmo e Serena Mollicone”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*