Rai 1 Coletta rivoluziona il palinsesto : chi va, chi viene, chi resta


Ecco le grandi manovre ancora in corso a viale Mazzini per l'autunno 2020. In arrivo Monica Maggioni.


Stefano Coletta nuovo direttore di Rai 1 rivoluziona il palinsesto della rete per il prossimo autunno. Ci sono conferme rispetto al passato. Ma i telespettatori devono prepararsi a salutare molti personaggi e dire addio ad altrettanti programmi caratteristici di Rai 1.

Rai 1 Coletta rivoluziona il palinsesto, chi va

Cominciamo da chi non è più presente, da settembre in poi, nel palinsesto di Rai 1.Tre i nomi principali: Elisa Isoadi, Caterina Balivo e Lorella Cuccarini. Le tre primedonne del day time della rete, non hanno più una collocazione in futuro, per differenti motivi. La Balivo si è allontanata spontaneamente, rinunciando al programma Vieni da me in onda per due edizione su Rai 1 dalle 14.00 alle 15.35.

La Isoardi e la Cuccarini sono state cordialmente allontanate. La prova del cuoco chiude dopo 20 anni lasciando senza collocazione Elisa Isoardi. L’ex più amata dagli italiani, invece, deve abbandonare La vita in diretta condotta quest’anno, insieme ad Alberto Matano. Il giornalista del Tg 1 resta solo al comando. A meno di ripensamenti dell’ultima ora, tra i quali l’ipotesi di Ambra Angolini al posto della Cuccarini.

Dunque così dovrebbe essere strutturato il day time di Rai 1.

Si comincia con UnoMattina guidata nell’autunno 2020 dalla nuova coppia Alessandro Baracchini e Monica Giandotti che lascia Rai 3 ed Agorà estate per la prima rete. Si parla anche di Giorgia Cardinaletti, ma questa ipotesi sembra perdere consistenza.

Subito dopo Storie Italiane con Eleonora Daniele che torna al suo posto dalle 10.30 alle 12.00. Al posto di La prova del cuoco la nuova trasmissione dal titolo provvisorio La casa nel bosco. Al timone Antonella Clerici dalla sua tenuta ad Arquata Scrivia.

Nel pomeriggio, al posto di Vieni da me, arriva un talk show gestito da Serena Bortone dalle 14.00 alle 15.35. E poi La vita in diretta. C’è anche la possibilità di uno spazio precedente, dalle 14.00 alle 14.30 con Milo Infante.

Palinsesti Rai 1 autunno 2020

Rai 1 chi viene

Molte anche le new entry nei palinsesti autunnali. Innanzitutto è certa la presenza di Monica Maggioni, ex Presidente Rai La giornalista, dal 29 giugno, va ad occupare la seconda serata con il nuovo programma Sette storie. Molte le polemiche che stanno già sorgendo a proposito perchè sembrerebbe essere un prodotto molto dispendioso.

Si parla anche di un arrivo nuovo di zecca: Nunzia De Girolamo che esordirebbe nel ruolo di conduttrice. Le verrebbe affidato un appuntamento basato su interviste tutte al maschile. L’ex parlamentare dovrebbe lasciare Non è l’Arena, il programma di Massimo Giletti su La7 di cui è ospite quasi fissa.

In palinsesto anche l’arrivo di Beppe Fiorello con uno show su Rai 1 in tre o quattro puntate. E, tra i programmi che tornano, c’è anche Affari tuoi.

Rai 1 chi resta

Tra coloro che restano saldamente al loro posto, ci sono innanzitutto Flavio Insinna e Amadeus. Continuano ad essere al timone di L’Eredità e di Soliti ignoti – il ritorno nel  preserale e nell’access prime time.

Resta Milly Carlucci che, finalmente, potrà condurre l’edizione 2020 di Ballando con le stelle. L’appuntamento è tra la metà di settembre e l’inizio di ottobre.E rimane anche Carlo Conti con la nuova edizione di Tale e quale show da metà settembre su Rai 1, sempre in prima serata.

Intoccabile Bruno Vespa con Porta a porta che potrebbe anche riconquistare la seconda serata del lunedì. Con Franco Di Mare, traslocato sulla poltrona di Rai 3, Frontiere, il suo programma di seconda serata su Rai 1, si prepara a lasciare il palinsesto.



0 Replies to “Rai 1 Coletta rivoluziona il palinsesto : chi va, chi viene, chi resta”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*