Il nostro capitale umano Metis Di Meo è tornata su Rai 2


Il programma è tornato su Rai 2 con la seconda edizione sempre condotta da Metis Di Meo. Al centro il mondo del lavoro.


Continua il viaggio nel mondo del lavoro de Il Nostro Capitale Umano, programma tornato sempre su Rai2 con una seconda edizione da sabato 19 settembre, a partire dalle ore 9.20. 

Il Nostro Capitale Umano puntate

Il Nostro Capitale Umano, in collaborazione con Assosomm (Associazione Italiana delle agenzie per il lavoro), vuole raccontare il mondo del lavoro attraverso storie di orientamento, formazione e riqualificazione professionale. Esempi positivi di come la domanda si incontra con l’offerta grazie alle agenzie per il lavoro, ai fondi per la formazione e per il welfare.

Nel corso delle otto puntate, della durata di 44 minuti circa, l’ideatrice, autrice e conduttrice Metis Di Meo ci conduce in viaggio attraverso l’Italia a conoscere i distretti produttivi, le aziende e gli ambiti professionali nei quali si svolgono le storie dei protagonisti.

Storie reali che Metis Di Meo fa conoscere agli spettatori per raccontare da vicino il mondo del lavoro tra consigli, emozioni e riflessioni; esempi positivi per comprendere, più semplicemente, quali strumenti oggi si hanno a disposizione nella ricerca di un percorso di vita professionale.

Vanno ad aggiungersi approfondimenti e consigli efficaci, affidati di volta in volta ad esperti del settore delle agenzie per il lavoro, delle pari opportunità, della formazione, del diritto del lavoro, del welfare. Periferie urbane, distretti produttivi e settori industriali ancora inesplorati faranno da sfondo alle tante storie professionali e personali.

Metis Di Meo e Rosario Rasuzza, il commento

Così commenta il programma Metis Di Meo

Il format televisivo rispecchia la struttura della precedente edizione. Ma propone maggiore spazio a temi di largo interesse come le politiche attive, la formazione qualificante e le professioni digitali emergenti. Oltre a dare ancor più voce ai pareri della gente, si andranno ad aggiungere, ai racconti di puntata, personaggi noti al grande pubblico. Sono loro a condividere le esperienze professionali legate ai temi delle singole puntate dopo questo periodo di grande difficoltà per le aziende ed i lavoratori. Vogliamo raccontare come le imprese hanno avuto la capacità di rialzarsi, trasformarsi, adattarsi alle difficoltà, valorizzando e non abbandonando i loro lavoratori”

Spiega Rosario RasizzaPresidente di Assosomm

“La trasmissione Il Nostro Capitale Umano è riuscita in un intento: raccontare la verità sul mondo del lavoro. Dopo più di vent’anni, bisogna liberare il mondo del lavoro dall’accusa di essere portatore di precarietà. I lavoratori, che con le Agenzie per il Lavoro trovano un’opportunità professionale, lo fanno entrando nel mondo del lavoro dalla porta di ingresso principale. Ovvero in modo regolare e tutelato dal punto di vista previdenziale e assicurativo. In questo modo, le aziende trovano i migliori talenti e i lavoratori molte occasioni professionali nelle quali sperimentare e farsi apprezzare”.

Il patrocinio del  Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

 Il Nostro Capitale Umano, nella sua seconda edizione, è patrocinato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Particolare attenzione viene inoltre data alle aziende della Green e Blue economy ed alle professioni sostenibili del futuro. Questo grazie al canale diretto con il Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare che patrocina l’iniziativa. ll programma televisivo  punta a mettere in luce il Made in Italy, le aziende del settore primario e l’auto imprenditoria, per questo è patrocinato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.

La regia è di Andrea Conte.



0 Replies to “Il nostro capitale umano Metis Di Meo è tornata su Rai 2”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*