Connect with us

Informazione

“Bambini in canto con il flauto magico di Mozart” il 27 dicembre su Rai Scuola

Il programma vuole insegnare ai bambini ad amare il mondo della lirica e dell'opera. Lo propone Rai Scuola.

Pubblicato

il

Il programma vuole insegnare ai bambini ad amare il mondo della lirica e dell'opera. Lo propone Rai Scuola.
Condividi su

Lo Speciale di Rai Scuola “Bambini in canto con il flauto magico di Mozart”, in onda mercoledì 27 dicembre alle ore 19.00 su Rai Scuola, canale 146 DTT, racconta il progetto di Europa in Canto, che vuole sfatare questo falso mito mettendo in scena ill Flauto Magico di Mozart.

Attraverso il lavoro fatto nelle scuole, lo studio delle arie e delle musiche, la preparazione di insegnanti e ragazzi, il genio del compositore austriaco rivive nell’entusiasmo dei bambini dell’Istituto Comprensivo Pascoli di Rieti. Perché il fascino della lirica non ha età. Ascoltare – e vedere – per credere.

La trama, piena di significati esoterici e massonici, si svolge nell’antico Egitto. La caratteristica principale è un’alternanza di riferimenti al giorno e alla notte per cui il racconto si sviluppa lungo un graduale passaggio dalle tenebre dell’inganno e della superstizione, verso la luce della sapienza solare. A questo punto si ha un progressivo capovolgimento di prospettiva nel ruolo dei buoni e dei malvagi, i cui poli contrapposti sono rappresentati da Sarastro e dalla Regina della Notte, Astrifiammante.

Il flauto magico- la trama

l principe Tamino sta fuggendo inseguito da un dragone. Ma, al momento di essere raggiunto sviene. Giungono però in suo soccorso le tre Dame della Regina della Notte che abbattono il serpente con le loro lance d’argento. Lasciano poi a malincuore il bel giovane per recarsi dalla Regina a informarla.

Entra in scena Papageno, il buffo uccellatore vestito di piume che suona il suo flauto, e quando Tamino riprende i sensi, si vanta di essere stato lui a uccidere il dragone. Tornano però le tre Dame che lo puniscono per questa menzogna, chiudendogli la bocca con un lucchetto. Mostrano poi a Tamino un ritratto della giovane Pamina, figlia della Regina, ed egli resta colpito dalla sua bellezza..
Preannunciata da un fragore di tuoni, fa l’ingresso in scena la Regina della Notte, che lamenta il dolore per la scomparsa della figlia Pamina, rapita dal malvagio Sarastro, tenuta prigioniera da un suo incantesimo, e prega Tamino di andare a salvarla.

Tamino, innamoratosi della giovane, decide di andare con l’uccellatore Papageno a liberarla.


Condividi su
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Seguici su:
Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it