Connect with us

Interviste

Stefano Coletta: dalla Ferilli a Recalcati ad Albanese. Ecco i programmi futuri

Stefano Coletta: dalla Ferilli a Recalcati ad Albanese. Ecco i programmi futuri. Il direttore della terza rete fa un bilancio della programmazione ed anticipa tra i programmi futuri ‘Storie di genere’ con Sabrina Ferilli, subito dopo arrivano Massimo Recalcati e Antonio Albanese.

Pubblicato

il

Stefano Coletta: dalla Ferilli a Recalcati ad Albanese. Ecco i programmi futuri. Il direttore della terza rete fa un bilancio della programmazione ed anticipa tra i programmi futuri ‘Storie di genere’ con Sabrina Ferilli, subito dopo arrivano Massimo Recalcati e Antonio Albanese.
Condividi su

Oggi Rai 3 è diventata un punto di riferimento nel settore dell’informazione e dei docu-reality. Insieme al nostro interlocutore facciamo un excursus sul passato della rete guardando soprattutto al suo futuro.

Qual è stato il percorso Rai 3 da settembre ad oggi?

Insieme ai miei collaboratori abbiamo reinventato una rete ed abbiamo riempito i palinsesti di contenuti. In particolare si è puntato sui prodotti di informazione e su docu-reality, un genere che è stato apprezzato dai nostri telespettatori. Da “La strada senza tasse” a “Lo squadrone – dispacci dalla guerra di ‘Ndrangheta” attraverso tutta una serie di prodotti similari tra cui “La linea verticale”, siamo riusciti a dare un’impronta di grande prestigio ai nostri palinsesti.

Questa sera è all’esordio “Cyrano. L’amore fa miracoli“. Com’è nata l’idea?

Per Raitre questo programma è un vero e proprio gioiello. Vogliamo coniugare l’informazione alla riflessione su determinati argomenti tutti legati ad un unico tema: l’amore. I due conduttori sono accomunati da una grande intelligenza che si traduce nell’utilizzo di uno stesso linguaggio elegante, mai volgare e finalizzato a trattare l’amore in tutte le proprie sfaccettature, compreso il sesso.

Quali sono le vostre aspettative per gli ascolti?

Per noi non sono importanti i risultati dell’Auditel perché puntiamo su un gradimento che dovrebbe premiare l’impegno e il coraggio di presentare specifiche tematiche sotto aspetti differenti. Non a caso ci occuperemo anche di sesso ma lo faremo alla maniera di Rai 3 e con l’aiuto di una blogger che avrà una rubrica dedicata.

E adesso parliamo del futuro. Quali sono i programmi in arrivo?

Innanzitutto Sabrina Ferilli sarà la padrona di casa di “Storie del genere”. Si tratta di un ciclo di puntate in cui l’attrice incontra persone che hanno cambiato sesso nella propria esistenza. Sarà un programma in seconda serata che si avvicina con molto rispetto, a coloro che hanno vissuto sulla propria pelle esperienze, sempre abbastanza dolorose.

 

Poi ci sarà “Lessico familiare”?

Sì, saranno quattro puntate con Massimo Recalcati, psicoanalista, saggista e accademico, che affronteranno altrettanti argomenti differenti. Nel primo appuntamento esamineremo la figura del padre, il secondo è dedicato alla madre, il terzo alla coppia e il quarto invece avrà come protagonista la scuola.

È in arrivo anche Antonio Albanese?

Sarà il protagonista del docu-reality “I topi” in cui l’ideatore e protagonista racconta la vita di un latitante e della sua famiglia.

Raitre dunque sta sperimentando nuove idee?

Certamente e l’abbiamo fatto con successo riscontrando come il pubblico ci ha seguito ed ha apprezzato gli sforzi compiuti nel tentativo di dare una nuova identità alla rete.


Condividi su

Giornalista, esperta di spettacoli, in particolare di televisione. È stata per dieci anni critico televisivo de Il Giornale d’Italia con la direzione di Luigi D’Amato. Dal 1997 si occupa per il quotidiano Il Tempo di spettacoli, soprattutto di tv. Si occupa di cultura per il sito di Panorama. Ha collaborato in passato con le maggiori testate nazionali, tra cui Il Sole 24 ore, Il Mattino, Il Giornale. Ha ricoperto il ruolo di docente di Teorie e tecniche della critica televisiva nel master per laureati in Scienze della Comunicazione, organizzato dall’Università La Sapienza di Roma. Ha vinto il dattero d’argento al Salone Internazionale dell’umorismo di Bordighera. É stata titolare per tre anni della rubrica “Dietro le quinte” su Il Giornale d’Italia, analizzando, ogni settimana, un evento di cronaca, di politica o di spettacolo sotto la lente dell’umorismo.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Seguici su:

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it