Pinocchio una favola in musica |con Edoardo Leo questa sera su Rai2


Pinocchio una favola in musica |con Edoardo Leo questa sera su Rai2. L'attore rilegge la favola conosciuta a livello internazionale.


Questa sera, giovedì 3 gennaio a partire dalle 23.00, “Pinocchio, una favola in musica”, viene riletta per questo spettacolo teatrale, da Edoardo Leo con le musiche dal vivo dell’Orchestra Giovanile di Roma, diretta dal M° Vincenzo Di Benedetto.

L’attore sarà la voce narrante del grande fantasy conosciuto a livello internazionale.

Ripreso all’Auditorium Parco della Musica di Roma per la regia di Sebastiano Bontempi e prodotto da Friends&Partner, il “Pinocchio” di Edoardo Leo viaggia nelle sue mille avventure in un racconto musicale declinato attraverso il teatro e la musica, che procedono in simbiosi.

Edoardo Leo, classe 1972, uno dei più stimati attori italiani ha accettato la sfida di interpretare  tutti i personaggi, caratterizzando ciascuno con un dialetto diverso, colorando i vari personaggi delle diverse cadenze regionali e delle loro peculiarità.

Ad esempio, Pinocchio è fiorentino, Lucignolo è romano, la Fatina è lombarda.

E’ un pinocchio “italiano”, di “tutti gli italiani” nelle loro differenze, caratteristiche e punti in comune, che dal mondo astratto del fantastico viene fatto rivivere più contestualizzato nella varietà dei “tanti modi di essere italiani”.

Le musiche sono quelle celebri di Fiorenzo Carpi, le stesse della versione televisiva firmata da Luigi Comencini nel 1972, che attraversano e animano tutta la narrazione.

Lo sceneggiato televisivo “Le avventure di Pinocchio”, infatti, andò per la prima volta in onda proprio su Rai2 nell’aprile del 1972.

E questo lavoro ne rappresenta anche un omaggio.



0 Replies to “Pinocchio una favola in musica |con Edoardo Leo questa sera su Rai2”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*