Masterchef Italia 8 | puntata del 17 gennaio 2019 | la diretta


MasterChef Italia 8 | Da stasera torna il cooking show di Sky Uno. A giudicare gli aspiranti chef saranno ancora una volta: Antonino Cannavacciuolo, Joe Bastianich e Bruno Barbieri. New entry: Giorgio Locatelli.


A tra poco con la diretta.

Inizia Masterchef Italia 8, gli 80 cuochi amatoriali più bravi d’Italia si presentano davanti ai giudici. Le selezioni non sono finite però, solo 20 di loro avranno la possibilità di accedere alle cucine del programma.

Viene presentato il nuovo giudice di questa edizione, Giorgio Locatelli. “Precisione, puntualità, ordine, pulizia e passione” sono i punti cardine della sua cucina e ciò che pretenderà dai concorrenti nel corso della gara.

I cuochi amatoriali hanno 45 minuti per preparare il loro piatto forte e 5 minuti per terminarlo davanti ai giudici. Solo se riusciranno a convincerli otterranno il grembiule di Masterchef.

Guido è il primo concorrente che affronta il verdetto. Il suo piatto convince tutti e quattro i giudici ed ottiene subito un grembiule.

Giovanni, il secondo concorrente, è iscritto all’università da 17 anni. Evidentemente medicina non è la sua vera vocazione, vuole diventare chef. L’estetica del suo piatto convince Barbieri, ma ha ecceduto un po’ con il sale. Nonostante questo errore, Giovanni riceve l’approvazione dei giudici.

Andrea ha una fidanzata più giovane di 9 anni e per questo incorre nelle battute dei giudici, che la scambiano per sua figlia. Il suo piatto però li convince ed anche lui ottiene il grembiule.

Gloria è un’operaia e dopo 17 anni che lavora in fabbrica non ha nessuna intenzione di rinunciare al suo sogno di entrare a far parte della cucina di Masterchef. I suoi gnocchi conquistano i giudici e soprattutto Cannavacciuolo, che le chiede di prepararne di più e li definisce “perfetti”. Questo aggettivo non è utilizzato solo dallo chef, ma ricorre anche nei commenti dei suoi tre colleghi. Con 4 “grandissimi grossissimi sì”, ottiene il grembiule.

Giuseppe è un maître e gestisce un ristorante insieme alla mamma ed al fratello. Il suo piatto non convince i giudici, il riso risulta troppo cotto e manca un quid in più. Riceve il sì solo da Bastianich e torna a casa senza grembiule.

Maurizio viene da Terranova e dedica il suo piatto allo storico ed umanista Poggio Bracciolini. E’ un chimico e dosa gli ingredienti come fa con gli elementi. La sua conoscenza è ben applicata ed i giudici gli danno il grembiule.

Lorenzo è un termotecnico e pensa che la sua professione sia simile alla cucina. Si definisce “un orologio organizzativo” e spiega la sua tecnica ai giudici avvalendosi di uno schema. Nonostante la sua innovativa teoria, non riesce a varcare le porte della cucina di Masterchef.

Caterina cucina con flemma e per questo è criticata dai suoi colleghi. Bastianich le dice ironicamente che si sta “addormentando” e la concorrente intimidita ed agitata chiede dell’acqua. Dopo l’incomprensione iniziale, tra i due nasce uno scambio di battute, quasi un flirt. Il suo piatto appare più deciso della sua personalità e Caterina ottiene il grembiule.

Verando è innamoratissimo della moglie e si presenta davanti ai giudici con un pittoresco gilet scelto dalla donna. Barbieri, Cannavacciuolo, Locatelli e Bastianich non apprezzano il suo stile, ma gradiscono molto la sua ricetta. Anche Verando ottiene un grembiule – in cambio del gilet, che viene indossato da Joe.

Cristiano è un architetto e ritiene che l’estetica, la cromaticità e la creatività siano molto importanti in cucina. Non convince però i giudici. Segue una veloce carrellata di no.

Anna è una signora davvero sprint, a partire dall’aspetto. Nonostante abbia 72 anni sceglie infatti un ombretto celeste intenso. Porta una ricetta di sua mamma, si commuove e commuove anche Joe e gli altri giudici. Trasmette la sua passione per la cucina ed ottiene un grembiule.

Virginia ha solo 22 anni ed è molto emozionata quando si trova a dover affrontare i giudici. Studia giurisprudenza, ma in realtà il suo sogno sarebbe stato quello di iscriversi ad un’accademia di cucina. I giudici sono indecisi, data la giovane età ed il percorso intrapreso non sanno se dare l’opportunità a Virginia o se invece attendere che termini l’università. Alla fine decidono che la ragazza è talentuosa e merita un grembiule.

Segue una veloce carrellata di sì.

Jerry ha un look da cowboy ed ha trascorso un periodo in Texas. E’ un maniscalco, monta i tori, doma i cavalli, ma è anche appassionato di cucina. Tra lui e Joe è sintonia immediata. Sebbene pecchi un po’ di tecnica culinaria, Jerry propone un buon piatto e conquista il grembiule.

Federico ha solo 20 anni, ma già da 6 lavora come pescatore di laguna – un lavoro svolto da tutti gli uomini della sua famiglia. Il suo è un lavoro molto faticoso però e Federico è già stanco di svolgerlo. Spera che la cucina possa essere la sua vera strada e talento ne ha perchè il suo piatto convince i giudici.

Giuseppe ha 35 anni ed ha partecipato – senza successo – alle selezioni di Masterchef anche lo scorso anno. Purtroppo commette diversi errori anche stavolta, ma mostra la sua passione ed i giudici apprezzano. Riesce ad ottenere un grembiule.

Vito è un gommista barese e propone un piatto tipico della sua terra, l’impepata di cozze, ma totalmente rielaborato. Nonostante lo spaesamento iniziale, i giudici apprezzano e gli regalano 4 sì.

Gilberto è giovane, ha solo 23 anni, ma ha tanta passione per la cucina. E’ apprezzato per il suo ordine, la sua educazione, la sua disciplina, da Barbieri. Dimentica uno degli ingredienti del piatto, il lardo, e per questo viene duramente ripreso da Locatelli, ma alla fine riesce comunque a conquistare un grembiule.

La prima parte delle selezioni di Masterchef termina qui. Appuntamento alla prossima settimana.



0 Replies to “Masterchef Italia 8 | puntata del 17 gennaio 2019 | la diretta”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*