Chi vuol essere milionario? | Puntata 25 gennaio 2019 | Diretta


Chi vuol essere milionario? | Puntata 25 gennaio 2019 | Diretta. Il penultimo appuntamento con l'edizione speciale del quiz condotto da Gerry Scotti su Canale 5. Questa sera spazio ad un nuovo concorrente, dopo l'ottima scalata di Tiziana Morari nella scorsa puntata


La concorrente cremasca è arrivata alla penultima domanda dopo aver affrontato le domande con competenza e una risolutezza rara. La decisione di andare a casa con 150mila euro è maturata dopo aver preso atto del fatto che l’azzardo della risposta alla quattordicesima domanda sarebbe stato decisamente esagerato.

Dopo di lei era toccato a Guy Parfait, bancario milanese, con una partecipazione vivace e coinvolgente, interrotta al traguardo dei 20mila euro.

Chi vuol essere milionario? si avvia, dunque, al suo epilogo, dopo aver dimostrato molto più di quanto ci si potesse immaginare: ottimi ascolti in tutte le puntate e, soprattutto, un format apparso ancora convincente. Difficile che dalle parti di Mediaset decidano per un ulteriore prolungamento dell’edizione, dopo quello chiesto a gran voce dopo le prime quattro puntate di dicembre. Resta, comunque, uno degli appuntamenti più positivi in questa stagione televisiva di Canale 5.

I concorrenti dovranno affrontare sempre quindici domande per tentare di agguantare il milione di euro. A loro diposizione i quattro aiuti (50:50, aiuto del pubblico, chiedi a Gerry e aiuto dell’esperto in studio) e la possibilità di fissare un traguardo a proprio piacimento, raggiunto il quale saranno sicuri di portare a casa quella cifra.

Seguiamo insieme la diretta.

La prima concorrente di questa sera è Eleonora Lattanzi da Roma, studentessa di Lettere. Sua madre è stata concorrente del quiz nel 2011, quando aveva vinto 30mila euro.

La redazione ha scelto di farla partecipare – dice Gerry Scotti – perché dopo quell’esperienza sua madre affrontò i seri problemi di Eleonora con l’anoressia proprio grazie alla somma vinta a Chi vuol essere milionario?, come la stessa ragazza racconta.
Si inizia con la prima domanda: “Se la tua maglia è glitterata, certamente…”. “Luccica” è la risposta giusta e arriva in un attimo.
Seconda domanda: “Che giorno era ieri se lunedì sarà fra due giorni?”. Elonora fa mente locale, ma anche in questo caso risponde subito “Venerdì”.
Terza domanda: “Ballando la Macarena è l’ultimo posto su cui si posano le mani”.
Dopo un momento di incertezza  – a seguito del quale rischia di dare la risposta sbagliata – sceglie correttamente “Sui fianchi” e va avanti.
La quarta domanda: “All’interno della Cappella Sistina, il celebre Giudizio Universale di Michelangelo occupa…”. Eleonora ha visitato due anni fa la Cappella Sistina ed è preparata sul tema, anche per via della sua formazione umanistica e della passione per l’arte.
Risponde “La parete dietro l’altare”, motivando la sua scelta. È la risposta esatta.
La quinta domanda: “In quali di questi sport ci sono più giocatori in campo?”. Opzioni: pallavolo; pallamano; cricket, baseball.
Eleonora ha grosse lacune nello sport, quindi decide di utilizzare l’aiuto del pubblico. La risposta della paltea non scioglie tutti i dubbi.
Allora la concorrente opta per un altro aiuto, quello del 50:50. E fa bene, perché la risposta data dal pubblico (baseball) sarebbe stata errata. Sceglie “cricket ” – su cui propendeva dall’inizio – e acciuffa i 3mila euro.

Sesta domanda: “Nel film ‘Cast away’, il protagonista, interpretato da Tom Hanks, sull’isola ha un unico amico di nome Wilson che è…”. Eleonora ricorda molto bene il film e sceglie speditamente – e corretamente – “Un pallone”.
Settima domanda: “Fischia nella canzone ‘Azzurro’ di Adriano Celentano“.
Gerry Scotti scherza dicendo che lui è cresciuto con questa canzone, di fatto suggerendo ad Eleonora di chiedere la sua collaborazione. Ma la concorrente cerca di evitare l’utilizzo del terzo aiuto.
Sceglie “Un aeroplano”, rischiando con coraggio, nonostante sia tutt’altro che sicura. Si rivela la scelta giusta e per lei arrivano i 7mila euro.

Ottavo quesito: “Nella classica ‘Torta mimosa’ la copertura che ricorda i fiori della mimosa è composta con briciole di….”. Le opzioni sono: Pan di Spagna; meringhe; pasta frolla; bignè. La concorrente l’ha realizzata in più di qualche occasione e, in generale, se la cava con i dolci. Allora, risponde con una certa sicurezza “Pan di Spagna” e indovina.
La nona domanda: “Quale fra questi animali si muove più velocemente?”. Le opzioni sono: iena, tigre, zebra, canguro.
Eleonora prova a fare un ragionamento che possa condurla alla risposta, vista la sua conoscenza sommaria del tema. Propende per la zebra.
Ma non è affatto convinta e quindi sceglie di utilizzare il “Chiedi a Gerry”.
Nemmeno il conduttore non ha la risposta pronta, ma è un appassionato di documentari sugli animali e ci ragiona su con una certa competenza. È indeciso tra “Zebra” e “Canguro”.
Gerry Scotti sceglie “Canguro”. Con i suoi 71 km/h, il canguro è la risposta esatta.
Eleonora sceglie di fissare il suo traguardo alla domanda numero 10, da 20mila euro.
Il conduttore le legge proprio la decima domanda: “Nel Vangelo secondo Luca, cosa dice Maria appena l’Arcangelo Gabriele le annuncia che diventerà madre di Gesù?”.
Le opzioni sono: ‘Come è possibile?’, ‘Sia fatta la tua volontà’, ‘Perché hai scelto me?’, ‘Lo accoglierò con gioia’.
La domanda è nient’affatto semplice ed Eleonora sta faticando non poco. Prova ad arrivarci per ragionamento, ma poi – spinta da Gerry Scotti – chiede l’aiuto dell’esperto in studio, cioè sua madre Federica.
La madre, innanzitutto, ringrazia Gerry Scotti per la partecipazione di 7 anni fa, che le regalò la somma necessaria alle cure per sua figlia.
Poi, si concentra sulla domanda, aiutata da sua figlia e dal conduttore stesso.
Ammettono di non sapere la risposta, ma grazie alla loro formazione cattolica provano ad arrivarci per ragionamento, attraverso l’analisi della domanda e delle opzioni disponibili.

Scotti suggerisce di considerare la possibilità di andare a casa con 3mila euro, ma loro scelgono di rischiare l’opzione “Com’è possibile?”. La risposta è corretta: il traguardo personale di 20mila euro è raggiunto. Se anche sbagliasse, d’ora in avanti, Eleonora sarebbe certa di portare a casa quella cifra.
Da adesso, Eleonora Lattanzi dovrà andare avanti senza più aiuti a disposizione.
L’undicesima domanda, tuttavia, potrebbe non essere proibitiva: “In quale business opera prevalentemente l’azienda che può vantare i più alti ricavi al mondo?”. Le opzioni sono: Automobili, Computer, Petrolio, Supermercati.
Eleonora non conosce la risposta e sta provando a fare un ragionamento, per ora, sterile. Gerry Scotti prova a lanciarle degli input, facendo intendere di doversi concentrare sulla parola “ricavi” e indirizzandola sulle attività potenzialmente più redditizie in questa fase economica.

Eleonora sceglie “Supermercati” ed è la risposta esatta. La parola chiave, in effetti, era “ricavi” (perché se si parla di capitalizzazione, invece, le società più quotate sono quelle tecnologiche).
La dodicesima domanda: “Di quanto sono arretrate le cascate del Niagara dalla loro formazione circa 12mila anni fa?”. Le opzioni sono: 700 metri, 1,8 chilometri, 4 chilometri, 11 chilometri.
Inizialmente, Eleonora Lattanzi prova a ragionare, escludendo le contrazioni minori (sostiene che in un arco di tempo lungo 12mila anni la contrazione dev’essere stata grossa). Ma non riesce a pensare altro, dunque decide di fermarsi e di tornare a casa con 30mila euro.
Avrebbe risposto “4 chilometri”, sbagliando. La risposta esatta era “11 chilometri”.
Il concorrente successivo è Zeno Zonato da Alessandria – ma di origini veronesi – che lavora in un’azienda che si occupa di imballaggi.
La prima domanda per lui: “Qual è l’ingrediente principale del ‘Guacamole’, la famosa salsa messicana?”. Opzioni: avocado, papaya, maracuja, ananas. Sceglie, correttamente, “Avocado”.
Seconda domanda: “Nel celebre disegno di Leonardo ‘L’uomo Vitruviano’, il corpo umano è inscritto in due figure ‘perfette’. Quali?”. Dopo un attento e cauto ragionamento, Zeno sceglie correttamente “Il cerchio e il quadrato”.
La terza domanda per Zeno Zonato chiede “Con quale lettera continua la successione G F M A M G L ?”. Opzioni: S, O, A , N. Come spesso accade con questo tipo di domande, il concorrente si incarta nel ragionamento.
Decide per il “Chiedi a Gerry”, che si era dimostrato pronto a rispondere. Sceglie l’opzione “C”, che è la risposta giusta (le lettere sono le iniziali, in ordine, dei mesi dell’anno), e regala 1500 euro a Zeno.
Quarta domanda: “Dove si trova l’isola di Sant’Elena, in cui visse in esilio e morì Napoleone?”. La risposta giusta è “Nell’Atlantico” e Zeno la sceglie dimostrando, nel ragionamento – fin troppo articolato vista la domanda – anche una notevole preparazione in storia.
Quinta domanda: “Secondo il galateo, dove bisogna mettere le posate al termine del pasto?”. La risposta giusta è “Parallele sul piatto” e arriva subito.
Arriva anche la sesta domanda: “Quale animale, sconosciuto ai popoli precolombiani, venne portato dai Conquistadores in America?”. Le opzioni sono: il cane, il porcellino d’India, il tacchino, il cavallo.
Zeno Zonato mette in campo un lungo ragionamento, di nuovo fondato sulle sue nozioni di storia e sceglie “Il cavallo”, spiegando la sua decisione con efficacia.
È la risposta corretta: 5mila euro per Zeno.
Domanda numero sette: “‘Essere ‘ai ferri corti’ significa arrivare a un confronto decisivo, ma cosa sono i ‘ferri corti’?”.
Le opzioni sono: bisturi, catene, amanette, pugnali.
Di nuovo, Zeno ragiona ad alta voce e sceglie “I pugnali”, dimostrando ancora di aver fatto le riflessioni giuste. Nelle sue mani 7mila euro.
Ottava domanda: “Quale automobile è ‘giù di carrozzeria’ nel testo de ‘L’Italiano’ di Toto Cutugno?”. Le opzioni: una 500, una 600, una Duna, una Ritmo.
Zeno ricorda solo il ritornello della canzone, e prova ad arrivare alla risposta riflettendo ad alta voce. Propende per le opzioni “A” e “B”, ma non è affatto sicuro.
Gerry Scotti lo invita alla cautela: “Non devi considerare solo quale poteva essere una delle auto più desiderate dell’epoca, ma devi tenere conto anche della metrica della canzone, cioè quale nome tra questi poteva integrarsi meglio nella metrica del testo”. Allora Zeno si ritrae e ripiega sull’aiuto del 50:50.
Una scelta potenzialmente salvifica, perché intanto elimina l’opzione “A”, quella che stava per accendere. Alla fine, opta per “Una 600”, che è anche la risposta esatta.

Domanda numero nove: “Il 5 febbraio 2000 la nazionale italiana di rugby esordì nel torneo ‘Sei Nazioni’ con una storica partita, in cui riuscì a battere…”. Le opzioni sono: La Scozia, La Francia, Il Galles, L’Inghilterra.
Zeno Zonato, da grande appassionato di rugby qual è, racconta persino la storia di quella partita, prima di rispondere “La Scozia” con successo. 15mila euro per lui, meritati.
Avanti con al decima domanda: “Lo scorso ottobre è decollato il volo diretto più lungo al mondo. Dura quasi 19 ore per oltre 15000 Km e copre la tratta…”. Opzioni: Dubai – Città del Messico; Londra – Sydney; Singapore – NewYork; Mosca – Città del Capo.
Il concorrente viaggia speso in aereo per lavoro, ma percorrendo tratte generalmente più brevi. Ragionando ad alta voce, mostra la sua propensione per “Londra – Sydney”, ma non è sicuro. Cerca di prendere in considerazione anche le compagnie aeree di bandiera dei paesi nominati tra le opzioni, per capire se le rispettive flotte possano o meno sostenere un volo di questo tipo.

Infine, sceglie di farsi aiutare dal pubblico.
Purtroppo, come sottolinea Gerry Scotti, i risultati sono stati evidentemente influenzati dai ragionamenti fatti in precedenza: i suggerimenti cadono con una minima preponderanza su “Londra – Sidney”.
Vista la situazione, Zeno chiede anche l’aiuto dell’esperto in studio, cioè del suo amico Giacomo.
Essendo ancora più abituato di Zeno all’aereo, prova a ragionare sulle distanze coperte dai voli in ore e chilometri, sulla base della sua esperienza.

È grazie alle valutazioni fatte insieme, che i due arrivano all’opzione “Singapore – New York”. La motivazione è che “Londra – Sidney”, secondo loro, è più lunga e che convenga meno alle compagnie.
Ragionamento perfetto. Per Zeno Zonato arrivano i 20mila euro.
Sarà lui il concorrente che aprirà la prossima puntata, continuando la sua scalata al milione. Ma dovrà farlo senza più aiuti e senza avere ancora fissato il proprio traguardo personale (dunque con il rischio di perdere gran parte del montepremi e di andare a casa con soli 3mila euro).

La puntata di Chi vuol essere milionario? finisce qui. Appuntamento a venerdì prossimo con l’ultima puntata di questa edizione speciale.



One Reply to “Chi vuol essere milionario? | Puntata 25 gennaio 2019 | Diretta”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*