Domenica Live e la soap opera infinita di Lemme, Lollobrigida e Schillaci


Un'altra puntata all'insegna della sua povera settimanale su alcuni temi molto cari a Domenica Live. Barbara D'Urso oggi nella puntata attuale di Domenica Live ha riproposto un lungo spazio dedicato ai detrattori e ai fan di Alberico Lemme. Ha aggiunto i risvolti successivi all'udienza per il caso di Rita Schillaci e ha riportato sotto i riflettori la storia del matrimonio (o delle presunte nozze) di Gina Lollobrigida.


A tutto questo si sono aggiunte una lunga intervista al cantante Al Bano, la celebrazione della love story tra l’attore Dino Abbrescia e la moglie di Giusy e un intervento a sorpresa di Fabio Troiano. Ma “Carmelita D’Urso” non ha rinunciato a sua volta a cavalcare il caso Fabrizio Corona. Infatti nello studio ha accolto Fabrizio Scippa, responsabile degli eventi di cui è stato protagonista il fotografo che, recentemente, è finito di nuovo in carcere. domenica live servizio su corona

Insomma un pot-pourri di argomenti molto cari a Barbara D’Urso che assicurano sempre un’audience abbastanza elevata. La conduttrice non solo è riuscita a contenere la concorrenza rappresentata dal ritorno di Pippo Baudo a Domenica In, ma addirittura ha convinto molti spettatori a rimanere sintonizzati su Canale 5

La discussione sul medico delle polemiche Alberico Lemme, questa volta ha coinvolto anche due new entry. Da una parte abbiamo ascoltato la testimonianza di Serena Grandi che si è sottoposta alla cura dietetica del medico. Dall’altra invece in collegamento Iva Zanicchi ha difeso Lemme nonostante l’avesse cacciata via dal suo studio. Infatti ha poi confessato la famosa interprete di “Zingara” che non solo non seguiva la dieta assegnatale ma addirittura mangiava dolciumi che le impedivano di dimagrire.

domenica live al bano

In studio anche Mauro Coruzzi, per una volta senza il travestimento di Platinette, Alessandro Cecchi Paone ed il professor Lorenzetti. Come sempre la discussione è stata sopra le righe con grande gioia della padrona di casa che sa come in questo spazio gli indici di ascolto si impennano. Ed è proprio questo il motivo per il quale la telenovela Alberico Lemme continua ad andare avanti puntata dopo puntata.

Da sottolineare il ritorno di Al Bano con un contorno di sorprese e immagini di tutta la famiglia di Cellino San Marco. Si è riproposto anche il matrimonio della figlia Cristel in un’atmosfera zuccherosa e piena di sentimentalismo. La D’Urso non solo ha raccontato la storia di Al Bano in Italia, ma ha mostrato anche quanti sono i fan del cantante oltre i confini nazionali.domenica live rita schillaci

Si cambia poi registro con Rita Schillaci che ancora continua a professare la sua innocenza dicendo di essere stata truffata e di aver perso la casa. Oggi è intervenuto per la prima volta il marito Totò Schillaci, che ha confermato come l’abitazione sotto sequestro sia stata da lui donata alla ex moglie e ai due figli da lei avuti. Insomma anche questa è una telenovela che si protrae di settimana in settimana.  

La furbizia della D’Urso è di riproporre gli stessi argomenti aggiungendo ogni domenica solo un pizzico di novità, proprio come avviene nelle soap opera più consolidate.

domenica live dino abbrescia

Naturalmente la presenza di Dino Abbrescia era finalizzata a promuovere Squadra Antimafia 8 – il ritorno del boss. Abbrescia è stato protagonista fino alla settima puntata e continua ad avere un ruolo importante all’interno della squadra Duomo capitanata ancora da Anna Cantalupo (Daniela Marra). {module Pubblicità dentro articolo}

Da sottolineare che nella prima parte del talk show, la D’Urso si è occupata degli stessi precisi argomenti presenti nel L’Arena di Massimo Giletti e cioè il tema delle pensioni e dei vitalizi dei nostri politici.



0 Replies to “Domenica Live e la soap opera infinita di Lemme, Lollobrigida e Schillaci”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*