Prodigi La musica è vita diretta 13 novembre: vince Davide Alphandery

Prodigi La musica è vita diretta 13 novembre. L'evento, condotto da Flavio Insinna, Serena Autieri e la piccola Giulia, è dedicato al talento giovanile e alla raccolta fondi per l'UNICEF.


Prodigi – La musica è vita, va in onda mercoledì 13 novembre con la conduzione di Flavio Insinna, Serena Autieri e la piccola Giulia Golia.  Noi ne seguiamo la diretta.

L’evento, giunto alla quarta edizione, è dedicata alla valorizzazione del talento giovanile e alla raccolta fondi a sostegno dell’UNICEF. E’ possibile donare al numero solidale 45525: 2 euro con un SMS e 5 o 10 euro da rete fissa.

Nove piccoli artisti gareggeranno nelle tre discipline canto, ballo e musica. Al vincitore della serata verrà assegnata una borsa di studio.

Prodigi La musica è vita – diretta 13 novembre esibizioni ospiti vincitore

La puntata di Prodigi la musica è vita inizia con i saluti del conduttore al pubblico presente in studio e con la presentazione della giuria composta da Beppe Vessicchio, Arisa, Rossella Brescia, Luciano CannitoNino Frassica nel ruolo di segretario speciale.

Serena Autieri canta Con un poco di zucchero... Una delle canzoni più celebri di Mary Poppins; ma a vestire i panni della famosa tata è invece la piccola Giulia Golia. Aveva già interpretato tale personaggio nella scorsa edizione.

prodigi la musica è vita giulia golia

Il primo artista ad esibirsi è Mattia, di 11 anni. La sua passione per il canto nasce grazie ai brani che ascoltava in macchina insieme alla madre, appassionata di musica leggera italiana. Una canzone ricorrente era Concerto in là minore de Il giardino dei semplici.

Influenzato da questo genere musicale, non ama gli attuali rapper italiani.

Mattia canta con enfasi il brano Granada di Claudio Villa. Arisa è impressionata dalla serietà che mette Mattia nel cantare. E’ già un piccolo indice di professionalità.

Eleonora ha 8 anni ed è appassionata di danza. Si allena tre ore al giorno ed ogni sabato partecipa a dei concorsi per prepararsi al meglio. Finora li ha vinti tutti. Quando danza riesce a sentirsi libera e leggera.

Per il pubblico di Prodigi si esibisce sulle note della colonna sonora dei Pirati dei Caraibi. Luciano Cannito e Rossella Brescia si complimentano con lei per il talento, la precisione nei movimenti e la gioia che mette nel danzare.

Prodigi La musica è vita – diretta 13 novembre il viaggio di Alessandra Mastronardi in Libano

I conduttori ospitano sul palco di Prodigi Alessandra Mastronardi. L’attrice, nonché madrina del Festival del Cinema di Venezia, è partita tempo fa per una missione con UNICEF in Libano, un paese in conflitto. L’UNICEF attraverso i propri mezzi cerca di portare un barlume di speranza. Ha visitato il campo profughi della Valle della Bekaa dove vengono ospitati dei rifugiati siriani. Donando all’UNICEF una quota mensile al numero 800 07 06 06 è possibile permettere all’ associazione di poter acquistare delle coperte di pile, visto che il freddo è ormai alle porte.

prodigi la musica è vita alessandra mastronardi

Il terzo artista ad esibirsi è il torinese Emanuele, di 15 anni. Il ragazzo è un grande appassionato di musica e suona da 9 anni l’arpa.

Regala al pubblico il brano Quell’estate del 42, un brano struggente dedicato alla seconda guerra mondiale.  I giudici sono affascinati dalla leggiadria con cui suona lo strumento.

prodigi la musica è vita emanuele

Il quarto concorrente è Manuel, tredicenne di Acireale. Ha la passione per il canto  sin da quando era piccolissimo. Inizialmente i genitori erano convinti che si trattasse di una passione passeggera ma si sbagliavano. E così lo hanno iscritto ad una scuola di canto.

Canta per il pubblico il brano di Elton John Your song. Prima di procedere con i giudizi Serena Autieri gli chiede di accennare due strofe del brano sanremese di Ultimo, I tuoi particolari . Secondo Vessicchio, nonostante Manuel si trovi nella fase di muta della voce, ha interpretato magistralmente la canzone di Elton John.

Prodigi La musica è vita – diretta 13 novembre la visita di Ultimo nella scuola elementare di San Basilio

La richiesta della conduttrice di Prodigi La musica è vita è un espediente per introdurre il filmato della visita di Ultimo nella scuola elementare di San Basilio, a Roma. Il cantautore ha trascorso una piacevole giornata tra gli studenti del Mahatma Gandhi. Qui ha ricevuto da parte di Francesco Samengo, Presidente dell’UNICEF Italia, il riconoscimento come ambasciatore.

Prodigi La musica è vita – diretta 13 novembre Geppi Cucciari in missione in Gambia

Geppi Cucciari insieme all’UNICEF si è recata in missione in Gambia. Il luogo, chiamato La costa del sorriso, è caratterizzato dalla malnutrizione. Nel territorio africano l’ UNICEF cerca di portare acqua, integratori e cibo ai meno fortunati, soprattutto ai bambini. La Cucciari ha visitato l’ospedale di Banjul ed ha incontrato Sona Jobarteh, un’artista da milioni di follower, che cerca di valorizzare le qualità artistiche dei gambiani attraverso l’insegnamento della musica.

Viene presentata la quinta partecipante, Rachele, di 13 anni. Ha scelto di lasciare la famiglia per inseguire la sua passione per la danza. Sogna un giorno di entrare a far parte della compagnia di Amsterdam.

Per il pubblico di Prodigi interpreta Kitri nel Don Chisciotte. Rossella Brescia ha gradito il temperamento della ragazza mentre Luciano Cannito ha apprezzato la preparazione tecnica.

prodigi la musica è vita rachele

Salgono sul palco Paolo Rozera, Direttore generale dell’UNICEF Italia, e Roberto Mancini. L’allenatore della Nazionale Italiana di Calcio ha visito un campo in Giordania, che ospita profughi siriani. Qui l’UNICEF cerca di portare l’acqua potabile e di restituire loro delle condizioni igieniche dignitose. Prima di abbandonare lo studio, Mancini autografa un pallone per Prodigi.

prodigi la musica è vita roberto mancini

Flavio Insinna vuole far conoscere al pubblico la signora Cristiana la quale è una donatrice regolare dell’UNICEF. Sostiene l’associazione da circa 5 anni e vuole essere un esempio per chi deciderà di diventare donatore.

E’ il turno del sesto prodigio in gara: si tratta del quattordicenne romano Matteo. Ha una forte passione per la musica e suona da anni il pianoforte. Si sente triste quando suona Chopin ed allegro quando suona Mozart.  Desidera trasmettere delle emozioni attraverso la musica.

Matteo suona un estratto del Concerto per pianoforte ed orchestra N°2, opera 18 di Sergej Rachmaninov.  Beppe Vessicchio è rimasto senza parole dinanzi al talento di Matteo.

Il settimo Prodigi è Davide, di 14 anni. La sua passione per la danza è nata per caso. Qualche volta andava, insieme con la madre, a riprendere la sorella a scuola di danza. Da lì, dapprima incuriosito, si è poi innamorato di questa disciplina. A causa della difficoltà economiche, i genitori non riuscivano più a mantenerli entrambi e così la sorella ha deciso di abbandonare la danza per permettere al fratello di continuare a ballare.

prodigi la musica è vita davide

Davide interpreta il balletto di Basilio, tratto dall’opera del Don Chisciotte. Secondo Cannito ha una tecnica impeccabile. Rossella Brescia invece vorrebbe vedere meno tecnica e più espressività.

Il settimo artista in gara è Filippo, di 13 anni. Adora suonare a tromba, strumento conosciuto nei brani solenni ascoltati dal padre. Il genitore gli ha regalato per gioco lo strumento e da lì è cominciata la sua passione. Oltre alla musica adora praticare sport.

Suona tutto d’un fiato il Carnevale di Venezia di Jean-Baptiste Arban. Beppe Vessicchio lo definisce un fenomeno, alla sua età è in grado di suonare magistralmente uno dei brani più temuti dai trombettisti.

I giurati Rossella Brescia e Luciano Cannitto si sono recati a Panama questa estate insieme allo staff di UNICEF. Qui hanno visitato una scuola elementare circondata dal filo spinato ed una scuola di danza dove i giovani vengono tolti dalla strada e dove viene data loro una possibilità di riscatto.

L’ultima artista ad esibirsi è la quattordicenne Laura. Ha la passione per il canto sin da quando era piccolissima. All’età di 17 mesi canticchiava già. Regala al pubblico di Prodigi l’interpretazione di Think of me, tratto da Il fantasma dell’opera. Secondo i giudici ha davanti a sé una carriera brillante.

I telespettatori oltre a donare al numero solidale possono acquistare online o nei centri UNICEF le Pigotte, delle bambole realizzate a mano dei volontari. il loro motto è “La Pigotta non si compra, si adotta.” 

Prima di proseguire con la gara,Sona Jobarteh e i suoi allievi si esibiscono sul palco. L’artista suona uno strumento chiamato Kora, appartenente al gruppo dei cordofoni.

prodigi la musica è vita sona

Prodigi La musica è vita – diretta 13 novembre Il verdetto finale

Terminate le esibizioni è giunto il momento per i giudici di Prodigi la musica è vita di decretare il verdetto finale. 

Dopo i vincitori delle singole categorie verrà proclamato il vincitore assoluto. Per la categoria di canto vince il piccolo Mattia, che ha cantato Granada. Per la danza al primo posto si è classificato Davide, che ha interpretato Basilio in Don Chisciotte. Per la categoria musica vince Emanuele, che suona l’arpa.

Prodigi La musica è vita – diretta 13 novembre vince Davide Alphandery

Il vincitore assoluto della quarta edizione di Prodigi è il ballerino Davide Alphandery. Il ragazzo viene premiato da Francesco Samengo, Presidente dell’UNICEF Italia.

prodigi la musica è vita davide vincitore quarta edizione

L’orchestra giovanile “Sesto Armonico” ha assegnato a Filippo, una borsa di studio di 6.000 euro.

Termina così Prodigi La musica è vita.



0 Replies to “Prodigi La musica è vita diretta 13 novembre: vince Davide Alphandery”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*