Grazie dei fiori Ribelli su Rai3 Strabioli racconta Rino Gaetano


Pino Strabioli racconta Rino Gaetano, il cantautore scomparso prematuramente nel 1981. Il contributo da lui lasciato alla musica.


Da giovedì 16 aprile, torna su Rai3, Grazie dei Fiori Ribelli. L’appuntamento è in seconda serata sulla rete diretta da Silvia Calandrelli. Al timone Pino Strabioli che, insieme a Gino Castaldo, racconta gli ultimi tre protagonisti della serie dal titolo Grazie dei fiori Ribelli. Si tratta di un ciclo di puntate con protagonisti personaggi del mondo dello spettacolo che hanno vissuto una vita personale e professionale al di fuori degli schemi. Esistenze tormentate e carriere altrettanto singolari.

Grazie dei fiori Ribelli su Rai3 Strabioli racconta Rino Gaetano

Il senso di Grazie dei Fiori Ribelli è contenuto proprio nel titolo. Pino Strabioli racconta artisti dalle vite intense e tormentate. Personaggi noti e cari al pubblico la cui esistenza è stata interrotta in modo drammatico.

Tutti, però, proprio grazie al loro talento originale hanno rappresentato delle eccezioni e lasciato un segno innovativo nella musica, regalando al pubblico dei veri capolavori.

Grazie dei fiori Ribelli puntata dedicata a Rino Gaetano

Protagonista della quarta puntata inedita è Rino Gaetano, scomparso a soli 31 anni nel 1981 in seguito ad un incidente stradale.Il cantautore continua ad essere un idolo per le generazioni che si susseguono. Viene apprezzata la voce ruvida e del tutto singolare nel panorama musicale dell’epoca.

Inoltre si è distinto per l’ironia e la profondità dei testi delle sue canzoni e per la denuncia sociale nascosta dietro testi apparentemente leggeri e disimpegnati. Per queste caratteristiche Rino Gaetano è stato un caso raro nel nostro panorama musicale.

Di lui Pino Strabioli afferma: “l’artista viene considerato un autodidatta. Non ha avuto maestri e non ha fatto parte di correnti e scuole. Eppure ha raggiunto una incredibile maturità musicale”.

Rino Gaetano si è mosso, artisticamente, nel panorama della musica politicamente impegnata dei cantautori degli anni Settanta.Ma si è distinto per l’attenta analisi della situazione affrontata con un’ironia leggera ma che induce a riflettere.

In quest’ottica si è sempre mostrato sensibile e attento alle problematiche sociali ed esistenziali. E il suo impegno affondava le radici nella vicenda della sua famiglia e sua personale, essendo lui figlio di emigrati.

Gli altri ospiti di Pino Strabioli

In studio, con il padrone di casa, Pino Strabioli, il cantautore emergente Francesco Motta marito dell’attrice Carolina Crescentini. Motta racconta l’influenza che Rino Gaetano ha avuto sulle generazioni più giovani.

Molti suoi brani come Il cielo è sempre più blu, E Berta filava e Gianna, sono dei veri e propri cult per le new generation.

Motta suona alcuni di questi brani ed altri che hanno reso grande Rino Gaetano.

In un’intervista, in collegamento, Alex Britti parla della sua passione per il cantautore di origine calabrese.Il programma si avvale, come sempre, del contributo di molti materiali di repertorio delle Teche Rai.

Grazie dei fiori Ribelli gli altri protagonisti

Il ciclo delle ultime due puntate di Grazie dei fiori Ribelli, ha come protagonisti Franco Califano raccontato anche da Claudia Gerini e Luigi Tenco. In questa puntata finale c’è in studio Patti Pravo.

Tutte le puntate sono state registrate prima del lookdown.



0 Replies to “Grazie dei fiori Ribelli su Rai3 Strabioli racconta Rino Gaetano”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*