Live non è la D’Urso, 7 giugno 2020, Berlusconi presto al Quirinale?


Una nuova puntata del talk di Barbara D'Urso, tra interviste esclusive e notizie schock


Questa sera, 7 giugno 2020, alle ore 21.20 su Canale 5 andrà in onda una nuova puntata di Live non è la D’Urso. Nel programma di Barbara D’Urso  non mancherà l’ormai consueto punto della situazione sull’emergenza Coronavirus, con ospiti vip e rappresentanti delle Istituzioni.

Live non è la D’Urso, 7 giugno 2020, diretta puntata

Inizia il programma. Barbara D’Urso si collega con Silvio Berlusconi. Il leader di Forza Italia, al telefono, commenta subito le dichiarazioni di Conte, che ha affermato di non aver paura che cada il governo: “Il peggior difetto della politica Italiana è quello di credere di essere sempre al centro di tutto, di credere che i suoi giorni di palazzo – quelli che una volta io ebbi a definire il “teatrino della politica” – siano davvero la cosa più importante.

Il Presidente Conte dice che non teme di cadere, ma lei pensa che agli Italiani importi davvero il destino del governo Conte? Oppure interessa sapere se e quando, finalmente, otterranno una mano concreta per uscire dal dramma collettivo che ci ha coinvolti negli ultimi mesi. Noi di questo ci occupiamo”.

Berlusconi esprime poi la volontà di mettere a disposizione dell’Italia la propria esperienza e conoscenza, a prescindere dal governo.

Live non è la D’Urso, Berlusconi: “assoluta lealtà con Salvini e Meloni”

Berlusconi si dice soddisfatto degli aiuti ricevuti dall’Europa e non si preoccupa per il fatto che molti paesi abbiano chiuso le frontiere agli Italiani: “Spero che questa estate gli Italiani che possono andare in vacanza rimangano in Italia e che siano gli stranieri a venire da noi” – dice.

La D’Urso gli domanda quali sarebbero le prime tre cose che farebbe se fosse attualmente a Palazzo Chigi ed il leader di Forza Italia risponde che si occuperebbe di una decisa riforma fiscale per far ripartire l’economia, sospenderebbe tutti i pagamenti verso lo Stato fino alla fine del 2020, stilerebbe infine un grande piano casa e piano per le infrastrutture.

Berlusconi dichiara poi di essere in “rapporti di assoluta lealtà” con Matteo Salvini e Giorgia Meloni, “una coalizione fatta di forze politiche diverse, con culture, stili ed elettorati diversi. Il centrodestra vince solo se è unito”. 

Live non è la D’Urso, Berlusconi al Quirinale?

La D’Urso chiede poi a Berlusconi se sono vere le voci che lo vorrebbero sempre più vicino al Quirinale. “Oggi al Quirinale c’è il Presidente Mattarella, che svolge il suo ruolo con equilibrio, autorevolezza e buon senso. Non facciamogli il torto di parlare sin da ora del futuro Presidente e di chi verrà dopo di lui. Quanto a me, nella mia mente ho solo il desiderio, la speranza, che gli Italiani si rendano finalmente conto di tutto quello che io ho fatto di positivo per loro e per l’Italia nei miei quasi 10 anni di governo.

Vorrei che fossero tutti consapevoli di quanto male e quante ingiustizie mi sono state fatte da quando sono sceso in campo 26 anni fa, non per ambizione personale, ma per salvare il mio paese dai comunisti. Questo mi basterebbe, perchè emergerebbe finalmente la verità su quello che io ho fatto per l’Italia e su quello che io sono veramente” – risponde lui.

Live non è la D’Urso, novità sul caso Pivetti

Congedato Berlusconi, si parla del caso Pivetti. E’ emerso che alcuni ospedali hanno acquistato partite di mascherine. Il Policlinico di Bari però le ha rifiutate definendole “false”, poichè mancavano le certificazioni necessarie. Ora la Pivetti è stata denunciata per truffa.

Anche ad Imperia la politica è indagata per aver fornito ad una farmacia mascherine “per la polvere” invece di mascherine FFP2.

“Come è possibile che non siano state ritirate le mascherine? Io sarei andato in giro di notte a chiederle indietro” – chiede Nuzzi.

Live non è la D’Urso, Only Italy: gli imprenditori denunciano

Interviene Bernardo Bosco che sostiene di aver perso dai 40 ai 50 mila euro (insieme ad altri imprenditori) a causa di un investimento nel progetto Only Italia (che prevedeva la produzione di scarpe, profumi da uomo, vino ed altri prodotti da vendere in Cina). La Pivetti sostiene che quella iniziativa non fosse sua e che qualora il progetto avesse avuto successo lei avrebbe solamente percepito delle royalties per l’uso del suo nome. “Nelle sedi opportune farò valere i diritti della mia assistita” – commenta in diretta telefonica il legale della Pivetti, che dopo un breve intervento attacca il telefono.

“Viene invitato e non vuole venire. Poi decide di intervenire in diretta telefonica e mette giù il telefono. Abbastanza cafone e scostumato, mi quereli se vuole” – commenta la D’Urso.

Live non è la D’Urso, Coronavirus: la parola ai virologi

“Il virus dal punto di vista clinico non esiste più” – ha dichiarato Alberto Zangrillo, primario dell’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione Generale del San Raffaele di Milano. Il mondo scientifico si è diviso di fronte a queste parole.

Franco Locatelli si è detto sconcertato dalle dichiarazioni di Zangrillo. Anche Ilaria Capua si è detta contraria, affermando che il virus circola ancora, ma adesso si cura. Massimo Galli ritiene che il virus non sia affatto cambiato: “Ce li ricordiamo i camion delle bare no?”.

Matteo Bassetti, Direttore Clinica Malattie Infettive del San Matteo di Genova, sostiene che: “Il virus prima era una tigre assassina, ora è un gatto selvatico addomesticato”. 

In studio, Francesco Broccolo, virologo dell’università Bicocca di Milano, esprime il suo parere in merito: “Speravo fosse uno scherzo. Esiste eccome. In Svezia, Inghilterra, America Latina, si muore ancora di Coronavirus”. 

In collegamento Bassetti porta avanti la sua tesi: ritiene che dal punto di vista clinico oggi i pazienti si presentino in maniera molto diversa da come si presentavano due o tre mesi fa. “Stiamo cercando di dimostrare che il virus è cambiato. Ci sono degli studi, speriamo che questi dati siano presto pubblicati sulle riviste scientifiche. Dire che il virus è morto non è corretto, ma ritengo che sia una polemica sterile”.

“Ancora non è stato dimostrato” – controbatte Broccolo. “Questi dibattiti tra scienziati, che hanno ragion d’essere sulle riviste scientifiche, hanno solo l’effetto di disorientare chi è a casa” – chiosa Klaus Davi.

Live non è la D’Urso, l’Italia al mare

Si passa a parlare degli Italiani al mare. Un servizio ci mostra che oggi ad Ostia c’erano assembramenti di persone, che non rispettavano distanziamento e norme di sicurezza.

La D’Urso chiede a Gallera un commento sul fatto che alcuni Liguri hanno affermato di non volere i Lombardi sulle loro spiagge: “Siamo un grande paese, stiamo facendo un lavoro importante per capire chi è infetto e chi non lo è. Chi si muove lo fa perchè è in sicurezza. Così vive un paese, di certo non chiudendosi gli uni con gli altri”.

Live non è la D’Urso, Fabrizio Corona: nuova condanna?

Si parla di Fabrizio Corona, che – attualmente ai domiciliari – domani dovrà affrontare una nuova udienza e rischia altri 9 mesi di carcere.

In studio la madre di Fabrizio, Gabriella, si dice rasserenata perchè il figlio è ai domiciliari per curare il problema psichiatrico che lo accompagna da tutta la vita. “Sta meglio. Con me ha sempre avuto un rapporto molto conflittuale. A volte mi cancella senza un motivo. Ora lo vedo molto più sereno. E’migliorato, non c’è dubbio, anche con i fratelli e con il figlio”  – dice la donna.

“Fabrizio non è sempre stato un ragazzo generoso. Credo che sia malato e disturbato, ha momenti di generosità e momenti di piacere nel ferire gli altri. E’ affetto da bipolarità. Tenta di ferire e di attaccarti. Ha avuto un bell’esempio di vita, ha vissuto in un ambiente che avrebbe potuto fare di lui un bravo ragazzo” – commenta la D’Eusanio.

Live non è la D’Urso, gli scontri D’Urso – Corona

La D’Urso ricorda di essersi duramente scontrata con Corona in passato e di non averne parlato nelle sue trasmissioni per molto tempo. Poi però si è parzialmente ricreduta: “Saper chiedere scusa è difficilissimo. Le persone che hanno coraggio di chiedere perdono hanno una grande dignità”.

“E’ chiaro che in quei momenti è una persona che è fuori di testa. Quando poi rientra e inizia a pensare e si rende conto. Come lo ha fatto a te, lo ha fatto anche a me moltissime volte. Questo terapeuta lo sta aiutando. Spero che non torni in carcere” – spiega la madre di Fabrizio.

Interviene Nathan, amico di Corona e suo personal trainer. L’uomo è stato multato per essere andato ad allenare Fabrizio durante il lockdown: “Ho sbagliato, ho preso una multa ed ho pagato. L’ho rivisto dopo 3 mesi”. 

“Lasciatelo in pace, questo è accanimento. C’è da avere paura di questa magistratura, ha un potere fuori controllo che distrugge vite” – afferma Carmelo Abbate.

“Ho incontrato Corona e posso testimoniare che è un padre super innamorato del figlio, il resto non mi compete dirlo” – dice la D’Urso, che manda poi in onda un videomessaggio di Fabrizio. L’uomo si dice sereno a poche ore della nuova udienza, ha fede nella giustizia Italiana.

Live non è la D’Urso, Vittorio Sgarbi rischia di affogare in Albania

Si passa a parlare di un incidente occorso a Vittorio Sgarbi. Sgarbi ha fatto il bagno in mare in Albania ed è stato travolto dalle onde rischiando di annegare. “Sono vivo sono vivo” – dice scherzosamente Sgarbi, che racconta l’accaduto e svela di essere stato salvato dalla figlia. Nell’incidente ha perso mutande ed occhiali. Il sindaco di Valona è riuscito però a rimediargli un altro paio di occhiali nel corso della giornata.

Live non è la D’Urso, novità caso Lollobrigida

Si parla del caso Gina Lollobrigida. La D’Urso annuncia nuovi elementi “clamorosi”.

Scopriamo che Piazzolla avrebbe venduto tre appartamenti appartenenti all’attrice ed avrebbe spostato i fondi sui propri conti investendoli poi in macchine di lusso.

Un’asta di alcuni quadri, mobili e gioielli provenienti dalla casa della Lollobrigida, è stata fermata ed è stata sporta denuncia contro ignoti. Dai Conti della Lollobrigida inoltre sono spariti milioni di euro.

In collegamento, Rigau spiega come Piazzolla è entrato nella vita della Lollobrigida. Il ragazzo si sarebbe finto malato e Gina si sarebbe avvicinata a lui spinta dalla commozione.

Barbara manda in onda una ricostruzione del matrimonio per procura della Lollobrigida. Alcuni attori interpretano i protagonisti della vicenda: la Lollobrigida, Rigau e Pilar- la donna che ha sposato per procura.

“Quando stava con me, il figlio ed il nipote, il patrimonio di Gina era intatto. Dopo che ha conosciuto Piazzola non è più stato così” – afferma Rigau, che si infuria poi per una domanda di Mauro Coluzzi (Platinette).

Mentre urla, Rigau risponde male anche alla D’Urso, che si risente e lo riprende:

“Non mi parli in questo modo. Non sono la tua segretaria e sono una signora e ti comporti da gentleman con me. Fly down. Non urli nella mia trasmissione se no ci salutiamo qui per sempre”– dice la presentatrice.

Live non è la D’Urso, nuovi business vip e la pace con Taylor Mega

Barbara parla di alcuni vip che hanno inventato un nuovo business per “sopravvivere” in tempi di crisi. I vip offrono videomessaggi di auguri a pagamento. I video di Ciacci ad esempio costano 30 euro, quelli di Heather Parisi 90 euro.

La D’Urso fa entrare i suoi ospiti e specifica che Taylor Mega è stata invitata dopo un lungo periodo di assenza dai suoi programmi. C’era stato uno spiacevole scontro tra le due, ma in seguito ad un messaggio di scuse e di rinnovata stima inviato alla D’Urso, Taylor è stata perdonata. “Questo studio mi era mancato molto” –  dice la Mega.

“E’ una cosa legale e regolare, è una piattaforma svedese. Ci si paga l’iva sopra. E’ un servizio che nasce in America. Si può devolvere anche in beneficienza” – dice Ciacci. “Non è una cosa corretta. I messaggi ai fan dovrebbero essere fatti col cuore” – controbatte la Caruso.

Eva Grimaldi – intervistata – spiega di aver partecipato con gioia all’iniziativa: “E’ quasi un volontariato, per essere accanto ai fan. Basta coi pregiudizi, ci avete rotto” – dice Eva.

“Sicuramente non è un reato. Io c’ho pensato, ma sinceramente non ce la farei a farmi pagare da una persona per mandare un videomessaggio. I fan perderebbero stima dei loro beniamini sapendo che i messaggi sono stati pagati” – commenta Luxuria.

Taylor Mega è stata coinvolta in diverse truffe online. La showgirl ha più volte sponsorizzato prodotti che, una volta pagati, non sono stati spediti agli acquirenti. “La colpa non è mia, mi sono affidata ai brand. Tra l’altro li avevo anche testati” – dice Taylor. Ora la Mega ha “avviato una class action”, mettendo a disposizione i propri legali per i clienti che sono stati truffati.

Live non è la D’Urso, famiglie “spezzate”

Si parla di famiglie “spezzate”. Killian, figlio di Brigitte Nielsen, non vede la mamma dal 20 marzo. L’ultima volta i due si sono visti a Live non è la D’Urso. Ai tempi Killian l’aveva criticata, dicendo di non sentirla da più di un anno. Killian è un ex alcolista, come la madre.

Il ragazzo lancia un appello alla mamma nella speranza di risentirla.

Live non è la D’Urso, Elena Morali vs la Favolosa

Elena Morali racconta di aver incontrato la mamma di Luigi Favoloso. Capisce che la donna voglia proteggere il figlio, ma spera di poterle dimostrare che insieme a lei Luigi sta bene e che si amano.

La Morali discute con Simona Izzo, mettendo in discussione la sua vita amorosa. Elena ritiene che Simona non la possa giudicare visto che è stata fidanzata con un cantante ed un regista. La Izzo risponde con ironia. La Bonaccorti subentra in sua difesa, ma la Morali continua affermando: “Ecco l’altra gallina”. Barbara la riprende, chiedendo rispetto per le sue ospiti.



0 Replies to “Live non è la D’Urso, 7 giugno 2020, Berlusconi presto al Quirinale?”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*