Connect with us

Intrattenimento

La Caserma 10 febbraio: Martina Albertoni si ritira, scontro tra William ed Elena

Nella terza puntata la Caserma ospita il giornalista Aldo Cazzullo. Le reclute affrontano alcune esercitazioni a squadre.

Pubblicato

il

la caserma 10 febbraio copertina
Nella terza puntata la Caserma ospita il giornalista Aldo Cazzullo. Le reclute affrontano alcune esercitazioni a squadre.
Condividi su

Mercoledì 10 febbraio è andato in onda su Rai 2 il terzo appuntamento con il docu reality La Caserma.

Sette giorni fa sono entrati nell’istituto militare nuovi ragazzi che si sono uniti al gruppo di reclute che hanno fatto il loro ingresso nella puntata d’esordio.

I partecipanti vengono divisi in squadre per sottoporsi ad alcune prove in esterna. Tra queste anche un’esercitazione con armi finte nella quale devono affrontare scenari ostili. Ma un volta rientrati i ragazzi festeggiano il compleanno della recluta Carmelo Corsaro.

L’ispettore capo Daretti, infine, accoglie nella sua Caserma il giornalista Aldo Cazzullo. Tiene ai ragazzi una lezione sulle donne più importanti della storia che hanno preso parte a conflitti bellici.

la caserma 10 febbraio albertoni

La Caserma 10 febbraio, il racconto della puntata, Martina si ritira

La puntata del 10 febbraio riprende dall‘arrivo di Martina Albertoni nell’ufficio dell’istruttore capo Daretti. La ragazza lamenta di non essersi integrata nel gruppo e desidera andare via. Daretti la invita a prendere la decisione che reputa migliore. Ma la recluta preferisce abbandonare la Caserma.

Prima di preparare la valigia le viene concesso qualche minuto per salutare i propri compagni. Ma alcune reclute si addossano la colpa di non essere riusciti a farla sentire parte del gruppo. Dopo la sua uscita di scena, i ragazzi trascorrono un’altra serata nello spaccio dove si divertono a giocare, scherzare e sorseggiare birra. Ma William è infastidito dal fatto che Elena Santoro preferisca trascorrere del tempo con gli ultimi arrivati anziché con lui. La scorsa settimana i due ragazzi si sono scambiati un bacio. E già iniziano le prime incomprensioni.

la caserma 10 febbraio armi

La Caserma, i simulacri

L’indomani Daretti tiene una lezione sui simulacri, ovvero su fedeli riproduzioni di armi. Essi presentano le stesse caratteristiche di forma e peso delle originali ma sono inoffensive. Le useranno in seguito per un’esercitazione. I ragazzi devono imparare a gestire le armi (finte) in tre posizioni: in piedi, in ginocchio, a terra. E durante la prova devono prendere di mira dei bersagli apposti dagli istruttori.

Al rientro in Caserma alcuni ragazzi, tra cui Fratino e i gemelli Lapresa, cercano di fare uno scherzo a George Ciupilan. Tentano di farlo ingelosire, anche con la complicità dell’istruttrice. Fratino finge di prestare molte attenzioni a Linda Mauri. Ma Ciupilan dimostra sin da subito di essere geloso quando li trova insieme nella toilette.

Gli animi si placano quando confessano al ragazzo che si tratta solo di uno scherzo.

la caserma 10 febbraio Aldo Cazzullo

La lezione di Aldo Cazzullo

Il giornalista Aldo Cazzullo raggiunge la Caserma per impartire una lezione sulle donne in Guerra. Come gli uomini, anche loro hanno vissuto in prima persona i conflitti bellici, a volte come vittime, altre come protagoniste. Cita come esempio il soldato Viktoria Savs che in pochi sapevano fosse una donna. E che fu premiata dall’Imperatore Carlo I d’Austria con la Croce al Merito. Nomina anche Maria Plozner Mentil colpita violentemente da un cecchino ed anche la partigiana Cleonice Tomassetti.

Quelle invece che non hanno combattuto in guerra hanno comunque contribuito nella società sostituendo gli uomini nelle fabbriche. Ed aggiunge che solo nel 1946 le donne sono riuscite ad ottenere il diritto di voto.

Dopo la lezione i ragazzi affrontano una nuova prova con le armi. Devono mirare dei bersagli dotati di sostegni elettronici. Se riescono a centrarli emettono dei suoni.

la caserma corsaro

La Caserma 10 febbraio, il compleanno di Corsaro

Al rientro dalla prova Daretti fa trovare ai ragazzi alcune bottiglie di vino per festeggiare il compleanno di una delle reclute, Carmelo Corsaro. Il giovane compirà gli anni allo scoccare della mezzanotte. Nel frattempo è giunta sera e mentre Mauri prende servizio come piantone alcuni ragazzi decidono di fare baccano.

Dopo aver preso dell’acqua mescolata con il sapone la gettano a terra e si divertono a scivolare fino al fondo del corridoio. Ma Daretti e l’istruttrice si affacciano per comprendere ciò che sta succedendo. Tra i colpevoli ci sono i gemelli Lapresa, Fratino, Ciupilan e Rosa. Ma Daretti si infuria anche con Mauri che aveva il compito di vigilare. Per punizione i responsabili, muniti di armi, e zaini con un peso aggiuntivo di 5 kg, devono eseguire una marcia veloce. Per un momento i ragazzi avevano pensato di dover lasciare la Caserma.

la caserma lezione

La Caserma, lezione sulle pattuglie, percorso ostacoli a squadre

Il giorno dopo le reclute iniziano la mattinata con dell’attività fisica. Successivamente Daretti tiene una lezione sulle pattuglie, che sono fondamentali in Caserma. Ogni team ha un capo che è generalmente quello con il grado più alto. In molti però faticano ad ascoltarlo in quanto sono molto assonnati. Durante il pranzo l’istruttrice convoca in disparte Linda Mauri per sapere se ci sono altri responsabili per quanto è accaduto la notte scorsa. E lei riferisce alcuni nomi tra i quali Ferrettini e Cassardo.

Nel pomeriggio le squadre Blu, Rossa e Gialla (che si sono formate la scorsa settimana) devono affrontare un percorso ad ostacoli a staffetta. Il testimone è rappresentato da uno zaino che indosseranno sulle spalle. Nella prova devono dimostrare di essere agili e veloci. La peggiore recluta è Elena Santoro che non riesce ad affrontare alcun ostacolo e per penitenza deve eseguire delle flessioni per i tentativi falliti. La competizione viene vinta ancora una volta dalla squadra Rossa. Ma Daretti si complimenta con tutti perché la differenza tra un team e l’altro è di pochi secondi.

Prima di rientrare l’istruttore capo vuole che gli altri colpevoli del chiasso si facciano avanti. Peroni, Cassardo, Corsaro, Ferrettini, scelgono di essere onesti ed alzano la mano. Come punizione devono pelare molti kg di patate di notte, all’aperto, davanti al fuoco.

La Caserma 10 febbraio, esercitazione

Il giorno successivo le reclute affrontano un’esercitazione nella quale devono mescolare tecniche del camouflage con quelle di tiro. Le squadre vengono divise in due gruppi, i tiratori e gli osservatori. I primi devono avvicinarsi più possibile al bersaglio centrandolo con il fucile al laser e mimetizzandosi nella boscaglia. Gli osservatori invece indicano agli istruttori la posizione dei nemici per scovarli.

Al termine della prova la migliore è stata la squadra Blu, seguita da quella Gialla e dalla Rossa. L’istruttore capo Daretti ha deciso di sommare il risultato di questa sfida con le precedenti. E la squadra che si trova all’ultimo posto in classifica è quella Gialla. Quest’ultima viene eliminata ed i componenti si fondono in parte con quella Rossa ed in parte con la Blu. L’unico che non ha partecipato alla competizione di oggi è Fratino che è obbligato ad un giorno di riposo per un lieve infortunio.

Nella notte è il momento di svolgere il servizio di piantone. Quando è il turno di Cassardo il ragazzo preferisce rimanere a letto per dormire e viene svegliato dall’istruttrice.


Condividi su
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Seguici su:

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it