Connect with us

Intrattenimento

Le storie di Quarto Grado 11 giugno 2021, il caso di Saman Abbas, le ultime su Denise Pipitone

Le storie di Quarto Grado questa sera, 11 giugno 2021, in onda su Rete 4 con le ultime novità sui casi di Denise Pipitone e di Saman Abbas.

Pubblicato

il

Le storie di Quarto Grado 11 giugno
Le storie di Quarto Grado questa sera, 11 giugno 2021, in onda su Rete 4 con le ultime novità sui casi di Denise Pipitone e di Saman Abbas.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Rete 4 trasmette alle 21.25 circa di questa sera, venerdì 11 giugno 2021, Le storie di quarto grado, condotto da Gianluigi Nuzzi e Alessandra Viero. 

Il programma di informazione tratta in ogni puntata i più attuali casi di cronaca di rilevanza nazionale. Su tutti, quello della scomparsa e presunta morte di Saman Abbas, giovane di origini pakistane. Non si sa più nulla della ragazza dal 30 aprile scorso; tuttavia le indagini degli inquirenti hanno condotto alla conclusione che, probabilmente, Saman sia stata uccisa da suo zio, con la complicità dei genitori. Saman, infatti, era intenzionata a vivere il più lontano possibile dalla famiglia ultraconservatrice.

Poi, si torna a parlare di Denise Pipitone, alla luce delle ultime indagini e delle scoperte fatte nella casa che fu di Anna Corona, la principale indiziata, insieme a sua figlia Jessica, per la scomparsa di Denise da Mazara del Vallo nel 2004. In casa della donna la polizia ha individuato, infatti, una stanza con il soffitto ribassato.

Potete seguire Le storie di Quarto Grado anche in streaming sul sito ufficiale Mediaset.

Le storie di Quarto Grado 11 giugno, la diretta

Il programma apre sul caso di Saman, giovane pakistana che si ritiene sia stata uccisa dai familiari. E’ ripercorsa la vicenda dall’inizio, quando si pensava la ragazza fosse solo scomparsa, ad oggi, in seguito all’arresto di un cugino di Saman. Che potrebbe aver partecipato all’occultamento del suo cadavere. La famiglia di Saman desiderava che la giovane vivesse in modo estremamente conservatore. Le avevano persino organizzato un matrimonio combinato, che Saman, però, rifiuta.

Al che, Saman scappa e trova asilo in una comunità. Poi, torna a casa dai genitori per chiedere loro i documenti che le hanno sottratto. Poi, nessuno sa più niente di lei. Il fidanzato di Saman non riesce a contattarla sui social, nonostante suo padre, ora in Pakistan, affermi che Saman sia in Belgio. E dal Pakistan, i genitori hanno pubblicato, e poi cancellato, un video che riprendeva le immagini di un funerale senza bara.

Potrebbe trattarsi di un caso di Honor Killing, omicidio d’onore, che in Pakistan miete ancora oggi numerose vittime ogni anno. In studio sono presenti ospiti per commentare la vicenda. Fra cui la giornalista Karima Moual. “Bisogna puntare il dito sul contesto in cui quella famiglia vive, non sull’Islam in sè. Questi uomini vivono una cultura Islamica diversa, molto più misogina e patriarcale.” afferma.

“In queste famiglie l’onore è importantissimo. Non solo per la famiglia, ma per l’intera comunità.” continua.

Le storie di Quarto Grado 11 giugno

Le storie di Quarto Grado 11 giugno, dove si trova il corpo?

Nonostante sia passato molto tempo, e la polizia abbia ricostruito gli ultimi movimenti di Saman e dei suoi parenti, il corpo della giovane ancora non si trova. Tutte le serre nei pressi di casa di Saman sono state setacciate di persona, con cani e droni; inoltre, la polizia ha sondato il terreno con un’apparecchiatura apposita che avrebbe dovuto rilevare la posizione del corpo. Un elettro-magnetometro, spiega la conduttrice Alessandra Viero.

Si pensa che i parenti di Saman, consci della telecamera di sicurezza che li riprendeva, abbiano messo in atto un depistaggio per impedire alla polizia di trovare Saman. Solo la testimonianza diretta di un cugino che ha partecipato al fatto potrebbe portare a un’individuazione univoca del luogo della sepoltura.

Subito dopo è trasmessa la registrazione della telefonata tra un giornalista de Il Resto del Carlino, e il padre di Saman. Il quale afferma che la figlia è in Belgio, e non ha con sè un numero di telefono, ma solo un account Instagram. Del quale, però, non condivide gli estremi. Intanto si sta predisponendo un mandato di arresto europeo per l’estradizione dei genitori di Saman in Pakistan.

Si approfondisce poi la figura dello Zio di Saman. Che, evidentemente, era una sorta di Capo-Clan, a cui affidarsi in situazioni ritenute delicate, come “il disonore” di Saman.

In studio, intanto, gli ospiti dibattono sulla possibilità di prevedere strumenti integrativi più stringenti per le famiglie di cultura radicale ed estremista. Per scoraggiare episodi simili e il formarsi di Clan Familiari come quello della famiglia di Saman.

Le storie di Quarto Grado 11 giugno, il caso di Denise Pipitone

In seguito al polverone mediatico degli ultimi mesi sul caso di Denise Pipitone, scomparsa nel 2004 da Mazara del Vallo, le indagini sono state riaperte. Anna Corona, l’allora principale indiziata per la scomparsa della piccola Denise, torna ad essere indagata. Così come la sua abitazione dell’epoca, nella quale i Carabinieri hanno riscontrato modifiche particolari. Tra cui, l’abbassamento di alcuni solai, per ricavare spazi nascosti il cui uso è ancora avvolto dal mistero.

In questo periodo, ai Carabinieri giungono centinaia di segnalazioni e testimonianze. Molte delle quali scritte da mitomani, ma in virtù delle quali non si esclude nessuna pista.

Le storie di Quarto Grado 11 giugno

La testimonianza di un investigatore: Enrico Marinaro

Espedito Marinaro, un investigatore privato, è ospite questa sera in studio a Le storie di Quarto Grado. E’ stato uno dei pochi a seguire la cosiddetta “pista delle sensitive”. Infatti, alcune sensitive, nel 2004, avevano fornito dettagli specifici riguardo la possibile ubicazione di Denise Pipitone. “Ho avuto contatti con due sensitivi. Prima con un certo Miro, il quale aveva a disposizione un dispositivo particolare, un’antenna. Il quale individuò la posizione della sorella di Pietro Pulizzi, il papà di Denise.” racconta Marinaro.

Marinaro ha inoltre contribuito alle indagini in altre occasioni. “Frazitta mi disse che un benefattore aveva messo 100.000 Euro di premio a chiunque aiutasse a trovare la bambina. Un pregiudicato che conoscevo mi disse di avere notizie importanti, ma poi mi diede buca.” racconta.

Dopo un’interruzione pubblicitaria è trasmessa la testimonianza di Mariana; una giovane che avrebbe identificato la donna di origini Rom presente nel video girato a Milano nel 2004. Si chiamerebbe Florina, e sua figlia, presumibilmente adottiva, somiglierebbe, secondo Mariana, a Denise.

La guardia giurata che ha girato il famoso video a Milano è ospite questa sera, e afferma di non credere a Mariana.

Le storie di Quarto Grado 11 giugno

Un nuovo testimone, l’impronta sulla Ford Fiesta

Segue l’intervista a un nuovo testimone che potrebbe avere dettagli ulteriori sulla scomparsa di Denise. E’ a quest’uomo, di origini Rom, che Piero Pulizzi, il padre di Denise, si rivolse nei giorni successivi alla scomparsa della figlia.

Quindi, l’investigatore privato Espedito Marinaro afferma che: la donna nel video con Denise non sta storpiando il nome della bambina. Le sta dicendo, in un dialetto Rom, di scappare. Danas significa -scappa-“.

Poi, è raccontata la storia del ritrovamento, all’epoca della scomparsa, di un’impronta che sarebbe potuta appartenere a Denise su un’autovettura Ford Fiesta. La stessa Ford Fiesta, forse, che alcuni testimoni affermano di aver visto nelle vicinanze della casa di Denise un anno prima della scomparsa della bambina. La pista, tuttavia, non fu seguita. Luigi Simonetto, perito della procura, ha sempre affermato, e ribadisce oggi, che “quell’auto andava analizzata attentamente“.

La morte di Yara: rifiutate le richieste dei legali di Bossetti

Massimo Bossetti, condannato all’ergastolo per l’omicidio della tredicenne Yara Gambirasio, avrebbe denunciato i magistrati di Bergamo, che si sono occupati del suo caso, per depistaggio. Ai legali di Bossetti sono recentemente state rifiutate nuove analisi di elementi probatori che, all’epoca dei fatti, non sarebbero stati analizzati adeguatamente. 

Il direttore Vittorio Feltri da sempre sostiene che Massimo Bossetti potrebbe non essere colpevole. “Se la corte è sicura della propria tesi non ha nulla da temere, perchè rifiuta di accogliere le richieste del povero Bossetti?”.

“Il sistema giudiziario ha commesso errori in passato, come accaduto con Tortora. E la scarcerazione di Tortora avvenne in seguito a un riesame delle prove, ora negato a Bossetti” continua.

Bossetti ha anche scritto una lettera, nella quale afferma: “Non mi sento considerato. Sono stato ignorato e calpestato. Mi hanno negato la possibilità di difesa. Vorrei che qualcuno mi spiegasse come posso difendermi se non ne ho gli strumenti. Voglio solo il riesame dei dati scientifici. […] mi è stato tolto tutto. Ad oggi sono scaraventato da una parte all’altra. E’ come se fossi sull’orlo di un precipizio. Non intendo desistere dal mio intento: sono innocente, voglio il riesame di un semplice esame scientifico.”.

“Siete tutti fidanzati della Magistratura. Anche le prove scientifiche possono essere sbagliate. Ripetere un esame è doveroso” continua ad asserire Feltri.

 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Appassionato di Cinema e Serie TV, di libri e di fumetti, di video e di videogiochi. Di avventure, si può dire riassumendo. Non ama molto dormire, ma a volte lo costringono. Del resto, gli servirebbero delle "vite extra" per seguire tutti i suoi hobby e interessi. Intanto, fa quel che può con quella che ha: scrive, disegna, registra video, ogni tanto mangia. A tal proposito, potrebbe sopravvivere mangiando solo pizza. Se serve, anche pizza estera, quando viaggia. Sì, anche quella con sopra l'ananas.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Intrattenimento

Reazione a Catena 14 giugno: finale del torneo tra i campioni, trionfano i Tre alla Seconda, vincono 18.250 euro

Nella finale del torneo dei campioni I Tre alla seconda sfidano I Tre Forcellini che nelle puntate precedenti hanno sconfitto i loro avversari.

Pubblicato

il

Reazione a catena 14 giugno 2021
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lunedì 14 giugno, dalle 18:45 su Rai 1, è andata in onda Reazione a Catena- La sfida dei campioni con Marco Liorni.

Nella finale si sfidano I Tre alla seconda e I Tre Forcellini che nelle semifinali del game show hanno sconfitto rispettivamente I Bla Bla e Le Regine di Fiori. Oltre ai classici giochi i due team si sottopongono anche ad una nuova sfida, intitolata Zot.

A partire da domani, 15 giugno, fino al 26 settembre 2021 si alterneranno invece delle nuove squadre.

Reazione a catena 14 giugno caccia alla parola

Reazione a Catena, la diretta del 14 giugno, Caccia alla parola

Dopo le presentazioni delle due squadre, Marco Liorni introduce il primo gioco Caccia alla Parola. I termini individuati sono festoso, nostalgia, cerbero, temperatura, brocco, intingolo.

I Tre alla seconda hanno conquistato 4.000 euro, gli sfidanti invece 8.000 euro.

Reazione a catena 14 giugno catena musicale

L’indizio della prima catena musicale è Black Friday.

Iniziano a completarla i Tre alla Seconda che aggiungono il termine Affari. La proseguono i Tre forcellini che aggiungono la parola Uomo e indovinano anche il titolo della canzone. Si tratta di Born in The USA di Bruce Spingsteen. Salgono così a 23.000 euro. Le altre parole che compongono la catena sono memoria, piena, pancia, ombelico.

Nella seconda catena musicale l’indizio è invece Rapace. 

Cominciano I Tre Forcellini che aggiungono Allocco e Figura. Anche questa volta tentano di dare il titolo del brano che risulta essere corretto. E’ il tormentone Non mi basta più di Baby K feat Chiara Ferragni. Le altre parole della catena sono intera, sana, pianta, appartamento. I Tre alla Seconda sono ancora fermi a 6.000 euro. I Tre Forcellini invece arrivano a 40.000 euro.

Reazione quando

Reazione a Catena, Quando, dove, come, perché

E’ il momento di giocare al Quando, dove, come e perché. Il primo indizio è

  • Mentre ti vesti la sera, davanti allo specchio, con due dita, per sentirti più libera senza occhiali.

Si tratta delle lenti a contatto individuate dai Tre Forcellini.

Il secondo indizio recita:

  • dopo un acquazzone, nella vasca da bagno, aperto, perché ti ha riparato dalla pioggia.

Doppietta dei Tre Forcellini con il termine ombrello.

Anche il terzo, piedi, è individuato da Gianluca, Simone ed Alessandro.

  • quando eri piccolino, sotto il tavolo, sospesi a mezz’aria,  perché se eri seduto non toccavano a terra

La squadra compie l’en plein anche con l’ultimo quando:

  • a notte fonda, sul ciglio di un dirupo, a testa alta, per ululare alla luna piena. E’ il lupo.

I Tre Forcellini arrivano così a 56.000 euro.

Reazione a catena una tira l altra

Una tira l’altra, la Zot

Le due squadre affrontano ora l’Una tira l’altra. 

La parola Ragazza apre e Fioretto chiude. I termini che la compongono sono Cognome, Appello, Processo, Intenzioni e Voto. I Tre alla seconda hanno aggiunto una sola parola. Gli sfidanti si aggiudicano anche la zip da 15.000 euro composta da Limone, Fritto, Misto, Matrimonio.

Nella seconda Una Tira l’Altra Pollo apre e Ferragosto chiude. E’ composta da Coscia, Giarrettiera, Ordine, Sistemata, Assunta. Viene conclusa dai Tre alla Seconda ma regalano la zip da 20.000 euro agli avversari. E’ formata da cuscinetti, sfera, penna, alpino.

Nella Zot I Tre alla Seconda riescono ad ottenere 5 secondi in più nel prossimo gioco perché hanno individuato il termine che collega focaccia e pallavolo. Si tratta di schiacciata.

I Tre alla Seconda hanno attualmente conquistato 29.000 euro. I Tre Forcellini invece con 108.000 euro.

Reazione a catena 14 giugno intesa vincente

L’Intesa Vincente del 14 giugno, l’ultima catena, l’ultima parola

I due team devono ora sottoporsi all’Intesa Vincente. I Tre alla Seconda in 65 secondi sono riusciti ad individuare 14 parole. I Tre Forcellini, che hanno avuto a disposizione 55 secondi, si fermano a 12 parole.

I vincitori del torneo dei campioni sono I Tre alla Seconda.

Reazione a catena ultima catena

Tommaso, Francesco a Marco affrontano l’Ultima catena con 73.000 euro:

Gli abbinamenti del primo turno sono i seguenti:

  • nord, mosso: mare
  • mosso, bottiglia: vino
  • bottiglia, ecologica: verde

Finora i campioni hanno giocato un solo jolly e sono riusciti a non dimezzare il montepremi.

  • ecologica, messa: domenica
  • messa, soffietto: fuoco
  • soffietto, specchio: porta.

I Tre alla Seconda arrivano all’Ultima Parola con 36.500 euro perché hanno dimezzato una sola volta. Decidono però di acquistare il terzo elemento. Il montepremi scende così a 18.250 euro. I termini noti sono specchio e cattiva.

Riescono ad individuare la parola corretta che è Matrigna. La vincita, che verrà devoluta in beneficienza, si aggiunge ai 3.673 euro vinti in precedenza. I fratelli Bartoloni hanno così conquistato la somma totale di 21 923 euro.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Stasera con Uccio su Rai 2 il 15 e il 22 giugno

Tutte le anticipazioni sul nuovo programma dell'attore e comico all'anagrafe Gennaro De Santis. Appuntamento su Rai 2.

Pubblicato

il

Stasera con Uccio
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ha per titolo Stasera con Uccio il programma proposto da Rai 2 in un doppio appuntamento. Due infatti le puntate previste in seconda serata sulla seconda rete diretta da Ludovico Di Meo. Protagonista è il comico Uccio De Santis. Le date sono il 15 e il 22 giugno alle 23.30. 

Stasera con Uccio su Rai 2

Dunque, doppio appuntamento con la comicità di Uccio De Santis, il 15 e il 22 giugno in seconda serata su Rai2. Il programma ha per titolo “Stasera con Uccio”.

Lo show racconta in forma di monologo e di sketch a due e a tre, la vita di un comico “per vocazione”.  Si parte dagli esordi quando faceva di tutto per vincere la timidezza, alle feste in casa. Si continua il racconto dai primi amori, al suo grande amore professionale: il teatro.

Un viaggio nei ricordi che dipinge tanti singolari e comici quadretti familiari. Ecco il padre che sognava per lui una carriera da avvocato, mentre la madre desiderava che fosse bravo e educato.Ma non c’è solo il privato.

Stasera con Uccio è anche uno spettacolo che racconta il presente. E propone divertenti siparietti tra moglie e marito sulla vita di ogni giorno: la spesa al centro commerciale, la crisi, i saldi dell’estate, il rapporto con i social. Storie e vicende alla portata di tutti, in cui ognuno si può identificare e ridere delle situazioni proposte. Non secondaria è la presenza di tanta buona musica.

Gli altri protagonisti

In questa avventura Uccio De Santis è accompagnato dai volti storici del programma di Mudù – Umberto Sardella ed Antonella Genga e da una Band. Tutti fanno da cornice allo show.

Ospite del programma il cantante imitatore Francesco Cicchella con il quale Uccio crea un momento spettacolare riuscendo a “cantare la Barzelletta”.

Stasera con Uccio è un programma di Uccio De Santis, scritto n collaborazione con Antonio De Santis e Mariano D’Angelo.

Chi è Uccio De Santis

Uccio De Santis, classe 1965,  all’anagrafe Gennaro De Santis, è un attore, comico e cabarettista italiano.

Tra gli impegni televisivi, nel 2014 recita in un episodio della fiction Rex, trasmesso su Rai 2, mentre nel 2016 compare nel primo episodio della decima stagione di Un medico in famiglia.

È stato spesso ospite di trasmissioni televisive di Rai 1, come La vita in diretta, Storie italiane e I soliti ignoti.

Nella stagione 2019-2020 entra nel cast del fortunato programma di Rai 2 Made in Sud.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Instant Family: trama, cast, finale del film in onda su Canale 5

Una coppia decide di adottare tre fratelli. Dovrà fare i conti con la madre biologica che, appena uscita dal carcere, vuole riprenderli con sé.

Pubblicato

il

Instant family film Canale 5
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Oggi Canale 5 trasmette il film Instant Family. La pellicola statunitense di genere commedia, ma dalle atmosfere drammatiche, è arrivata nelle sale il 21 marzo 2019. La durata è un’ora e 58 minuti.

Instant family film attori

Instant Family: regia, protagonisti, dove è girato

La regia è di Sean Anders che si è occupato anche della sceneggiatura con John Morris. I protagonisti del film sono Mark Wahlberg che interpreta Pete e Rose Byrne nel ruolo di Ellie. Gustavo Quiroz e Julianna Gamiz, invece, sono rispettivamente Juan e Lita.

Le riprese del film si sono svolte interamente negli Stati Uniti. Le scene infatti sono state girate a Chicago e in Atlanta, capitale dello Stato della Georgia.

Le musiche sono di Michael Andrews. Clayton Hartley si è occupato della scenografia mentre Lisa Lovaas ha curato i costumi. La fotografia è di Brett Pawlak. Brad E. Wilhite si è occupato, infine, del montaggio.

Il film è prodotto da Paramount Pictures ed è, infine, distribuito da 20th Century Fox.

Instant Family film dove è girato

Instant Family: trama del film in onda su Canale 5

I protagonisti del film sono i quarantenni Pete e sua moglie Ellie. La coppia è stufa di essere continuamente derisa dai parenti sul fatto che non possono avere figli. Iniziano così a pensare di adottare un bambino perché non vogliono ricorrere alla fecondazione assistita.

Si iscrivono ad un corso per genitori adottivi dove incontrano due assistenti sociali, Sharon e Karen. A tutte le coppie partecipanti offrono la possibilità di partecipare ad un evento per poter incontrare dei ragazzi in attesa di una famiglia affidataria.

Pete e Ellie preferirebbero adottare un bambino piccolo in modo da poterlo seguire nella crescita. Ma alla fine decidono di accogliere in casa la quindicenne Lizzy.

Grazie alle informazioni fornite dalle assistenti sociali scoprono che la madre biologica è una tossicodipendente ed è attualmente in prigione. La ragazza inoltre ha anche altri due fratelli, Juan di 10 anni e Lita di 6 anni.

Il finale del film 

Seppur consapevoli che il percorso di adozione è estremamente complicato Pete e Ellie hanno intenzione di adottarli tutti e tre per non dividere i fratelli. E quando comunicano la notizia alla famiglia di Ellie, i parenti reagiscono con stupore perché mai avrebbero creduto che la coppia prendesse una decisione così importante.

Quando però Pete e Ellie iniziano a vivere insieme ai ragazzi, si rendono realmente conto di quanto sia difficile essere genitori. Hanno infatti numerose discussioni con Lizzy, Juan e Lita perché sono capricciosi e poco collaborativi.

Nel frattempo la loro madre biologica, uscita dal penitenziario, intende riottenere l’affidamento dei figli. Nel finale Pete e Ellie sperano invece che i giudici finalizzino l’adozione dei tre ragazzi.

Instant Family film finale

Instant Family: Il cast completo del film

Ecco il cast del film Instant Family ed i relativi personaggi interpretati:

  • Mark Wahlberg: Pete
  • Rose Byrne: Ellie
  • Isabela Moner: Lizzy
  • Gustavo Quiroz: Juan
  • Julianna Gamiz: Lita
  • Octavia Spencer: Karen
  • Tig Notaro: Sharon
  • Tom Segura: Russ
  • Allyn Rachel: Kim
  • Brittney Rentschler: Linda
  • Jody Thompson: Jim
  • Margo Martindale: Nonna Sandy
  • Julie Hagerty: Jan
  • Michael O’Keefe: Jerry
  • Joan Cusack: Mrs. Howard

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it