Connect with us

Musica in Tv - ultime uscite

Viaggio nella musica degli anni 70 – protagonisti, generi, successi

Gli anni '70 possono essere considerati il periodo d’oro della musica, uno dei momenti più fertili che ha decretato il successo anche in tv
Benedetta Morbelli

Pubblicato

il

Viaggio nella musica degli anni Settanta in tv
Gli anni '70 possono essere considerati il periodo d’oro della musica, uno dei momenti più fertili che ha decretato il successo anche in tv
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Gli anni 70 hanno rappresentato un punto di svolta sotto molti aspetti anche in tv. Ma la rivoluzione nella musica è sicuramente uno dei più significativi. E’ innegabile che anche la musica rifletta i movimenti che in quegli anni si stavano manifestando nella società. E che sono passati, in contemporanea in tv.

I seventies possono essere considerati gli anni d’oro, uno dei momenti più fertili, un’epoca che ci ha regalato pietre miliari della musica, brani storici. Non basta un solo articolo per rendere l’idea del panorama e dell’atmosfera di quel tempo, ma proveremo a riscoprirli insieme.

musica anni 70 woodstock

Viaggio nella musica degli anni’70 – l’America di Woodstock

Sulla scia di Woodstock, celeberrimo festival musicale dirompente e fuori dalle righe, che ha avuto luogo tra il 15 ed il 18 agosto 1969 ed ha fatto la storia, i giovani si sono aperti alla sperimentazione, all’innovazione, alla rivoluzione delle idee e dei costumi, all’insegna della libertà, della pace e dell’amore.

In quegli anni si affermarono i movimenti pacifisti e di rivolta contro la guerra che gli Stati Uniti stavano combattendo con il Vietnam.

Questo movimento subiva l’influenza dei poeti della Beat Generation (Jack Kerouac, Allen Ginsberg, Charles Bukowski) ed ha ispirato cantanti come Joan Baez (in Italia Morandi ne parlò nella sua “C’era un ragazzo”).  Al contempo, sempre in America, si affermarono  i gruppi progressive rock, genere nato da una miscela di sonorità rock e jazz.

Il culmine di queste influenze musicali si raggiunse proprio a Woodstock e negli anni seguenti. Anche in questo genere ritroviamo l’influsso del movimento pacifista con Jimi Hendrix, che sul palco arrivò a bruciare la bandiera americana ed a proporre una propria versione dell’inno. Grandi protagonisti di Woodstock  furono tra gli altri: Traffic, Joe Cocker, Led Zeppelin, Pink Floyd, Janis Joplin, Jim Morrison ed i Doors.

Al contempo si andò affermando sempre più il soul con l’etichetta Motown, che raggruppò nomi importanti quali Otis Reding, Aretha Franklin, Stevie Wonder, Marvin Gaye, Ray Charles. Il Jazz visse un grande momento con Coltrane, Parker, Chic Corea, Keith Jarrett. Allo Studio 84, Donna Summer, Gloria Gaynor, Berry White e la Love Unlimited Orchestra fecero ballare le folle.

Disco music, colonne sonore e progressive rock

Sulle piste nacque poi la Disco music, che ebbe il suo punto più alto nei brani dei Bee Gees, che hanno reso immortale la colonna sonora del film “La febbre del sabato sera”.  Questa pellicola non fu l’unica a segnare la storia anche musicalmente; le colonne sonore di quegli anni sono infatti tra le più celebri ed amate. Ricordiamo ad esempio il soundtrack firmato da Bill Conti per la saga di “Rocky” o le melodie di Burt Bacharach con le voci di Diana Ross e Dionne Warwick.

Se oltre oceano la cultura ed il panorama musicale erano in fermento, non da meno fu l’Europa. Gli echi di emancipazione delle università americane attecchirono in Francia e si propagarono man mano nelle altre nazioni.

In Inghilterra diversi musicisti subirono l’influenza del movimento pacifista e furono trasportati dal misticismo indiano, dall’uso di sostanze allucinogene e dagli usi e costumi dei figli dei fiori. E’ di questo periodo il capolavoro, che risuona ancora oggi, “Imagine” di John Lennon – che fu composta dallo stesso dopo che aveva lasciato i Beatles.

Anche in UK si affermò il progressive rock con i Genesis,  i Camel, i Gentle Giant, Emerson Lake & Palmer, i The Clash, i King Creamson. Dal british progressive nacque poi il rock punk dei Culture Club, dei Sex Pistols e Boy George ed il new wave dei Talkin Heads con la loro “Psycho Killer”.

musica anni 70 zero

Viaggio nella musica degli anni 70 – il panorama musicale italiano

Indimenticabili negli anni ’70 le esibizioni dirompenti e fuori dalle righe di David Bowie, di Lou Reed e di Elton John, che in Italia ispireranno Renato Zero, Alan Sorrenti, i Righeira ed i Cugini di campagna.

Nel nostro Paese il Progressive attecchì con successo grazie ai New  Trolls, alla Premiata Forneria Marconi ed al Banco del mutuo soccorso.

Il filone che ebbe però il maggior successo fu quello del cantautorato, seppur con diverse scuole e sfaccettature.

Ricordiamo i cantautori politici (Guccini, Claudio Lolli, i Nomadi); la scuola genovese (Umberto Bindi, Fabrizio De Andrè, Gino Paoli, Bruno Lauzi, Luigi Tenco)la scuola romana (Antonello Venditti, Francesco De Gregori,  Gabriella Ferri, Lando Fiorini).

Sonorità esotiche quelle di Sergio Endrigo, che ripropose in italiano le canzoni ed il sound brasiliano. Indimenticabili il carisma di Rino Gaetano e la dolcezza e la poesia di Lucio Dalla.

musica anni 70 battisti

Il grande fenomeno in Italia negli anni ’70 fu però il genere melodico popolare, che visse forse il suo culmine con il duo Battisti-Mogol, Claudio Baglioni, i Pooh, Roberto Vecchioni, Mina, Patty Pravo, Ornella Vanoni, Gianni Morandi, Adriano Celentano, Claudio Villa, Massimo Ranieri, Nicola di Bari, i Ricchi e poveri. Cantanti e cantautori che ci hanno regalato brani, che ancora oggi risuonano nelle nostre radio, nei nostri televisori e nei nostri cuori.

Anni ’70 – la musica in TV

Gli anni ’70 sono stati importanti per lo sviluppo della televisione in Italia perché si è passati dal bianco e nero al colore. Questa è stata poi l’epoca dei grandi programmi di varietà del sabato sera (“Canzonissima”, “Fantastico”, “Senza Rete”), che portarono alla ribalta i grandi interpreti della canzone italiana. Grazie alla televisione gli artisti potevano far ascoltare al grande pubblico i loro repertori e questo assicurava loro popolarità. Oltre ai varietà del sabato sera, con Pippo Baudo nacquero i programmi di intrattenimento della domenica pomeriggio (“Settevoci” tra gli altri), anch’essi vetrina per i cantanti del tempo.

Contemporaneamente iniziarono le classifiche, hit parade, sia televisive (Disco Ring) che radiofoniche (Hit Parade con Lelio Luttazzi), che contribuirono a sdoganare e far conoscere al grande pubblico anche la musica straniera ed i suoi interpreti.

Invenzione di quegli anni fu la trasmissione radiofonica cult “Bandiera Gialla”, di Renzo Arbore e Gianni Boncompagni, che avvicinò gli adolescenti di quell’epoca alla musica anglosassone.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Musica in Tv - ultime uscite

Name that tune 2 – Indovina la canzone, prima puntata, i vip si sfidano a colpi di musica

I vip, divisi in due squadre, si sfidano a colpi di musica. Al timone Enrico Papi.
Benedetta Morbelli

Pubblicato

il

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questa sera, 7 aprile 2021, alle ore 21.30 su Tv8 andrà in onda la prima puntata della nuova edizione di Name that tune – Indovina la canzone.  Due squadre composte da vip si sfideranno a colpi di musica. Prova dopo prova, le squadre cercheranno di aggiudicarsi la vittoria per poter continuare a gareggiare anche nelle prossime puntate. Protagonisti della prima sfida, donne contro uomini: Orietta Berti, Anna Tatangelo, Sabrina Salerno e Antonella Elia vs Joe Bastianich, Morgan, Luca Toni ed Enzo Miccio. Al timone: Enrico Papi.

Name that tune prima puntata, vip, prove, sfide, canzoni, concorrenti

Inizia il gioco. La prima prova è la “Playlist”. La Saraband suonerà brani famosi, che le squadre dovranno indovinare. Chi ne indovina 7 vince. Anna Tatangelo indovina “Musica leggerissima” di Colapesce e Di Martino e”Chiamami per nome” di Fedez e Michielin. Joe Bastianich riconosce “Eye of the tiger” dei Survivor. Enzo Miccio indovina “America” di Gianna Nannini e “Io e la mia signorina” di Neffa. Antonella Elia suggerisce il nome di “Lascia che io sia” di Nek.

Gli uomini si prenotano per fare il nome di un brano, Enzo Miccio sostiene sia “Strada facendo” di Baglioni, ma Morgan dissente e la squadra perde la possibilità di rispondere. Le donne confermano “Strada facendo” e conquistano il punto.

Joe Bastianich indovina “Englishman in New York” di Sting e “Sweet home Alabama” di Lynyrd Skynyrd. La squadra delle donne scopre “Come mai” degli 883, in seguito ad un altro errore degli uomini, e “Calore” di Emma.

Name that tune prima puntata, seconda prova: Cuffie

La prima prova è dunque vita dalle donne che conquistano un jolly. La seconda prova è “Cuffie”, in cui un elemento della squadra deve indovinare le canzoni che i compagni mimano.

La gara di Enzo Miccio è un vero disastro, ma riesce -aiutato da Papi- ad indovinare “Il rock di Capitano Uncino”. All’ultimo scopre anche “Il mare d’inverno”, dà la risposta fuori tempo ma gli viene abbonata.

Per le donne gareggia Antonella Elia, che indovina “Zombie”, “Margherita”, “La partita di pallone” e “Il triangolo”.

Entrambe le manche regalano siparietti esilaranti e doppisensi. Vincono nuovamente le donne, che conquistano un altro jolly.

La terza manche è quella del “Cantante misterioso”, in cui le squadre dovranno scoprire l’identità di alcuni famosi cantanti presenti in studio. I concorrenti avranno la possibilità di porre domande ad ogni cantante misterioso e ne vedranno l’ombra.

Il primo cantante è Sandy Marton. Poi è il turno di Alexia. Il terzo cantante misterioso è in realtà un duo: gli Audio2.

La manche termina 3 a 3 ed è dunque tempo di spareggio. Le squadre devono indovinare il titolo di una canzone dopo poche note. Le donne sbagliano ed assegnano il punto agli avversari.

Name that tune, Orietta canta “Zitti e buoni”

La terza manche è il “Lipsync Duel”. Joe Bastianich si mette alla prova facendo il lipsync di Bruno Mars, Orietta Berti dei Maneskin (dei quali afferma autoironicamente di aver imparato il nome). “Mi piace quella canzone lì” – spiega Orietta, che vince la sfida.

La quarta manche è “Senza parole”, le squadre devono capire il titolo dei brani ascoltandone solo la base musicale. Anche stavolta vincono le donne.

 

Name that tune prima puntata, Morgan vs Anna

La quinta manche è il “7×30”. In 30 secondi un rappresentante di ogni squadra deve indovinare almeno 7 canzoni. Le donne hanno 4 jolly/passo, gli uomini ne hanno 3. Per le donne gioca Anna Tatangelo, per gli uomini Morgan.

Anna ne indovina 6, mentre Morgan si ferma a 5. Vincono le donne, che possono dunque tornare la prossima settimana.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Musica in Tv - ultime uscite

Via dei matti n° 0 anticipazioni e ospiti settimana dal dal 5 al 9 aprile 2021

Tutti gli ospiti della settimana nel programma della terza rete condotto dalla coppia di coniugi Bollani.
Joele Germani

Pubblicato

il

Via dei matti n° 0 Claudio Baglioni
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Via dei matti n° 0 torna su Rai 3 con una nuova settimana di programmazione che inizia lunedì 5 e si conclude venerdì 9 aprile: primo ospite Claudio Baglioni.

Il programma è condotto da Stefano Bollani e sua moglie Valentina Cenni. I due conduttori, forti anche di un buon gradimento di pubblico, stanno portando avanti un programma in cui sono raccontate storie legate alla musica, alla filosofia e alla cultura.

La programmazione è nella fascia dell’access prime time ogni sera dalle 20:20 alle 20:45. Il tutto ha la durata di 25 minuti e ogni puntata della settimana è dedicata a un ospite particolare. Bollani e Valentina Cenni stanno dimostrando che esiste un nuovo metodo di gestire la musica in tv ed hanno trasformato lo studio in una vera e propria Casa della Musica.

Via dei matti n° 0 NIAP

Via dei matti n° 0 Claudio Baglioni ospite del 5 aprile

Ospite della puntata di lunedì 5 aprile è Claudio Baglioni. Il cantante sta vivendo un momento di grande soddisfazione professionale. Intanto la sua canzone, Gli anni più belli, è candidata ai premi David di Donatello 2021 come miglior brano originale. Gli anni più belli è tratto dall’album recentemente pubblicato da Baglioni con il titolo “In questa storia che è la mia” ed è la colonna sonora dell’omonimo film di Gabriele Muccino.

Martedì è la volta di N.A.I.P. cantante di XFactor 14, acronimo di “Nessun Artista In Particolare”, all’anagrafe Michelangelo Mercuri. Nato a Lamezia Terme, vive a Bologna ed ha 29 anni. Il suo sogno è di lavorare nell’ambito della musica e sicuramente la partecipazione ad XFactor ha rappresentato una svolta nella sua vita.

Mercoledì arriva a Via dei matti n° 0 Beatrice Rana, pianista di fama mondiale di soli 26 anni. La BBC l’ha nominata New Generation Artist ed ha suonato anche al Santa Cecilia di Roma alcuni brani dell’ultimo suo disco dedicati a Stravinsky e Ravel.

Via dei matti n° 0 Francesco De Gregori

Ospiti Francesco De Gregori e Raffaele Pe

Nel penultimo appuntamento di giovedì arriva a Casa Bollani, Francesco De Gregori cantautore italiano e artista tra i più importanti della scena musicale made in Italy. Nelle sue canzoni si incontrano, dal punto di vista musicale, sonorità varie che spaziano dal rock fino alla canzone d’autore.

Nell’ultimo appuntamento di venerdì 9 aprile invece protagonista è il controtenore Raffaele Pe. Al momento è uno dei controtenori più richiesti conteso da direttori di orchestre e gruppi musicali. Il suo repertorio spazia su vari generi nonostante la sua giovane età e  abbraccia dal ‘700 fino al Novecento inoltrato. Collabora anche con molti musicisti a livello internazionale.

Il programma è firmato da Stefano Bollani e Valentina Cenni in collaborazione con Tosco D’Amelio, Giorgio Cappozzo e Rossella Rizzi. La regia è di Alessandro Tresa.

La produzione è di Ballandi per Rai 3.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Musica in Tv - ultime uscite

Via dei matti n° 0 anticipazioni e ospiti settimana dal 29 marzo al 2 aprile 2021

Tutti gli ospiti della settimana nel programma condotto su Rai 3 da Stefano Bollani e Valentina Cenni.
Massimo Luciani

Pubblicato

il

Via dei matti n 0 puntate
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Via dei matti n° 0 torna su Rai 3 con una nuova settimana di appuntamenti che iniziano da lunedì 29 marzo fino a venerdì 2 aprile 2021: primo ospite Vinicio Capossela.

Il programma è condotto da Stefano Bollani e Valentina Cenni, sua partner anche nella vita. I due conduttori raccontano storie legate alla musica, alla filosofia e alla cultura. Si tratta di un intreccio particolare che nelle intenzioni di Bollani e della moglie, ma anche degli altri autori, deve rappresentare un modo innovativo di gestire la musica sul piccolo schermo.

Via dei matti n 0 Vinicio Capossela

Via dei matti n° 0 Vinicio Capossela ospite del 29 marzo

Il primo ospite è Vinicio Capossela, cantautore, polistrumentista e scrittore italiano. è tra gli artisti di casa nostra con il maggior numero di riconoscimenti da parte del club Tenco. L’ultimo lavoro discografico è un EP (Extended Play) che ha come titolo Bestiario d’amore e contiene quattro tracce.

Nella serata di martedì 30 marzo invece è ospite l’attore e regista Luigi Lo Cascio. L’interprete ha realizzato, per la regia di Michele Vannucci il film, datato 2021, Delta. Precedentemente invece era stato protagonista del film Lacci per la regia di Daniele Luchetti.

Via dei matti n 0 Luigi Lo Cascio

Mercoledì 31, è la volta della cantautrice e attrice italiana Thony, all’anagrafe Federica Johanna Victoria Caiozzo. I telespettatori l’hanno vista recentemente nella serie tv Summertime datata 2020. Ma è stata anche nel cast nella serie di Rai 1 Tutto può succedere e nel secondo episodio di Le indagini di Lolita Lobosco dal titolo Solo per i miei occhi.

Giovedì primo aprile è la volta di Nico Gori, compositore e musicista toscano con all’attivo il nuovo disco dal titolo Swinging’ Hips. Un album di swing che comprende tra gli ospiti Drusilla Foer è lo stesso Stefano Bollani nell’inedita veste di crooner.

Nell’ultimo appuntamento settimanale di venerdì 2 aprile 2021, Stefano Bollani e Valentina Cenni ospitano Anastasio, all’anagrafe Marco Anastasio, il rapper italiano vincitore della dodicesima edizione di X Factor.

La sua ultima apparizione pubblica risale al Festival di Sanremo 2020 dove aveva partecipato con il brano Rosso di rabbia.

Via dei matti n 0 Anastasio

Lo schema del programma

Stefano Bollani e la moglie accolgono ogni giorno accolgono un protagonista intorno al quale ruota tutta la puntata. Valentina Cenni indaga gli aspetti più emozionali della musica e regge le fila del racconto svelando anche episodi sconosciuti al grande pubblico.

La casa della musica, come l’hanno chiamata Bollani e la moglie, ha anche l’obiettivo di mostrare come la cultura musicale sfocia anche nella vera e propria passione per la musica.

La regia è di Alessandro Tresa. Il protagonista è sempre Bollani con la sua musica anche dal vivo e con la sua “follia” creativa.

Via dei matti n°0 è iniziata nell’access prime time di Rai 3 dallo scorso 15 marzo. Dura 25 minuti dalle 20:20 alle 20:45 e va in onda dal lunedì al venerdì. Gli ascolti stanno premiando il programma che è nato come sperimentale nella fascia dell’access prime time della terza rete. Infatti la scelta quotidiana media è intorno al 5,5% ma ci sono dei picchi che sfiorano anche il 7%.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it