Connect with us

Musica in Tv - ultime uscite

L’Anno che Verrà 2022 diretta conferenza stampa: le dichiarazioni in live blogging

Le dichiarazioni e gli interventi in live blogging del consueto incontro con la stampa.

Pubblicato

il

L'anno che verrà conferenza stampa cover
Le dichiarazioni e gli interventi in live blogging del consueto incontro con la stampa.
Condividi su

L’Anno che Verrà diretta conferenza stampa alle ore 12. Quest’anno, ad ospitare lo spettacolo musicale del Capodanno di Rai1 è la città di Terni, e l’Umbria. Alla conduzione della serata il presentatore Amadeus.

L'anno che verrà conferenza stampa Amadeus

L’Anno che Verrà conferenza stampa, le dichiarazioni

La serata all’insegna di musica, comicità e spettacolo della tradizionale festa del Capodanno di Rai1, sarà trasmessa anche da Rai Radio1; in simulcast su RaiPlay. In collaborazione con la Regione Umbria e il Comune di Terni.

Presenti alla conferenza stampa Donatella Tesei – Presidente della Regione Umbria, Paola Agabiti – Assessore Turismo e Cultura Regione Umbria, Stefano Coletta – Direttore Rai, Amadeus.

Intervengono anche Leonardo Latini – Sindaco Comune di Terni, Pietro Grignani – Direttore Accordi Bandi e Partnership RaiCom, Tullio Camiglieri – Responsabile Relazioni Esterne Tyssenkrupp, Luigi Carlini – Presidente Fondazione Carit.

Modera Lorenzo Briani – Ufficio Stampa Rai. 

L'anno che verrà conferenza stampa Rai

Donatella Tesei – Presidente della Regione Umbria: “Occasione importante per la regione Umbria, ulteriore strumento per far conoscere la nostra realtà. Momento complicato e per questo organizzazione in sicurezza dell’evento. Segnale di ripartenza per tutti”. 

Stefano Coletta direttore Rai 1: “In questo percorso ad ostacoli viene ancor più di accompagnare i telespettatori,  lo spettacolo ha una quota di leggerezza ed evasione. Sarà un avvenimento fatto da tanti elementi. Unire memoria al presente e anche al futuro. Dalle acciaierie di Terni si metterà insieme lo spirito del passato con quelle del futuro”.

Sarà un evento all’insegna dell’amicizia e tutti quegli elementi che servono per fare intrattenimento. E’ un bilancio per tutta la platea televisiva. Tanti volti della famiglia di Rai 1 ci faranno insieme ad Amadeus questo regalo. Presenti anche volti del futura Rai“.

Leggi anche --->  Zecchino d’Oro 2022, la programmazione tv: la finale sabato 24 dicembre su Rai 1

Le altre dichiarazioni

Paola Agabiti – Assessore Turismo e Cultura Regione Umbria: “Se oggi siamo qui lo si deve alla straordinaria volontà d’intenti di tutti i soggetti coinvolti. La creatività non si ferma, bisogna ripartire dal lavoro“. 

Abbiamo l’opportunità di fare conoscere la nostra regione dove si respira storia e tradizione. Collaborazione con la Rai è solo all’inizio, tanti i progetti futuri“.

Leonardo Latini – Sindaco Comune di Terni: “Prima volta emozionante. Terni ha grande aspettative nei confronti della kermesse che sarà seguita da milioni di italiani. Auspichiamo che il 2022 sarà diverso rispetto al precedente“. 

Le nostre acciaieria avranno un passaggio di proprietà, una chiave di volta in cui riponiamo delle speranze. L’attuale management hanno dimostrato che il sito industriale fosse appetibile da un punto di vista industriale“.

Terni non è solo acciaio, ma ha una storia antichissima. Vive un felice paradosso modernissima e antichissima allo stesso tempo. Il passato deve nutrire il proprio futuro: questa dovrebbe essere il proposito per l’anno che verrà“.

Pietro Grignani – Direttore Accordi Bandi e Partnership RaiCom: “I protagonisti di questo L’Anno che verrà sono persone straordinarie. Passione, motivazione, costanza e tenacia unita alla capacità di cogliere motivazioni diverse per poi arrivare alla sintesi hanno reso possibile questa collaborazione”

La gestione del rischio di Covid negli ultimi due anni ha richiesto grande attenzione, mediazione, coraggio e creatività“.

Tullio Camiglieri – Responsabile Relazioni Esterne Tyssenkrupp: “Momento che possa rappresentare la ripartenza. Stabilimento storico che ritorna in mani italiane. Un sogno che si sta realizzando e contenti che Rai 1 abbia colto questa opportunità. Terni è la città dell’amore e dell’acciaio“. 

Leggi anche --->  Sanremo 2023 secondo noi: le 14 canzoni della seconda serata

Luigi Carlini – Presidente Fondazione Carit: “Terni luogo simbolico. Il fatto di vedere realizzati due eventi sono dei momenti importanti per i ternani. Un punto di partenza anche per altre iniziative sostenute da Carit, di rilancio per la città di Terni“. 

L’Anno che Verrà conferenza stampa: Amadeus

L'anno che verrà conferenza stampa Amadeus

Primo a salire sul palco ma l’ultimo a ringraziare tutti. Serata di gioia e di divertimento senza vergogna. L’Anno che Verrà è molto importante per il palinsesto. L’Umbria già conosciuta, ma lo sarà ancor più grazie ai collegamenti e altro“.

Ci tenevamo ad essere all’interno delle acciaierie. Tantissimi gli artisti che saliranno sul palco, di ogni genere della musica italiana. Ero stato a Terni 15 anni fa per realizzare Music Farm e mi hanno detto che questa è la città delle tre A: amore, acque, Amadeus“.

Le Domande dei giornalisti

Stefano Coletta: “Il Capodanno per tradizione sceglie insieme a RaiCom quale sia la città più conforme per il tempo presente. La scelta delle location nasce anche da relazioni commerciali“.

Amadeus: “Spunti sportivi non sono previsti, più musica. Lo affrontiamo con la rabbia di non poterlo fare in assoluta normalità. Sono abbastanza ottimista, perché rispetto ad un anno fa la stragrande maggioranza delle persone è vaccinata“. “Saranno presenti 700 spettatori in presenza“.

Coletta su aspettative di share: “Vogliamo offrire uno spettacolo trasversale proprio perché vuole essere il compleanno di tutti. Rispetto lo scorso anno si è in una situazione migliore grazie alla vaccinazione, anche se i giovani non potranno andare in piazza. Ed è a loro che Rai 1 è giusto che parli”.


Condividi su
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Musica in Tv - ultime uscite

Sanremo 2023 secondo noi: le 14 canzoni della seconda serata

Ecco la nostra personale recensione delle canzoni in gara in questa seconda serata

Pubblicato

il

Sanremo 2023 diretta 7 febbraio
Condividi su

Sanremo secondo noi: le 14 canzoni in gara nella seconda serata di Sanremo 2023.

Continua la 73esima edizione della kermesse musicale più amata. Ecco la nostra personale recensione delle canzoni in gara in questa seconda serata.

Sanremo 2023 secondo noi: le 14 canzoni della seconda serata

WILL, “Stupido” – Voto 6: Molto giovane e forse un po’ acerbo, ma il suo viso da bravo ragazzo e la sua purezza avranno sicuramente fatto sognare le adolescenti.

MODÀ, “Lasciami” – Voto 7: Grande ritorno per i Modà, che con sonorità da rock ballade riescono a trasmettere un messaggio importante. Il loro non è infatti solo un brano romantico, ma è in realtà un inno alla vita che vuole spronare le persone depresse ad affidarsi all’amore per uscire dal dolore.

SETHU, “Cause perse” – Voto 6 e mezzo: Un’ondata d’energia travolge il palco dell’Ariston. Sethu propone un brano ricco di contaminazioni, un irresistibile mix di generi. Si balla.


Condividi su
Leggi anche --->  Sanremo 2023 secondo noi: le 14 canzoni della seconda serata
Continua a leggere

Musica in Tv - ultime uscite

Sanremo 2023 secondo noi: le 14 canzoni della prima serata

Ecco la nostra personale recensione delle canzoni in gara in questa prima serata

Pubblicato

il

Sanremo 2023 ospiti cantanti donne Amadeus
Condividi su

Sanremo secondo noi: le 14 canzoni in gara nella prima serata di Sanremo 2023.

Prende il via la 73esima edizione della kermesse musicale più amata. Ecco la nostra personale recensione delle canzoni in gara in questa prima serata.

Sanremo 2023 secondo noi: le 14 canzoni della prima serata

ANNA OXA, “Sali” – Voto 6: Una signora della canzone italiana. Mantiene il suo stile, aggiungendo sonorità etniche e drammatiche. Un brano non per tutti. Merita un secondo ascolto.

gIANMARIA, “Mostro” – Voto 6 e mezzo: Il giovanissimo vincitore di X Factor e di Sanremo giovani è visibilmente emozionato, eppure man mano che scorrono le note prende sicurezza. gIANMARIA dà voce al disagio delle nuove generazioni con intensità e tenerezza.

MR RAIN, “Supereroi” – Voto 8 e mezzo: Brividi. Mr Rain regala una prima esibizione davvero emozionante. Accompagnato da un coro di dolcissimi bimbi, canta la sua poesia moderna – che è destinata a diventare uno dei successi radiofonici di questo festival. La melodia sfiora corde profonde dell’animo. Un’acquerello. Zona podio assicurata.

sanremo 2023 mr rain

MARCO MENGONI, “Due vite” – Voto 8: La combo Mr Rain – Mengoni è un colpo duro per i cuori sensibili. Marco Mengoni propone una delle sue stupende romantiche ballad e fa centro. Forse non il più immediato tra i suoi pezzi, ma ascolto dopo ascolto conquisterà ancora una volta.

sanremo 2023 marco

ARIETE, “Mare di guai” – Voto 6 e mezzo: Dal duo Ariete-Calcutta ci aspettavamo qualcosina di più. Il brano è molto carino, ma non convince fino in fondo. Almeno al primo ascolto. Una seconda possibilità la merita però!

Leggi anche --->  Sanremo 2023 secondo noi: le 14 canzoni della seconda serata

ULTIMO, “Alba” – Voto 8: Tornare a Sanremo a testa bassa in onore della musica. Ultimo dimostra il suo coraggio e si rimette in gioco dopo le polemiche. E lo fa con il cuore. “Alba” è un brano intenso, di quelli da cantare a squarciagola fermi nel traffico, quelli che senti come la colonna sonora della tua vita nelle serate malinconiche e disperate. Hit radiofonica.

sanremo 2023 ultimo

COMA COSE, “L’addio” – Voto 7: Autentici. Parlare della propria vita sentimentale è complesso, specialmente se si tratta di un momento buio, di una crisi. I Coma Cose però riescono a cantare il loro amore con estrema onestà, con delicatezza e con il pizzico di consapevole spensieratezza di chi ormai è andato oltre la rottura ed ha ritrovato la serenità. Sound estremamente orecchiabile.

ELODIE, “Due” – Voto 7: Un tormentone musicale in pieno inverno è impresa da pochi. Eppure Elodie c’è riuscita. Il suo brano scioglie le temperature glaciali. É sensualità, carisma, magnetismo. Non sarà probabilmente premiata dal Festival, ma sarà trasmessa a lungo nei prossimi mesi.

LEO GASSMAN, “Terzo cuore” – Voto 6: Leo Gassman è simpatico e sorridente. Si vede che è felice di calcare nuovamente il palco dell’Ariston e questo suo entusiasmo pervade. Il pezzo non è memorabile, ma gli si vuol bene lo stesso.

CUGINI DI CAMPAGNA, “Lettera 22” – Voto 6 e mezzo: Tutto sommato moderni. I Cugini di campagna con il brano scritto dalla Rappresentante di Lista funzionano. Se il look rimane quello storico (tutine e paillettes), il sound strizza l’occhio al romanticismo ed alle ballad, ma con un che di novità. Not bad.

Leggi anche --->  Zecchino d’Oro 2022, la programmazione tv: la finale sabato 24 dicembre su Rai 1

GIANLUCA GRIGNANI, “Quando ti manca il fiato” – Voto 7: Il brano è bello, struggente, a tratti doloroso. Una lettera di sofferenza e perdono, che ci spiega un po’ delle battaglie e dei demoni che purtroppo hanno sconvolto la vita di Gianluca. Che sia un nuovo inizio? Glielo auguriamo.

OLLY, “Polvere” – Voto 6 e mezzo: Scanzonata. Olly porta avanti la quota giovane di questo Festival con grande carisma. Padrone del palco e gioioso, chiude la performance con un balletto e svela di aver vissuto “una emozione incredibile”. Bravo!

sanremo 2023 olly

COLLA ZIO, “Non mi va” – Voto 6 e mezzo: I Bee hive di Kiss me Licia 2.0. I Colla zio sono coloratissimi e trascinano con la loro freschezza. Ricordano un po’ i The Kolors dei primi tempi. Brano carino.

Mara Sattei, “Duemila minuti” – Voto 7: Mara Sattei ha una voce stupenda (l’emozione del debutto non le rende giustizia, ma nelle prossime esibizioni brillerà) ed un brano scritto magistralmente da Damiano dei Maneskin.  Il ritornello poi è decisamente sanremese. Podio? Podio! L’unico impedimento potrebbe essere il grande ritorno di Giorgia. Chi la spunterà?


Condividi su
Continua a leggere

Musica in Tv - ultime uscite

Zecchino d’Oro 2022, la programmazione tv: la finale sabato 24 dicembre su Rai 1

Pubblicato

il

Zecchino d'Oro 2022
Condividi su

A partire da giovedì 22 dicembre inizia lo Zecchino d’Oro 2022. La competizione dedicata alla musica per bambini quest’anno festeggia l’importante traguardo della 65 edizione.

Zecchino dOro 2022 Carlo Conti

Zecchino d’Oro 2022, le date

I primi due appuntamenti dello Zecchino d’Oro 2022 sono in programmazione su Rai 1 giovedì 22 e venerdì 23 dicembre. In entrambi i casi l’orario di inizio è fissato per le ore 17:05 e, con l’occasione, il pubblico può iniziare ad assimilare le canzoni e i volti dei piccoli protagonisti. I conduttori dei due appuntamenti sono Francesca Fialdini e Paolo Conticini.

La prima, volto di Da noi… A ruota libera, di recente ha raccontato lo Junior Eurovision Song Contest. Conticini, invece, ha guidato per circa un mese Una scatola al giorno, game show tra le novità del palinsesto di Rai 2. Per Fialdini e Conticini si tratta della seconda conduzione di fila nello show.

La serata finale dello Zecchino d’Oro 2022, invece, si svolge sulla rete ammiraglia Rai sabato 24 dicembre dalle 17:00 e ha come padrone di casa Carlo Conti. Tra i professionisti più importanti e apprezzati della TV di Stato, Conti è nella famiglia della kermesse da cinque anni, ricoprendo anche il ruolo di direttore artistico.

I cantanti

Lo Zecchino d’Oro 2022 ha in gara 14 canzoni. Queste, a loro volta, sono interpretate da 17 piccoli cantanti. Tutte le esibizioni sono accompagnate dal Piccolo Coro dell’Antoniano, diretto da Sabrina Simoni. Tra i protagonisti sono presenti Frida Ruggeri (8 anni) con Mambo Rimambo, Giulia Baccaro (10 anni) con Come King Kong e Benedetta Morzetta (10 anni) con L’Orso col ghiacciolo.

Leggi anche --->  Sanremo 2023 secondo noi: le 14 canzoni della seconda serata

Beatrice Marcello ed Elia Pedrini (4 e 9 anni) cantano Ci vuole pazienza, mentre Eleonora Busacca (10 anni) e Susanna Marchetti (10 anni) portano sul palco rispettivamente L’acciuga raffreddata e Il mondo alla rovescia. Massimiliano Peralta (7 anni) esegue Il maglione.

Allo Zecchino d’Oro 2022 presenziano Francesco Berretti, Diana Giorcelli e Olga Gorgone (5, 6 e 6 anni), che si esibiscono con il singolo Zanzara. Mariapaola Chiummo (7 anni) canta Il panda con le ali, mentre Ferdinando Catapano (9 anni) si esibisce con Mettiamo su la band. Maryam Pagliarone (9 anni) esegue Mille fragole e la hit di Chiara Paumgardhen (7 anni) è La canzone della settimana. Infine ci sono anche Gioele Frione (8 anni) e Giorgia Nocentini (8 anni), che cantano rispettivamente Gioca con me papà e Giovanissimo papà.

Zecchino dOro 2022 Checco Zalone

Zecchino d’Oro 2022, la kermesse supporta Operazione Pane

Le canzoni in gara allo Zecchino d’Oro 2022 hanno come autori molti nomi conosciuti della musica italiana. Tra loro Enrico Ruggeri (che ha scritto Gioca con me papà), Margherita Vicario (tra le autrici di Come King Kong) e Deborah Iurato (che ha composto Mille fragole). Il sottotitolo della 65 esima edizione è Semplicemente bambino, per affermare il grande impegno affinché i più piccoli possano vivere la loro età con gioa, spensieratezza e serenità.

Lo show, infine, si fa portavoce della compagna di solidarietà Operazione Pane. Con l’iniziativa, l’Antoniano supporta 18 mense francescane presenti in Italia e altre cinque sparse tra la Siria, la Romania e l’Ucraina. Proprio le storie provenienti da questi luoghi sono centrali nel racconto delle serate dello Zecchino d’Oro 2022.

Leggi anche --->  Zecchino d’Oro 2022, la programmazione tv: la finale sabato 24 dicembre su Rai 1

Condividi su
Continua a leggere

Speciale Sanremo 2023

Advertisement

ARCHIVIO

Febbraio 2023
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728  

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it