Rai #Lascuolanonsiferma – La Rai collabora con il Ministero dell’Istruzione


#Lascuolanonsiferma, la Rai collabora con il Ministero dell'Istruzione e propone programmi dedicati. Coinvolte le strutture Rai Cultura e Rai Ragazzi, Rai 3 e Rai Play.


Con Lascuolanonsiferma inizia una particolare programmazione su alcuni canali Rai e sulla piattaforma RaiPlay. I canali interessati sono Rai Scuola, Rai Storia, Rai 3, Rai Gulp, Rai Yoyo. Dal 17 aprile è disponibile l’offerta didattica pensata per supportare gli studenti di ogni fascia d’età, rivolta anche a famiglie e insegnanti. Particolare rilievo è dato ai contenuti per i maturandi, dato l’avvicinarsi degli Esami di Stato meno ortodossi di sempre. Le reti Rai si trasformano dunque in “aule aperte” a disposizione di tutti con l’hashtag di riconoscimento  #Lascuolanonsiferma. I nuovi progetti sono realizzati in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione.

Rai Lascuolanonsiferma, l’offerta di Rai Cultura e Rai 3

Rai Scuola aveva raddoppiato già dal 9 marzo le ore di programmazione, organizzate per materie. Dal 17 aprile il canale manda in onda nuove lezioni di La scuola in Tv,  programma curato da docenti e insegnanti indicati dal Ministero dell’Istruzione. Ogni puntata/lezione dura 30 minuti, per un totale di oltre 110 lezioni. Le materie trattate sono numerose, e spaziano dall’Italiano e la Storia alla Biologia e la Matematica.

Dal 27 aprile, sempre su Rai Scuola, viene trasmesso, in ausilio ai maturandi, Scuola@Casa Maturità. Noti docenti universitari propongono due lezioni al giorno, dalle 10 alle 15. Fra gli altri, Umberto Gentiloni analizza la Costituzione Italiana. Licia Troisi tratta invece di Geografia Astronomica. Gli argomenti sono stati selezionati da docenti esperti in commissioni d’esame. E il compito dei professori è guidare gli studenti verso le prove dell’Esame di Stato. Tutte le lezioni saranno rese disponibili online, sul sito web di Rai Scuola e nel portale Rai Cultura.

Anche Rai Storia propone un format a tema Esami di Stato. Prove di Maturità va in onda il mercoledì alle 21.10, con dieci puntate totali. Ogni sera, due studenti si collegano da remoto. E, con il conduttore Edoardo Camurri, effettuano vere simulazioni d’esame. Diversi umanisti e scienziati sono coinvolti per approfondire le materie trattate.

Edoardo Camurri è poi protagonista dell’offerta didattica su Rai 3. Conduce le 13 puntate di #Maestri, in onda dal lunedì al venerdì alle 15,20.  Il format consiste in due lezioni a puntata, tenute da accademici e divulgatori individuati dal Ministero. Sono 86 le figure professionali coinvolte tra le quali Alberto Angela, Antonino Cannavacciuolo, Nicola Piovani e Valerio Massimo Manfredi.

Rai #Lascuolanonsiferma

Rai Lascuolanonsiferma, l’offerta di Rai Ragazzi

Per i bambini e i ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado l’offerta di Rai Gulp prevede La Banda dei Fuoriclasse. Scritto e condotto da Mario Acampa, il programma va in onda dal 20 aprile, dal lunedì al venerdì alle 9,15. Le tre ore al giorno “di scuola in diretta” sono realizzate nel Centro di Produzione Rai di Torino, lo stesso dell’Albero Azzurro. La “Banda” aiuta i ragazzi, costretti a concludere gli studi fuori dalla scuola, a non sentirsi isolati. E conferma l’impegno dell’hashtag lanciato da Rai, #Lascuolanonsiferma.

Il giovane pubblico viene coinvolto dal conduttore attraverso lezioni e videoconferenze con esperti. Ma non solo. I ragazzi possono anche interagire e porre domande ai docenti attraverso Instagram, Facebook e Twitter. L’innovativo format mira a diventare centrale nell’offerta educativa Rai integrando la programmazione di Rai Scuola e Rai Cultura, dedicata soprattutto agli studenti delle superiori.

Su Rai 1, Diario di Casa va in onda quotidianamente nel day time pomeridiano per informare i ragazzi sulla battaglia contro il Covid – 19. I bambini e le famiglie contattati in trasmissione possono anche inviare disegni, video e messaggi. Rai Yoyo, infine, è il canale rivolto ai più piccoli. Il suo palinsesto dedica ampio spazio all’apprendimento dell’inglese e dell’arte. 

Rai #Lascuolanonsiferma

Rai Lascuolanonsiferma – L’offerta in streaming di Rai Play

In un momento tanto buio, Rai Play  ha amplificato l’offerta culturale.La sezione Learning racchiude i migliori documentari dedicati agli studenti di ogni ordine e grado. Ma sono fruibili anche i contenuti per la scuola dell’infanzia, come playlist di canzoni e cartoni animati. Con il supporto della Direzione Pubblica Utilità, una parte di tali contenuti è stata tradotta in LIS (Lingua Italiana dei Segni).

Per Scrittori#FuoriClasse, dal 20 aprile nove scrittori propongono lezioni speciali.Sono: Edoardo Albinati, Valeria Parrella, Matteo Nucci, Viola Ardone, Maurizio De Giovanni, Sandro Veronesi, Francesco Piccolo, Michela Murgia e Valerio Magrelli. Affrontano vari temi di interesse trasversale.

Il format Beautiful Minds

Il format Beautiful Minds è poi disponibile dal 18 aprile in esclusiva Rai Play. Figure professionali della cultura, dello spettacolo, dell’economia raccontano le loro esperienze di vita in prima persona. Svelano vittorie e sconfitte, sogni realizzati o da realizzare diventando “patrimonio collettivo” per immaginare il futuro.

Interdipendence è invece il nome di un progetto composto da 11 cortometraggi. Gli short sono stati realizzati, in esclusiva Rai Play, per sensibilizzare al tema dell’ambiente. Il loro percorso è iniziato il 24 marzo con due cortometraggi a settimana. E si conclude il 22 aprile, durante la Giornata mondiale della Terra. 

Infine, si rinnova la collaborazione con il Teatro La Scala di Milano. L’obiettivo è divulgare l’opera, i balletti e i concerti, attraverso il Web. L’offerta culturale in streaming si completa con i progetti Grandi Romanzi Classici e Dante Alighieri. Il primo consiste in una serie di film e serie tv tratti da 26 classici della letteratura italiana. Il secondo, nella lettura integrale della Divina Commedia. La voce narrante è di Vittorio Sermioni.  

Rai #Lascuolanonsiferma



0 Replies to “Rai #Lascuolanonsiferma – La Rai collabora con il Ministero dell’Istruzione”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*