x

Connect with us

x

News

Le iene show 23 giugno scherzo a Patrick Pugliese, gli altri servizi

L'ultimo scherzo è stato fatto a Patrick Pugliese. Tra gli altri servizi un reportage sulla riserva romana Deciima Malafede.

Pubblicato

il

Le iene show 23 giugno scherzo Patrick Pugliese
L'ultimo scherzo è stato fatto a Patrick Pugliese. Tra gli altri servizi un reportage sulla riserva romana Deciima Malafede.
Condividi su

Ultima puntata questa sera 23 giugno di Le iene show. Il programma ideato da Davide Parenti si accomiata dai telespettatori e da appuntamento al prossimo autunno. Intanto l’appuntamento è su Italia 1 alle 21.25.

le iene show puntata 23 giugno scherzo Patrick Pugliese

Le iene show 23 giugno scherzo a Patrick Pugliese

L’ultimo scherzo della stagione è stato fatto a Patrick Ray Pugliese. 

Pugliese è il concorrente che vanta più presenze nella casa del Grande Fratello. Con la complicità della fidanzata, Le iene gli hanno fatto credere di essere stato tradito.

Stefano Corti e Alessandro Onnis gli hanno inculcato il dubbio che la sua fidanzata non è stata fedele durante la sua ultima permanenza nella casa del Grande Fratello. Le iene hanno fatto arrivare alla giovane dei regali da uno spasimante anonimo. L’ex gieffino a reagito con rabbia. I telespettatori lo sentiranno affermare:

“È un bastardo perché sa che sei fidanzata”. Ma non sono queste le uniche frasi con cui Patrick ha reagito. 

Gli altri servizi

Tra gli altri servizi, Filippo Roma e Marco Occhipinti mostrano le condizioni di incuria e abbandono in cui versa la riserva Decima Malafede a Castel Romano.

Le iene show 23 giugno Roma

Si fanno accompagnare dal “Rambo” locale, un ex poliziotto che abita a 300 metri dal campo e lotta contro la discarica abusiva, per evitare di essere aggrediti come puntualmente accade. Ed entrano nel campo rom dove si bruciano auto abbandonate, tra montagne di rifiuti, liquidi maleodoranti, roghi tossici, topi e serpenti in mezzo ai bambini che giocano. Ma il Comune, ancora una volta, dov’è?

Quando le iene si addentrano nel campo, come già successo con  Valle dell’Aniene, mentre divampa un incendio a una baracca, vengono aggrediti e un uomo cerca anche di spaccare la telecamera.

Ecco la testimonianza di Luigi, un cittadino che vive sul posto:

“I roghi si ripetono tutti i giorni. Sono loro che non hanno orari, di giorno, di notte. Si sente scaricare, ho fatto anche delle riprese, si vede che dai furgoni buttano giù roba a non finire. Buttano materassi, scarti di armadi. Qualche anno fa sono andati lì e per terra c’era eternit, oltre mille macchine bruciate che più volte le hanno portate via… Sono macchine provenienti dall’hinterland laziale, le macchine vengono spogliate con il tempo e con comodità visto che il comportamento loro non è controllato… O rubi una macchina per fare una rapina o rubi una macchina perché ci devi commerciare con i pezzi, con calma smontano quello che gli serve…”.
E’ l’ennesima testimonianza che a Roma in tema di aree protette molto, troppo, non funziona proprio benissimo.


Condividi su
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

ARCHIVIO

Giugno 2022
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Seguici su:

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it