“E poi c’è Cattelan” su Sky uno dal 27 marzo


Anticipazioni sul nuovo programma del conduttore di X Factor


   Il nuovo programma vuol essere uno show fuori dalle righe che si ispira all’entertainment del Regno Unito a cui si aggiungono altri elementi del talk, del varietà e dello show. Naturalmente non mancherà la musica dal vivo e ci saranno in studio anche i tradizionali ospiti accolti, come lo stesso Cattelan afferma “ in modo informale” come se si fosse tra amici senza le telecamere”.

 In questa operazione Cattelan ha coinvolto i migliori autori del piccolo schermo made in Italy. A cominciare da Pietro Guerrera, storico autore di Antonio Albanese e Maurizio Crozza, Bianchi, Monarca, Giunta e Galeazzi che hanno collaborato con Victoria Cabello. Nel team autorale ci sono anche Fabio Volo, Linus, Daria Bignardi e Geppy Cucciari. La supervisione artistica è di Gianpiero Solari. Una squadra di tutto rispetto che assembra quanto di meglio, nel settore della scrittura creativa del piccolo schermo, offre la piazza.  Molti hanno persino rinunciato ad altri impegni per essere protagonisti di questo programma il cui fine è di rompere gli schemi del talk show e dare dello stesso talk una interpretazione internazionale. Insomma Cattelan è consapevole di realizzare un programma di ampio respiro che accoglie tutte le tendenze del genere talk show, ma, spiega, di non volersi allontanare troppo dalla tradizione televisiva italiana, in quanto il pubblico non è certo quello di oltre oceano.

Gli Street Clerks  con Cattelan

Questi sono i motivi che hanno spinto Cattelan a tornare in video proprio con un talk, genere da lui molto amato fin dalla’infanzia, ha rivelato. Lui stesso confessa che i suoi modelli di riferimento, in passato sono stati Maurizio Costanzo, Che tempo che fa, Very VIctoria, Le invasioni barbariche: programmi che pur essendo diversi tra di loro, sono uniti da uno stesso comune denominatore: sono costruiti intorno alla figura del conduttore che  rappresenta l’elemento qualificante.

Come già sottolineato, Cattelan avrà al suo fianco gli Streek Clerks, la banda fiorentina esplosa nell’ultima edizione di X Factor. Il motivo determinante di questa scelta è la capacità dei ragazzi di scherzare con la musica. Infatti, oltre a interagire con il padrone di casa, gli Street Clerks avranno il compiito di interagire anche con il pubblico con la complicità di Cattelan. E il pubblico diventerà parte integrante del programma e sarà anche complice del padrone di casa in molte occasioni.



0 Replies to ““E poi c’è Cattelan” su Sky uno dal 27 marzo”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*