Colpo di scena, ottava puntata con Carlo Giuffrè


anticipazioni sul racconto che l'attore fa della sua lunga e prestigiosa carriera.


                                                                                  
Con Giuffrè si conclude questo ciclo di ‘Colpo di scena’. La speranza è che il programma dedicato ai grandi personaggi della scena italiana possa avere presto una nuova edizione.

Giuffrè ha alle spalle una carriera prestigiosa soprattutto perchè è considerato non solo il custode della grande tradizione napoletana ma anche uno degli eredi più illustri di Eduardo De Filippo. Di Eduardo ha portato in scena commedie molto amate dal pubblico tra le quali ‘Natale in casa Cupiello’, ‘Questi fantasmi’, ‘Il sindaco del rione Sanità.

Nato a Napoli nel 1928, fratello minore di Aldo, Carlo Giuffrè inizia a recitare con il fratello in teatro nel 1947. Due anni dopo la coppia debutta con Eduardo De Filippo, interpretando la maggior parte delle commedie napoletane del grande drammaturgo, grazie alle quali il giovane Carlo mette in evidenza le sue doti di attore dalla vocazione comica e grottesca.

Nel corso della puntata di Colpo di scena, l’attore inizia il racconto della sua vita d’artista nella Napoli bombardata degli anni Quaranta. Parla poi dell’arrivo a Roma nell’Accademia Nazionale d’arte drammatica Silvio d’Amico dove incontra, come compagni di studi personaggi del calibro di Mastroianni, Manfredi, Gassman, Panelli, Sordi, Bice Valori. Con loro è stato sempre legato dalla stessa affettuosa amicizia iniziata nelle aule della scuola di recitazione. Interessante, in particolare, è la narrazione che Giuffrè fa delle sue prime esperienze a teatro sotto la direzione di Eduardo. Poi l’attore rievoca l’arrivo nella leggendaria Compagnia dei Giovani di Giorgio De Lullo, Rossella Falk ed Elsa Albani, che ha rappresentato per lui una lezione di “misura e raffinatezza”, caratteristiche che ne hanno contraddistinto la lunga e prestigiosa carriera.

Ecco adesso rievocare il lungo e fortunato sodalizio artistico con il fratello Aldo, i tantissimi sold out fatti registrare a teatro e al cinema, la notorietà e la simpatia dimostrate nei suoi confronti dal pubblico televisivo, il successo con le donne, l’amore e la passione per la professione e per la vita in genere.   

Nell’ultima puntata sarà l’attore napoletano Leopoldo Mastelloni a ricordare i divertenti aneddoti legati al suo incontro e al rapporto con Carlo Giuffrè, mentre gli allievi dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico offriranno la loro personale interpretazione del personaggio di “Cecè” di Pirandello.

I telespettatori che seguono il programma potranno interagire attraverso Facebook e Twitter.

Sul sito www.colpodiscena.it si potrà inviare una personale “prova d’attore”.

‘Colpo di scena’ è un programma di Pino Strabioli, Assunta Magistro e Fabio Masi. La regia è di Fabio Masi.

Protagonista della settima puntata è stata Valentina Cortese.



0 Replies to “Colpo di scena, ottava puntata con Carlo Giuffrè”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*