Sui luoghi delle fiction: Un passo dal cielo


Nell'alta Pusteria, dove si sta girando la nuova serie con Terence Hill


                                                                                                      
La ventiseienne attrice madrilena, compagna di Raoul Bova, è stata infatti accolta con entusiasmo e simpatia nel consolidato gruppo di artisti e addetti ai lavori che dal 2011 confeziona uno dei prodotti di maggior successo della rete pubblica ammiraglia.
La bella Rocìo avrà un ruolo di primo piano in questo terzo ciclo della serie. Il suo personaggio, Eva Fernandez, è una modella spagnola che giunge a San Candido dopo essere stata condannata ai servizi sociali per evasione fiscale. Il quotidiano obbligo di firma presso la locale caserma le farà conoscere il commissario Vincenzo Nappi (impersonato da Enrico Ianniello), ancora abbattuto per la fine della sua relazione con Silvia (Gaia Bermani Amaral, uscita dal cast) ma non per questo, da buon napoletano, insensibile al fascino della giovane forestiera.
Oltre alla Morales (e a Tommaso Ramenghi, visto in Squadra Antimafia 4), un’altra new entry di spicco è costituita da Giovanni Scifoni che, nella parte di un aitante chef, contribuirà non poco ad alterare gli equilibri tra i protagonisti.
La nuova serie si aprirà con l’ispettore forestale Pietro (Terence Hill) e il sovrintendente Felice “Roccia” Scotton (Francesco Salvi) alle prese con le ricerche del bambino di Natasha (la ragazza che avevano salvato sul finire della scorsa stagione).

Un passo dal cielo
Stop alle anticipazioni sulla trama.. Anche perché qualcosa potrebbe cambiare da qui al termine delle riprese, previsto per la metà di ottobre, dopo la pausa-ferie.

Tra maggio e luglio è stata realizzata la maggior parte delle scene, ma il set resta aperto. Si riprenderà a girare a settembre, sempre nell’incantata cornice dell’Alta Pusteria (provincia di Bolzano), tra Braies, Prato Piazza e San Candido, sotto la direzione di un‘esperta coppia di registi: Jan Maria Michelini (lo stesso di Don Matteo 9) e Monica Vullo.
La spettacolarità e la suggestione degli ambienti e dei panorami del Parco naturale Tre Cime, nel cui comprensorio avvengono le riprese, ha permesso a Un passo dal cielo di conseguire un prestigioso riconoscimento: è stata la prima serie televisiva a venire trasmessa in alta definizione sul canale Rai HD.

La bellezza unica dei luoghi merita senza ombra di dubbio una visita, un soggiorno, se ancora non si conosce questa fiabesca zona dell’Alto Adige. Se poi alla gita o alla vacanza in quota si aggiunge la possibilità di vedere i set e, magari, d’imbattersi in Terence Hill e compagni, allora i fan di Pietro e degli altri personaggi della fiction dovrebbero iniziare a prepararsi per partire…
Qualche suggerimento per andare a stare bene, e senza spendere troppo, a… un passo dal set? Eccolo: per esempio, l’Hotel Hohe Gaisl ( tel. 0474 748606) a Braies, un affascinante  chalet che in agosto propone la pensione ¾ e il wi-fi gratuito da 89 euro a persona (da 72 euro in settembre). O anche, sempre a Braies, il bell’albergo Pension Turmchalet  (tel. 0474 748681), che offre la mezza pensione in agosto da 55 euro a persona (da 47 euro in settembre).
L’Associazione Turistica Braies promuove e organizza ogni venerdì mattina alle 10 (fino al 20 settembre) visite guidate alle location originali delle riprese. Occorre però prenotare, chiamando il numero 0474 748660.



0 Replies to “Sui luoghi delle fiction: Un passo dal cielo”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*