Connect with us

News

Time out the Mind: Gere al Festival del Cinema di Roma

la presentazione della pellicola interpretata dalla star hollywoodiana alla kermesse cinematografica romana
Avatar

Pubblicato

il

la presentazione della pellicola interpretata dalla star hollywoodiana alla kermesse cinematografica romana
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

                                                                                 {module Banner sotto articoli}
Eccolo allora il sessantacinquenne brizzolato Richard. A Roma incontra i giornalisti sorseggiando una tazza di tè e ironizzando su un pipistrello che gli vola attorno (“Siete interessati più a lui che a me” ha gigioneggiato con i reporter). Poi, camicia bianca senza cravatta e giacca scura, stile elegante casual) ci mette più di mezz’ora ad attraversare il tappeto rosso sotto le cupole di Renzo Piano, perché non si stanca a stringere le mani delle fan che traboccano dalle transenne glissando però saggiamente sui taccuini in attesa di autografo, altrimenti la scaletta del Festival avrebbe rischiato la débacle, con buona pace del direttore artistico della kermesse Marco Muller in attesa di accompagnarlo in sala per la proiezione del film. Ma un po’ di indugio davanti ai fotografi Gere non se lo nega. Invece di mettersi in posa, si avvicina agli obiettivi dei paparazzi, gli piace parlare con loro. Soprattutto, li sprona a fotografare i coproduttori del coraggioso movie portato al Festival di Roma.
Così, quando cala il buio in sala Santa Cecilia e Gere si siede in mezzo a pubblico, il suo progetto artistico e umano si concretizza. Perché in “Time out the mind” affronta la prova più ardua della sua carriera. Si trasforma in “brutto, sporco” ma non cattivo personaggio, piuttosto un disorientato uomo di oggi che si è perso nella New York più sordida in cerca di un ubi consistam.

Richard Gere al Festival del Cinema di Roma

Da undici anni voleva fare questo film, ha confessato Gere. E se l’è prodotto, da indipendente, consapevole che una pellicola tanto densa di tristezza e di riflessione, tanto ripiegata sui casi del protagonista, tanto priva di colpi di scena e di effetti speciali difficilmente avrebbe attratto i finanziamenti degli studios.

Gere interpreta il ruolo di un senzatetto, diventato tale dopo aver perso la moglie malata di tumore, aver visto svanire il lavoro (un refrain negli States post 11 settembre) ed essersi tanto sfilacciato mentalmente ed emotivamente da abbandonare alla nonna la figlia adolescente. Che non vede da anni, mentre si barcamena tra l’ospitalità di qualche amica sbandata come lui, un cappotto svenduto per comprarsi quattro lattine di birra, il girovagare nella sala d’aspetto di un pronto soccorso quando il freddo della notte punge troppo, l’approdo nel più grande centro d’accoglienza di homeless della Grande Mela, il Bellevue Hospital di Manhattan.

Pretty woman
Non succede quasi niente in “Time out the Mind”. L’inerzia o l’impercettibile movimento del plot è funzionale alla vita di un senza dimora. Anche lui vede ogni giorno uguale all’altro, si guarda vivere. Tutt’al più a George Harmond, questo il nome del barbone, può succedere di farsi un nuovo amico, un sedicente jazzista di colore che gli dorme accanto nell’ospizio, che parla parla parla e che all’improvviso smette di respirare, cancellando per il protagonista un’altra casella di affettività nel rebus della vita. E che tuttavia gli lascia una piccola eredità immateriale: l’input a cercare la figlia, a parlarle nel bar dove lei si guadagna da vivere, ad avere il coraggio di riallacciare con il legame parentale il filo dell’esistenza. Con un finale aperto che lascia appena intravvedere un barlume di speranza.
Un film povero, girato in tre settimane e tutto in esterni, basato interamente sull’unico protagonista, che è presente – i capelli radi, i graffi sulla fronte, il berretto di lana, il bicchiere di carta in mano per raccogliere le monete dei passanti – in ogni inquadratura. Gere ha preparato il lavoro girando davvero negli ospizi (“In Usa ci sono 60 mila homeless di cui 20 mila sono bambini”, ha quantificato) e confondendosi realmente tra la gente, nelle strade, sui ponti, nella metro.

                                                                    {module Banner sotto articoli}

Il regista, Oren Moverman (celebrato autore di “Oltre le regole – The Messenger”, Orso d’Argento a Berlino), lo insegue nascondendo la macchina da presa tra la folla o i vagoni della subway. Ancora, inquadrandolo attraverso il riflesso delle vetrine di una lavanderia, di un bar, di una rosticceria, in immagini sfocate quanto la mente del derelitto George . Rigorosamente live anche la “colonna sonora”, affidata soltanto alla presa diretta dei rumori della strada, del chiacchiericcio dei passanti, delle smozzicate conversazioni al cellulare, delle liti dei nottambuli. Un’umanità smozzicata, in mezzo alla quale Gere durante le riprese si è mischiato senza essere quasi mai riconosciuto. Persone che, come qualsiasi barbone, “hanno necessità di trovarsi un posto nel mondo e si chiedono, ad un certo punto, che cosa significhi casa”.
Applausi contenuti alla fine della proiezione per un’opera schietta, che non solletica il grande pubblico e non sfrutta l’abusata immagine di Gere. Al quale, nella soirée, Jti (Japan Tobacco International Italia, event partner della kermesse) ha dedicato un gala sotto la lanterna di cristallo che Massimiliano Fuksas ha costruito in cima al novecentesco ex palazzo dell’Unione Militare, tra via del Corso e via Tomacelli.

Qui s’è tornato a respirare il clima di Hollywood, con musiche swing e personaggi usciti da Alice nel Paese delle Meraviglie.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lidia Lombardi, free lance dopo essere stata per 35 anni nella redazione del quotidiano "Il Tempo" dove ha ricoperto il ruolo di responsabile del servizio Cultura e Spettacoli dal 2001 al 2013. La sua più ferma convinzione professionale: il giornalismo non è per solipsisti, ma un lavoro d'equipe.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Isola dei Famosi 2021 anticipazioni 19 aprile: Andrea Cerioli contro Vera Gemma

Tutto ciò che accade nella decima puntata del reality condotto da Ilary Blasi. Il televoto è al momento aperto tra Beatrice e Fariba.
Irene Verrocchio

Pubblicato

il

Isola dei Famosi 2021 anticipazioni 19 aprile Canale 5
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ecco le anticipazioni di ciò che accade nella puntata del 19 aprile de L’Isola dei famosi 2021, in onda su Canale 5. La conduttrice, innanzitutto si sofferma sugli episodi accaduti nell’ultima settimana.

Si sono verificati altri due ritiri e sono scoppiate delle liti tra i naufraghi. Ilary Blasi infine rivela l’esito del televoto tra Fariba Tehrani e Beatrice Marchetti.

Isola dei Famosi 2021 anticipazione 19 aprile Isoardi

Isola dei famosi anticipazioni 19 aprile: il ritiro di Brando Giorgi ed Elisa Isoardi

Lunedì scorso Brando Giorgi aveva conquistato il titolo di leader vincendo la prova del fuoco contro Valentina Persia. Nella puntata successiva però non si è presentato in Palapa perché ha abbandonato il reality. Ha subìto il distacco della retina ed è dovuto rientrare in Italia per ulteriori controlli.

Stessa sorte per Elisa Isoardi che si è invece mostrata al pubblico con l’occhio bendato. La conduttrice ha raccontato che le è entrato un lapillo rovente mentre stava cucinando. L’incidente ha provocato il danneggiamento della sclera, ovvero della membrana che riveste parte del bulbo oculare. I medici presenti l’hanno così esortata a lasciare il gioco per sottoporsi ad altri accertamenti.

Non sono però gli unici naufraghi ad essersi ritirati. Anche Beppe Braida la scorsa settimana è rientrato in Italia perchè il padre è stato ricoverato in ospedale. Il genitore è risultato positivo al Covid, assieme alla moglie.

Isola dei famosi 19 aprile: Andrea Cerioli contro Vera Gemma

Vera Gemma e Miryea Stabile hanno vinto l’ultima prova ricompensa che ha permesso loro di rientrare ufficialmente in gioco. Hanno infatti lasciato Playa Esperanza, dove hanno convissuto con Elisa Isoardi, per unirsi nuovamente agli altri naufraghi. Come premio hanno ricevuto dei wurstel con patatine fritte. Ma anche delle uova ed altre patate da poter cuocere nei giorni successivi.

L’ indomani  hanno deciso di dividere il banchetto solo con Beatrice Marchetti e Fariba Tehrani. Queste ultime infatti si sono unite a loro perchè non si sentono integrate con l’altro gruppo di naufraghi.

La decisione di Vera e Miryea ha però scatenato numerosi malumori tra gli altri isolani. Andrea Cerioli in particolare si è scontrato con Vera Gemma. Secondo il naufrago l’attrice avrebbe dovuto provvedere all’equa ripartizione del cibo perchè sono tutti affamati. Sostiene infatti che in casi del genere bisognerebbe mettere da parte le strategie.

Isola dei Famosi 2021 anticipazione 19 aprile Valentina Persia

Accuse di razzismo per Valentina Persia, tutti contro Paul Gascoigne,

In diretta Valentina Persia deve difendersi dalle accuse di razzismo nei confronti di Fariba Tehrani. Sui social ha infatti ricevuto duri attacchi per l’imitazione della madre di Giulia Salemi. Per gli utenti del web la Persia ha messo in evidenza alcuni aspetti caratteristici della sua cultura e delle sue origini per fini offensivi.

Per quanto riguarda Paul Gascoigne i naufraghi lo avevano riaccolto affettuosamente dopo l’infortunio alla spalla. Hanno inoltre accettato che la trasmissione gli concedesse alcuni privilegi. Negli ultimi giorni però hanno cominciato a lamentarsi. Lo accusano infatti di approfittare dell’occasione per non partecipare a nessuna attività giornaliera.

Nella puntata in onda oggi inoltre potrebbero sbarcare in Honduras gli altri naufraghi che erano già stati annunciati nelle scorse settimane.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Game of Games cambia collocazione: ecco i motivi

Il nuovo show di Simona Ventura viene temporaneamente sospeso in attesa di nuova ricollocazione a causa dei bassi ascolti.
Irene Verrocchio

Pubblicato

il

game of games cambia collocazione Rai 2
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Game of games, il programma condotto da Simona Ventura in prima serata su Rai 2 cambia collocazione. Dopo le tre puntate già andate in onda, delle sei previste, la Rete ha deciso di sostituire gli appuntamenti del 21 e del 28 aprile con due film. Sono rispettivamente Tutta colpa dell’amore e La risposta è nelle stelle. Ecco i motivi della scelta.

game of games cambia collocazione giochi

Game of Games cambia collocazione, le motivazioni

Dalla prossima settimana Games of games viene temporaneamente sospeso. Il nuovo format di Simona Ventura, non andrà infatti più in onda in attesa di una nuova collocazione. Secondo alcune indiscrezioni dovrebbe essere spostato al martedì al termine dello show di Enrico Brignano Un’ora sola vi vorrei, previsto il 18 maggio.

Il programma della Ventura è ispirato all’omonimo format statunitense di Ellen DeGeneres che è stato esportato in tutto il mondo. E in Italia ha debuttato su Rai 2 lo scorso 31 marzo. I protagonisti dello show sono sei personaggi del mondo dello spettacolo che si alternano nelle sfide al posto dei veri concorrenti che sono invece persone comuni.

Il Vip vincitore di ogni manche permette a chi lo ha scelto di accedere alla semifinale. Ma solo un concorrente può partecipare allo step finale, Gioco dei Giochi, dove può vincere il montepremi se riesce ad indovinare alcuni volti noti con pochi secondi a disposizione.

Lo show però non ha molto convinto i telespettatori in quanto ha registrato bassi ascolti. La Ventura ha anche risentito della presenza su Canale 5 della fiction Svegliati amore mio con Sabrina Ferilli, della soap turca Daydreamer con Can Yaman. In Rai invece ha dovuto confrontarsi con Chi l’ha visto e con Il Commissario Montalbano che continua a registrare ottimi ascolti nonostante le repliche.

Gli ascolti delle prime tre puntate

Sono sei le puntate previste per la prima edizione di Games of games. Ma la Rai ha optato per la sospensione dopo il terzo appuntamento a causa degli ascolti insufficienti.

La puntata d’esordio di Game of games del 31 marzo ha registrato 1.267.000 telespettatori con 5.1% di share. Ma negli appuntamenti successivi l’indice di gradimento è nettamente peggiorato.

La seconda invece si è fermata a 915.000 spettatori con 3.7% di share. Nell’ultima, è tornata lievemente a salire soffermandosi sui 930.000 telespettatori con 3,9 % di share. Ancora pochi, però, per assicurare al programma la permanenza in video.

Con Game of games Simona Ventura era riuscita a tornare su Rai 2 dopo l’esperienza di The Voice of Italy. Le aspettative erano tantissime sullo show che, invece, non è molto adatto alla platea italiana, come i numeri dell’Auditel hanno dimostrato.

 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Salotto Salemi Mediaset Play, il talk show in streaming di Giulia Salemi

A partire dal 16 aprile, Giulia Salemi conduce Salotto Salemi, un talk show in esclusiva per il servizio in streaming online Mediaset Play.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

Salotto Salemi Mediaset Play
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Salotto Salemi è il nuovo talk show condotto dall’influencer Giulia Salemi, in esclusiva streaming per il servizio Mediaset Play. A partire da venerdì 16 aprile alle 19.00, la Salemi conduce per sei settimane consecutive il suo primo programma.

Salotto Salemi è prodotto da MNcomm in collaborazione con Brand On Solutions, l’area dedicata alle iniziative speciali di Mediamond, e con Naj Oleari Beauty e Mikado. Il programma è scritto da Silvia Rossi, mentre il Product Placement è a cura di Hub4Brand.

Salotto Salemi Mediaset Play, un format nato durante il lockdown

Giulia Salemi è dunque al suo esordio come conduttrice in solitaria di un programma Mediaset; probabilmente, anche in virtù del successo riscosso durante l’ultima edizione del Grande Fratello Vip, alla quale ha partecipato. La modella e influencer italo-persiana è attivissima sui social da sempre, tanto da meritare a pieni titoli la definizione di influencer. Su Instagram, la Salemi può infatti vantare oltre 1 milione e cinquecentomila followers, ma i numeri sono in continua crescita.

L’idea di Salotto Salemi nasce proprio sui social, durante il lockdown dello scorso anno. La Salemi in quell’occasione aveva organizzato uno show casalingo nel corso del quale dava consigli di make-up, cucina e salute, spesso in compagnia di amiche e amici ospiti. Il medesimo format è ora riproposto, con nuovi accorgimenti su Mediaset Play. Come avveniva sui social della Salemi, però, la conduttrice parlerà con i suoi ospiti di gossip, strappando loro confidenze e opinioni sorprendenti il più possibile. Il tutto in un clima amichevole e rilassato.

In passato, la due volte partecipante al Grande Fratello Vip ha già co-condotto due programmi televisivi; prima Ridicolousness Italia su MTV, dove lavorava insieme a Stefano Corti e Alessandro Onnis. E poi, Disconnessi on the road su Italia 1, insieme a Paola Di Benedetto e Paolo Ciavarro. 

Anteprima: gli ospiti confermati di Salotto Salemi

La prima ospite confermata di Salotto Salemi è Dayane Mello, modella e influencer. Anche la Mello ha partecipato, insieme a Giulia Salemi, all’ultima edizione del Grande Fratello Vip. 

Oltre a chiacchierare con lei, nella speranza di farle rilasciare dichiarazioni scottanti e qualche gossip in esclusiva sulla sua vita privata, la conduttrice propone alcuni beauty tips all’amica e collega. Tra una confidenza più intima e una chiacchiera, Dayane Mello fa quindi da modella di make up per la Salemi.

Tuttavia, sono molti gli ospiti vip la cui presenza è già stata confermata. Nel salotto di Giulia Salemi, nel corso di sei puntate, si avvicendano Paola di Benedetto, giovane show-girl e modella; Veronica Ferraro, una delle fashion blogger più seguite di Instagram, nonché grande amica di Chiara Ferragni.

E ancora, Gaia Zorzi, la sorella del noto influencer, anche lui ex “gieffino” Tommaso Zorzi. Inoltre, Martina Hamdy, modella, ex meteorina del TG4 e oggi presentatrice ufficiale dei programmi Meteo di Mediaset. Infine, Arianna Cirrincione, modella e influencer fidanzata con Andrea Cerioli, che ha conosciuto nel corso della trasmissione Uomini e Donne.

Si tratta, quindi, di ospiti giovani e molto noti sul panorama televisivo e sul Web, come influencer con milioni di followers sui social più diffusi come Instagram, Facebook e YouTube. 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it