Made in Sud, la 1 puntata in diretta


tutte le esibizioni dello show all'ombra del Vesuvio in onda su Rai2


 Elisabetta e il suo amore per Briatore sono come sempre al centro delle battute, a Fatima invece, per la festa della donna, vengono regalati dei Crisantemi, Ma da chi?, “Dai vampiri”, i Volturi di Made in Sud sono i primi a salire sul palco.

Il giovane vampiro deve ancora entrare a far parte della famiglia, rischia sempre la morte con il famoso paletto nel “cu..cu..cuore”, Il novello vampiro può decidere “Vuoi il paletto o che ti portiamo a Baia Desnuda con Rocco Siffredi?”, “E quale è la differenza?Rocco è pure in astinenza”.

Il secondo comico della serata è un grande poeta, Eddy Scampia, un elegante neopoetico con pantaloni rosa e camicia slacciata, Ross è un po’ scettico, “Non saprà neanche cosa è un sonetto”, e il nostro poeta risponde “Come no, sono 100 gr, so netto di prosciutto”.

Cardamone ce l’ha invece con i politici, contro Salvini “In realtà lui ama il sud” e contro Renzi, “Ci dice di non aver paura che la crisi sta passando, ma noi abbiamo paura della supposta Mattè”.

Made in Sud

Elisabetta, fa la parte di Rocio Morales, ironizzando sui proverbi che la ragazza spagnola ha sciorinato a Sanremo, e questo per presentare i vincitori del festival della canzone, Il Volo. L’ironia è sulla grande modestia dei tre giovani, “il segreto del nostro grande successo è la nostra grande umiltà”.

Un’altra novità è Don Ciro, direttamente da il Boss delle cerimonie, “Abbassate la musica, a me non piacciono le cose troppo pompose” e dopo il famoso wedding planner napoletano, va in onda la prima pubblicità.

Made in Sud, D'Alessio

Si torna con la musica, Fatima presenta un famoso cantante napoletano “E’ qui, a Made in Sud, Gigi D’Alessio!”, interpretato da Francesco Cicchella. La canzone inedita è “Se adesso te ne vai”, non mancano i doppi sensi a sfondo sessuale e il comico ironizza sulla tendenza del cantante a scopiazzare i testi degli altri artisti. Gigi riceve anche una telefonata di Anna arrabbiatissima per il bagno otturato.
Lo segue Pigroman, il tipico uomo pigro italiano, che arriva con il piccolo figlioletto appena nato, “l’ho chiamato Uffa”. Anche questa volta arrivano le telefonate delle signore da casa “Suo marito è scappato nei Paesi Bassi e vuole che lo seguo?, nooo non posso andare li, sono troppo alto mi scoprono subito”.
E a Made in Sud si parla anche di amore con Cupido che deve trovare un uomo ad Elisabetta, “Mi raccomando sotto i trent’anni”. Ed ecco che arrivano gli opposti che si attraggono, Ivan e Cristiano. Uno è foniatra, l’altro fa i rutti da mattina e sera “Chiamo una mia amica, uscirà dalla torta nuda, è un po’ pazza”, “Anche la mia esce nuda dalla torta, è un po’ chiatta”. 
Gigi e Ross fanno anche l’olimpiade tra le delinquenze organizzate protagoniste nell’ultimo periodo a Nord e Sud, dall’Expo, alle infiltrazioni mafiose, dai rifiuti sotterrati al sud a quelli provenienti dal nord, c’è un pareggio, “A perdere siamo sempre noi italiani” e dalla terra dei fuochi arriva anche l’uomo dei fuochi, “Io mi nutro solo di cibi altamente tossici e contaminati, per questo ho sviluppato dei super poteri”.
.
Torna invece l’Incazzatore personalizzato che se la prende con gli amici che ti consigliano il ristorante carino ma troppo costoso, contro l’amico ubriaco che all’uscita della discoteca vuole guidare, contro Sergio Mattarella che è vero che prende il tram, ma riservato, vuoto e solo per lui.
Gli applausi accompagnano anche gli Arteteca, al ritmo di “Vita, cuore, battito”. Questa volta i due ragazzi devono partecipare ad un corso di teatro, “Vita perchè eri dietro a quella ragazza con le tette grandi?”, “L’insegnante mi aveva detto di andare dietro ad una quinta”. Pubblicità, si torna tra pochi minuti.
Si torna dal blocco pubblicitario con i Gomorroidi, “Ho dovuto sparare ad un fan perchè mi ha chiesto un autografo ma non so scrivere”. I  Gomorroidi se la prendono con gli olandesi “Avete visto cosa hanno fatto a Roma? Allora sono andato in Olanda, volevo pisciare su i loro monumenti, ma alla fine me la sono fatta addosso, questi non hanno monumenti”.
Arrivano anche Gigi e Ross, vestiti da mafiosi, e all’improvviso, tra le urla del pubblico, arriva anche Fortunato Cerlino, attore che ha interpretato Don Pietro in Gomorra. Una breve intervista all’attore e poi si continua con l’arrivo di Fatima ed Elisabetta sul palco che parlano di dubsmash, per presentare le Sex and the Sud, che questa volta racconteranno una storia solo con dubsmash.
Ritroviamo anche in questa edizione il preoccupatissimo Marco Capretti, “Sono in mezzo a noi, sono i maniaci dei tatuaggi, hanno paura delle punture e dei vaccini ma poi hanno coccodrilli tatuati a grandezza naturale..hanno dei tatuaggi cinesi e non sanno neanche cosa vogliono dire”. Ma un consiglio Marco lo vuole dare a tutti “Mai tatuare il nome della fidanzata, mio cugino aveva tatuato il nome Anna, poi lei lo ha lasciato e lui lo ha dovuto modificare con Annata via”.
 
E non poteva mancare la parodia di Cinquanta sfumature di grigio, “Anastasia ti avverto, ho dei gusti un po’ particolari, mi piace la parmigiana…inzuppata nel latte”. Pubblicità.
Si torna dal blocco pubblicitario con Mastro Chef, ritroviamo lo chef Cracco “con lo sguardo vi spacco e sono un gran gnocco” e non manca neanche Barbieri. I piatti questa volta sono cucinati con delle buone erbe, “Da dove vengono?”, “Dalla Jamaica” Ciro Giustiniani non tollera lo spilorcio “Se lo vuoi far morire gli devi dire..offrimi un caffè..la cassa è il suo nemico peggiore”, anche il nonno del comico è avaro, “Mi segue per casa, io accendo la luce e lui la spegne..quando è arrivata la bolletta di 66 euro di acqua a casa è stato in lutto”.
Mino Abbacuccio continua ad essere la pecora nera della famiglia, anzi neanche quello, “Ma quale pecora nera a casa noi non ti consideriamo proprio”. Titì rimane il suo unico amico.  
Alessandro Bolide, arriva vestito con un salvagente, pensa di essere nell’Isola dei famosi con Rachida e Rocco. Rocco pensa al tronco, mentre Cristina ha portato i cocomeri. E torna anche il coreografo gay americano, che continua ad avere un debole per Gigi. Sul palco di Made in Sud si balla. E dalla musica scatenata al mimo di Mimmo, che imita anche quando non imita “Ora per esempio sta imitando l’alba dei morti viventi”, il gioco è semplice, bisogna indovinare quello che Mimmo imita. 
.
Arrivano anche i Due per Duo, i due ladri immaginano cosa farebbero con 100milioni di euro, “Io faccio una piccola sorpresa a mia moglie”, “Io invece gli porto Belen e le faccio vedere la vera femmina”.
Santino Caravella sta sempre messo male male male, “Sono andato anche da un motivatore che mi ha detto di chiedere un rimborso”, la fidanzata poi non capisce “Vuole sempre uscire e si vuole sposare”. 
 Torna sul palco Dado, “Mia figlia mi ha minacciato, se torni in tv a parlare di me vado sull’isola dei famosi a raccontare a tutti quello che dice mamma e cioè che tu stai a Rocco Siffredi come una miccetta sta al Bengala”. Le sue canzoni ironiche prendono sempre molti applausi. Cattivissimo ha invece una lista di persone da eliminare “Sbrighiamoci qui che ho da fare con Carlo Conti, l’uomo nero”. Pubblicità.
Gigi e Ross ci cantano poi la crisi Italiana, sulle note di “‘L’estate sta finendo e un anno se ne va..”, modificata in “L’italia sta fallendo, l’Europa se ne va..”. Il Nonno moderno è ancora infastidito dai giovani di oggi, con i loro capelli lunghissimi. Torna anche Michael Buble, che deve dare un parere sul Festival di Sanremo “Mi sono piaciuti tanto Arisa, Emma Marrone e anche Carlo Marrone”. Arriva sul palco anche il toyboy, che cerca puledre dai Sessanta ai Novanta anni. Non poteva mancare neanche Wolv e rin’, con la sua voce paperina che ci racconta della sua esperienza in banca “Non mi facevano entrare perchè bisognava posare gli oggetti metallici”.
Si ritorna con Fatima nei panni di Anastasia Steel e torna anche Nino Abbacuccio che se la prende con lo smartphone “la causa di tutti i mali della società”. Li stanno rubando sempre più, “mio cugino lo ha nascosto nelle mutande, l’ho chiamato ed è partita una videochiamata”. Anche questa prima puntata finisce con la musica dei Sud 58 ed un omaggio a Pino Daniele.
L’appuntamento è per martedì prossimo, ore 21.10, Rai2.


0 Replies to “Made in Sud, la 1 puntata in diretta”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*