Kilimangiaro, dal Congo alla California


le anticipazioni sulla puntata con le mete dei viaggi odierni


Si partirà con il Congo dove, accompagnati dai coraggiosi guardiaparco, ci inoltreremo nella foresta per un visita nei Parchi Naturali Virunga e Kahuzi-Biega alla scoperta del Gorilla di Montagna e della vita locale; attraversato l’Oceano Atlantico, sarà la volta degli Usa per il più calssico dei “coast to coast”: la Route 66 ci stupirà con il suo percorso da Chicago alla California attraverso la Monuments Valley e non solo; prossima tappa nei Caraibi a Santa Lùcia, l’isola degli innamorati, dove tra un’immersione stupefacente e un bagno termale nelle pozze naturali di Soufriere, ciascuno può trovare il suo angolo di paradiso.

Puntando a Sud si arriverà in Colombia per un tour di Bogotà, città che sta vivendo una seconda giovinezza, moderna ma al contempo in grado di affascinare con le sue vestigia ispanico-moresche e le antiche leggende di El Dorado. Un salto di continente ci porterà poi in Indonesia alla scoperta delle isole di Bali e Lombok: tra templi induisti e caratteristici spettacoli di danza tradizionale ci si potrà rilassare su spiagge candide e tuffare in mari trasparenti avvolti in una natura incontaminata; e ancora, in Thailandia per un tour da sogno in uno degli ultimi paradisi di questo angolo del mondo: Il Parco nazionale di Koh Chang, centinaia di isole e isolotti, alcuni dei quali ancora disabitati, per un’esperienza indimenticabile tra mare, foresta, jungla, cascate, fiumi, spiagge di sabbia finissima e fondali mozzafiato.

{module Google richiamo interno} In India un itinerario tra la Old e la New Delhi ci immergerà in un’atmosfera sospesa tra spiritualità e quotidianità, tra antico e moderno per poi spingerci ad Agra ed ammirare l’imponenza e l’opulenza del Taj Mahal senza mancare una visita ai Templi erotici di Khajuraho; sarà poi il momento di navigare in barca a vela in Turchia lungo la Costa della Licia e perdersi tra incantevoli calette di ciottoli e un mare turchese  in luoghi carichi di storia e antiche vestigia; e poi l’Europa per un itinerario “food & travel” in Scozia: ad Edimburgo si proverà la “Scotch Whiskey Experience”, un viaggio nei segreti e nel gusto del tradizionale whiskey scozzese, per poi fare un salto nelle Islands ad assaggiare il famoso salmone affumicato. E per finire un giro in barca in Svezia tra le 14 isole e i 54 ponti che costituiscono Stoccolma, la città dei Nobel, per poi spingerci fino ad Uppsala, la più antica capitale della Svezia.

Le primarie hanno emesso il loro verdetto ed ora la gara per l’elezione del “Borgo dei Borghi” prosegue sul sito www.allefaldedelkilimangiaro.rai.it a colpi di clic: dopo la prima settimana sono oltre 40.000 i voti già arrivati per i 20 Borghi finalisti, ciascuno portabandiera di una Regione d’Italia.  Sul sito, oltre alla possibilità di rivedere on-line i video di presentazione del Borgo prescelto,  è possibile esprimere la propria preferenza attraverso il web-voting, attivo  fino alle ore 24.00 del 22 Marzo.  Per rinfrescare la memoria dei telespettatori anche in questa puntata saranno estratti a sorte 5 dei Borghi finalisti e saranno riproposte clip di presentazione di ciascuno.

Lo spazio settimanale dedicato all’Inkiesta, curato da Stefania Battistini, farà tappa in Lombardia, in provincia di Sondrio nel Comune di Novate Mezzola: un ex area industriale, piena di resti inquinanti e dannosi per la salute di cromo esavalente,  da PGT del Comune doveva essere bonificata e destinata ad area verde con vocazione turistica. Ma ora si guarda ad un nuovo progetto industriale sullo stesso sito e le speranze dei cittadini per un futuro “pulito e salubre” sembrano sfumare.

Qui l’intervista alla conduttrice Camila Raznovich.



0 Replies to “Kilimangiaro, dal Congo alla California”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*