Spot in tv: Lavazza qualità oro e Osella


Analisi di due campagne pubblicitarie attulamente in ond ain tv


Iniziamo da Lavazza. Enrico Brignano prosegue nella tradizione inaugurata da Tullio Solenghi negli anni ’90 e continuata da Paolo Bonolis: lo spot del caffè Lavazza girato in Paradiso, al fianco di un severo San Pietro. La Campagna Paradiso compie ben 15 anni, e nel tempo le pubblicità si sono succedute sempre con la stessa dinamica. In ogni spot infatti, il protagonista conosce la vita e le usanze del Paradiso, confrontandosi allo stesso tempo con la figura di Pietro.

spot Lavazza
Brignano, volto della comicità popolare amato dal grande pubblico, è testimonial dal 2012. Nell’ultimo spot lanciato in tv, il suo personaggio viene a conoscenza della tradizione del pranzo della domenica.
Svegliato di soprassalto dalle campane, Brignano si ritrova davanti San Pietro, che lo invita a sbrigarsi per partecipare al “pranzetto di famiglia” delle domenica. Il comico, in quanto ospite, porta con sé il caffè Lavazza Qualità Oro come regalo di ringraziamento.

Brignano e Solenghi nello spot Lavazza
Ma arrivato dove si svolge la tavolata, scopre che i commensali sono decine e decine. Così, quando San Pietro elegge il suo come caffè della domenica e gli chiede di portarlo sempre, Brignano obietta di fare a turno. È a quel punto che Pietro, serafico, guardando le mani senza calli dell’attore, gli propone uno scambio con le sue mansioni.

Enrico Brignano spot Lavazza
Nell’inquadratura finale, Brignano si ritrova alle prese con un’altissima pila di piatti: il contrappasso per chi si è dimostrato poco incline ad assolvere a un impegno di poco conto. Da qui deriva l’effetto comico: la punizione per chi, incarnando un certo stereotipo dell’italiano scansafatiche, deve scontare il peso della vera fatica.
Da novembre 2014 inoltre, a vestire i panni di San Pietro c’è un altro volto amato dal pubblico televisivo: Tullio Solenghi, con cui la Campagna Paradiso è nata nel 1995.

spot Osella

Si rivolge alla famiglia anche la linea Osella, seppur non attraverso noti testimonial. Il messaggio confezionato dall’azienda di prodotti caseari infatti, utilizza il cibo, in questo caso il formaggio “Bontà di latte”, come mezzo di aggregazione. La famiglia si ritrova intorno al tavolo per assaporare la bontà del prodotto, che nella forma tonda viene associata ad una luna piena.
Lo spot si apre proprio con un papà e un bambino con lo sguardo all’insù, rivolto alla luna che, secondo il piccolo, “sembra fatta di latte”.
Da qui l’associazione con il formaggio sponsorizzato, che nel frattempo madre e figlia maggiore stanno accompagnando con delle verdure. Al rientro in casa dunque, papà e figlio lo troveranno in tavola: lo spot si conclude con i quattro che apparecchiano insieme.

spot Osella
La pubblicità, in continuità con la tradizione dell’azienda, ritrae la famiglia intesa in senso classico, da sempre rappresentata negli spot come riunita intorno a un tavolo in armonia. Un’armonia sottolineata ulteriormente dall’estetica dei protagonisti, tutti circondati da un’aura di perfezione per incarnare un ideale di nucleo familiare.



0 Replies to “Spot in tv: Lavazza qualità oro e Osella”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*